Post recenti

Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 10
21
Discussioni FICT / Elezioni A.P.S. FICT - Errata corrige
« Ultimo post da Giuseppe Spinelli il Febbraio 07, 2018, 02:59:53 pm »
Faccio ammenda per aver dimenticato nei componenti della Accademia della Canoa Ascanio PILLOTTI, che ne fa parte a pieno titolo.
spiacente per il disguido. Sul sito APS FICT www.canoa.org la lista è corretta.
Cordialmente
Giuseppe Spinelli
22
Chat / Re:Canoa cade dall'auto - incidente grave - tutti sotto processo
« Ultimo post da zocchi alessandro il Febbraio 07, 2018, 11:56:11 am »
In effetti occorre una certa abilita’ per fissare le canoe con semplici ed efficaci corde, e probabilmante nel secolo scorso poteva anche essere considerato “figo” ma aime’ tempus fugit...
ora a termine di legge i carichi vanno fissati con cinghie idonee al loro peso e soprattutto riportanti l’omologazione CE, altro fattore importante e’ che non si debba eccedere con il peso la portata della barre portapacchi, anche queste rigorosamente omologate. I tetti stracarichi di canoe che spesso si vedono sono quindi molte volte a rischio. Normalmente le barre hanno una portata di 80 kg., limite che gia’ si supera caricando 4 kayak. Anche se esiste ancora una certa tolleranza da parte delle forze dell’ ordine, di certo la stessa tolleranza non vi sara’ da parte delle compagnie di assicurazione in caso di incidente. Il consiglio e’ quello di informarsi bene e non sottovalutare il problema.
23
Chat - Kmare / Re:Limite 1 miglio dalla costa per kayak e canoe
« Ultimo post da Maurizio (Tric) il Febbraio 06, 2018, 03:59:19 pm »
Concordo e .... si sa, oramai, sopratutto in Italia, la sicurezza è più che altro un "businnes" in tutti i settori.
tira più che un pelo di f ....
Tric
24
Discussioni FICT / Risultati Assemblea Elettiva Ordinaria APS FICT
« Ultimo post da Giuseppe Spinelli il Febbraio 05, 2018, 07:06:07 pm »
Desidero ringraziare quanti hanno esercitato il proprio diritto di voto per Approvare il Bilancio 2017, Eleggere i nuovi Consiglieri ed i Probiviri. Gli aventi diritto al voto erano 854.
Il Bilancio 2017 è stato approvato con 123 voto favorevoli, 4 schede bianche e 14 astenuti, per un totale di 141 voti (16,51% degli aventi diritto)
I Consiglieri eletti sono stati (in ordine alfabetico)
Brentana Enrico
Brescianini Massimo
Consalvi Maurizio
Nicoli Francesco
Pillotti Ascanio
Pirovano Arcangelo (Gengis)
Ricci Andrea
Spinelli Giuseppe
Sticca Massimo
       I votanti sono stati 154 pari al 18% degli aventi diritto al voto

       3.  I Probiviri eletti sono stati (in ordine alfabetico)
Cappucci Tatiana
Cassia Giuseppe
Vespoli Luigi
       I votanti sono stati 146 pari al 17% degli aventi diritto al voto.


Conclusasi l'Assemblea è stato tenuto il Consiglio Direttivo Nazionale da cui sono state stabilite le cariche interne ed esterne al Consiglio:
Presidente               : Giuseppe SPINELLI
Vice Presidente       :  Maurizio CONSALVI
Vice Presidente       : Enrico BRENTANA
Amministratore        : Francesco NICOLI
Segretario Gen.       : Andrea RICCI
Resp. del Tesseramento (socio) Roberta BUSSADORI
Sono stati quindi nominati dal Consiglio i membri del Comitato Esecutivo:
GiuseppE SPINELLI (da Statuto)
Maurizio CONSALVI
Enrico BRENTANA
Successivamente sono stati nominati i membri dell'Accademia della Canoa, che al loro interno eleggeranno il Coordinatore:
Enrico BRENTANA
Massimo BRESCIANINI
Maurizio CONSALVI
Marco MENICHETTI
Arcangelo PIROVANO
Andrea RICCI
Massimo STICCA
A tutti gli auguri di buon lavoro. I documenti relativi alle votazioni ed al primo Consiglio Direttivo verranno a breve pubblicati sul sito FICT.
Giuseppe Spinelli
Presidente APS FICT
25
Chat - Kmare / Re:Limite 1 miglio dalla costa per kayak e canoe
« Ultimo post da Massimiliano "Max" Miselli il Febbraio 05, 2018, 03:03:59 pm »
Sì, era meglio non svegliare il can che dorme!!
In Italia dove tutto è sempre ossessivamente legiferato, deliberato, regolamentato, dove si vorrebbe mettere "a norma" tutto lo scibile dell'esistenza umana, ufficialmente per le sempre politicamente corrette "ragioni di sicurezza", (senza magari pensare che la cosa che ti ucciderà è vivere, come diceva Guccini), ma più spesso, nel migliore dei casi, per l'attrazione fatale di questo paese per la burocrazia, nel caso peggiore per favorire interessi privati, uno spazio "anarchico" per gli ultimi dei Mohicani era meglio averlo......lo dico dopo vent'anni di Pubblica Amministrazione.....
26
Chat - Kmare / Re:Limite 1 miglio dalla costa per kayak e canoe
« Ultimo post da marittimo il Febbraio 02, 2018, 06:59:41 am »
Ecco le fonti:

- art. 54, comma 3, decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 29/7/2008, n. 146 (che trascrivo)

3. I conduttori di tavole a vela, acquascooter e unità similari, nonché le persone trasportate, indossano permanentemente un mezzo di salvataggio individuale, indipendentemente dalla distanza dalla costa in cui la navigazione si svolge”.

- punti 2 e 4 Circolare 18/3/2009 n. 4866 dello stesso Ministero, Direzione generale per il trasporto marittimo e per vie d'acqua interne (che trascrivo)

“2. Per quanto concerne le cinture di salvataggio in conformità con la nuova normativa ISO:
a) sono consentiti dispositivi con i seguenti livelli prestazionali:
• Livello 100 conforme alla ISO 12402-4 e successivi emendamenti;
• Livello 150 conforme alla ISO 12402-3 e successivi emendamenti;
• Livello 275 conforme alla ISO 12402-2 e successivi emendamenti;
b) per le persone che svolgono attività sportive o ricreative, per le quali è obbligatorio indossare permanentemente un dispositivo, oltre ai modelli di cui alla lettera a) è consentito anche l'utilizzo di aiuti al galleggiamento con livello prestazionale 50 conforme alla ISO 12402-5 e successivi emendamenti”.

“4. Le unità che svolgono navigazione dai 300 metri di distanza dalla costa ed entro le 6 miglia nautiche o in acque interne devono avere a bordo cinture di salvataggio conformi, come requisito minimo, al livello prestazionale 100”.

Ora si tratta di stabilire se canoe e kayak possono considerarsi “unità similari” (ex art. 54 c. 2) alle tavole a vela o agli acquascooter.

In caso di risposta affermativa
È obbligatorio indossare sempre la cintura di salvataggio, anche se ci si trova a 5 m dalla riva su un fondale di mezzo metro. È consentito usare però l’aiuto al galleggiamento da 50N anche oltre i 300 metri dalla costa (punto 2 lett. b, Circolare).

In caso di risposta negativa
Fino a trecento metri dalla costa non è necessario avere a bordo alcuna cintura di salvataggio. Oltre tale limite occorre avere quella da 100N (punto 4 Circolare), che non è però obbligatorio indossare.

Ci sono poi i regolamenti locali che possono optare per l’una o per l’altra interpretazione, oppure inventarsi una disposizione ibrida. Legittimi o illegittimi che siano, costituiscono tuttavia norma di riferimento per eventuali contestazioni da parte della guardia costiera o degli altri organi di vigilanza.

Questo per cinture o aiuti al galleggiamento.
Oltre i 300 metri si aggiunge l’obbligo del salvagente anulare con cima (v. tabella Allegato V al DM 146/2008)


27
Discussioni FICT / Re:Convocazione Assemblea Ordinaria Elettiva dei Soci A.P.S. F.I.C.T.
« Ultimo post da Gengis il Febbraio 01, 2018, 04:35:37 pm »
Ciao a Tutti ,
nel messaggio precedente  dicevo "Per finire ricordo che chi ha o avesse  idee o progetti , in F.I.C.T.  c'è spazio per portarle avanti ."
Preciso che c'è spazio per portarle avanti ,MANTENENDO  la primogenitura dell'idea o del progetto .
Gengis
28
Discussioni FICT / Re:Convocazione Assemblea Ordinaria Elettiva dei Soci A.P.S. F.I.C.T.
« Ultimo post da Gengis il Febbraio 01, 2018, 11:51:27 am »
Ciao a Tutti ,
come Socio Fondatore della F.I.C.F. diventata poi F.I.C.T. , mi preme  evidenziare il grande valore del Volontariato  che dal lontano agosto del 1977 ha portato avanti  la nostra Federazione arrivando fino ad oggi  con i non pochi risultati che sono sotto l'occhio di tutti ,si poteva fare di meglio ? sicuramente si , ma Persone capaci ,non sempre sono disposte a confondersi con altre più propense al personale .
 Dal lontano 1980  abbiamo formato Tecnici di grande spessore alcuni dei quali sono diventati anche degli ottimi professionisti del settore.
Continuiamo a Formare Tecnici  con  Formatori  interni ed esterni all'Accademia della Canoa , Tecnici che continuano ad avviare al kayak , canoa e s.u.p. centinaia di Allievi ogni anno e per migliorare l'offerta formativa abbiamo creato una seconda Area Formativa  decentrata nel Centro - Sud Italia, non solo per ridurre i costi ,ma per aumentare i Corsi e diffondere maggiormente oltre alla Tecnica la Sicurezza .
Salvo brevi interruzioni ,siamo gli editori di Pagaiando l'unico notiziario  che esce ancora in Italia ,il Presidente Spinelli ed il Consiglio Direttivo
continuano a  testa bassa a cercare sponsor , se i risultati non sono migliorati forse è dovuto alla miopia  del settore ed anche alla grave crisi che la nostra Nazione attraversa.
Frequentando molti raduni non  vedo questa gran scollatura tra  Kayakers e F.I.C.T.  e fatto salvo problemi insormontabili  il C.D. ha sempre risolto  le varie questioni di cui è stato investito , non bisogna dimenticare che i Canoisti sono per natura dei Liberi e tutto gli va stretto e comunque il C.D.  tiene orecchie per ascoltare e volontà per risolverle .
Da sempre ed in ogni associazione, club in cui abbia militato come socio o come dirigente sono stato contro l'aumento delle quote  senza un motivato bisogno e così continuerò  se verrò rieletto nel C.D.
Per finire ricordo che chi ha o avesse  idee o progetti , in F.I.C.T.  c'è spazio per portarle avanti .Gengis
29
Chat - Kmare / Re:Limite 1 miglio dalla costa per kayak e canoe
« Ultimo post da nolby il Febbraio 01, 2018, 11:19:18 am »
Bho... rimane quindi teoricamente l'obbligo di 1 salvagente anulare con cima... che va sul kayak, sualla canoa, e sulle tavole...

Quindi, di fatto, nulla è cambiato... a meno di voler andare in giro con un grosso ciambellone in coperta.

Quoto Marco Lipizer... già il fatto di esistere nella normativa è cosa non da poco... con tutti i limiti che la questione si porta dietro... se prima non era scritto da nessuna parte che tipo di dotazioni dovessimo avere adesso c'è.... con la speranza che ad un eventuale controllo quantomeno non ci contestino anche la mancanza di un estintore.


Per quanto riguarda i 100N su un sito di velisti ho trovato questa nota (purtroppo senza fonte) l'articolo è vecchiotto ma la categoria di riferimento è quella in cui oggi è stata aggiunta la voce canoe /kayak:
Citazione
- Per condurre tavole a vela, acquascooter (compresi i trasportati) e unità simili è obbligatorio l’uso permanente di una cintura di salvataggio indipendentemente dalla distanza dalla costa. Oltre ai modelli Iso previsti per le barche, se ne possono utilizzare di più leggeri definiti “aiuti al galleggiamento”, con una spinta di 50N (Iso 12402-5).

30
Chat / Re:Elezioni rinnovo cariche sociali FICT
« Ultimo post da Andrea Ricci il Febbraio 01, 2018, 10:21:40 am »
Molto ben detto, Maurizio!
Aggiungo qualcosa, da pragmatico ed ex statistico.
Data la scarsita' di risorse, economiche ma soprattutto umane (come hai ben descritto) - e con il massimo apprezzamento per il lavoro di rinnovamento che sta facendo Giuseppe Spinelli - occorre sempre avere di vista l'obiettivo, la sua utilita' e il suo costo/opportunita' (cioe' se destinando risorse altrimenti si puo' ottenere un risultato piu' utile e apprezzato). Solo un paio di esempi:

- Uno dei principali servizi che una federazione offre ai suoi associati e' l'assicurazione: sta funzionando? chi si e' fatto male ha avuto ristoro? chi e' stato denunciato e' stato protetto? C'e' un avvocato specializzato in associazioni sportive che, anche a tariffa agevolata, possa fornire una prima assistenza legale alle associazioni aderenti sui problemi cruccio di ogni presidente e segretario (certificato medico, ambulanza, defribrillatore, libro soci, etc)?

- Pagaiando: bellissima rivista, unica in Italia, la ricevo volentieri ... Ma poi la leggo? o rimane sul tavolo per settimane prima di finire nel raccoglitore? Quanto ci costa? Cosa potremmo fare altrimenti con quei soldi a fini promozionali? Ci sarebbe qualcosa di piu' utile ad accrescere il numero di soci e quindi la forza della Federazione? Per esempio una dettagliata pubblicazione annuale con TUTTI i raduni italiani e indicazioni su TUTTI i fiumi italiani e molti europei, coste, normative, etc, come fa la DKV, la federazione canoistica tedesca, con una pubblicazione di 100 pagine che da sola vale l'iscrizione di 60 euro?
Non mi dilungo oltre. Spero che molti votino, per sentire che siamo una federazione di soci.
Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 10