Post recenti

Pagine: 1 [2] 3 4 ... 10
11
Chat / CORSO INTEGRALE DI KAYAK 6-8 OTTOBRE
« Ultimo post da Enrico-IFradici il Settembre 12, 2018, 10:21:28 am »
Buongiorno a tutti,
il primo weekend di ottobre, 6 e 7, si terrà un corso di kayak sul fiume Brenta a Valstagna coorganizzato da Rescue Project e T-rafting.
Il corso è rivolto a canoisti di esperienza sia basica che avanzata per riorganizzare le proprie conoscenze tecniche e verificare il proprio grado di preparazione. Tecnica in acqua piatta e mossa, tecniche avanzate per l’alto corso, organizzazione e gestione di una discesa, basi di sicurezza fluviale e soccorso. I docenti formatori sono : Maestro Federale FICK Vincenzo Minenna, Maestro Federale FICK  Giovanni Mortin.
Per restare aggiornati l'evento è pubblicato sulla pagina Facebook : https://www.facebook.com/events/1950001728394597/ , in allegato è possibile scaricare il programma.
Per info e prenotazioni:

Rescue project – www.rescueproject.it
3396803561
info(chiocciola)rescueproject.it

T-rafting – www.t-rafting.com
Te.3349474549
info(chiocciola)t-rafting.com

Buone pagaiate a tutti !!!

12
Chat / Kayak slalom in polietilene
« Ultimo post da Alberto Armosino il Settembre 11, 2018, 03:36:38 pm »
Buongiorno a tutti
Sono nuovo qui e mi presento
Mi chiamo Alberto e qualche anno fa ho fatto un po’ di slalom poi ho smesso completamente di fare canoa.
Adesso mi è rivenuta voglia di scendere fiumi e sono molto attirato da queste nuove barche da slalom in polietilene
Ho visto la Donna, la Robson e la dragorossi.
Sembrano molto belle e il peso è appena superiore a quello di una barca da gara.
Il mio dilemma è sulla rigidità, è una cosa abbastanza importante in una barca da slalom.
Io la vorrei usare per fare del turismo senza rinunciare all’agilitá.
Chi mi sa dare un consiglio?
13
Chat - Kmare / Re:Consiglio acquisto kayak da mare
« Ultimo post da Davide Beach il Settembre 11, 2018, 12:05:42 pm »
Davide, le domande che poni sono molte. Necessariamente, le risposte ai tuoi quesiti possono essere ancora più numerose, varie e anche molto articolate.

Ti consiglio di aprire la pagina iniziale del forum, cliccare su "Ricerca" e poi "Imposta i parametri della ricerca: esempio: "Timone" (oppure: polietilene, kevlar/carbonio, vetroresina ecc.).
......

Hai ragione, mi sono fatto un po' trasportare dalle mille curiosità nate da questa discussione. Ritorno tra le righe per non cadere in OT.

Ora che siamo in seconda pagina posso scrivere che penso che il primo kayak non durerà 10 anni, prima non potevo perché se mai capitasse la moglie nella discussione (credo si fermerebbe alla prima pagina), mi toccherebbe poi scoprire se costa di più il kayak o l'avvocato ;-) ;-) ;-)

Ritornando al primo acquisto, sto studiando e leggendo, anche se mi rendo conto che una parte del dna del principiante è proprio uguale per tutti: quest'idea di prendere il plasticone nonostante tutti i vostri tentativi... la genetica è dura da cambiare... Pensando poi di coinvolgere la famiglia, potrebbe poi nascere l'esigenza di avere un altro kayak, ma mi siamo ancora lontani di qualche annetto.

Dalla mia idea iniziale sono passato a 2 Prijon: Seayak Classic e Seayak 500 su cui mi ha aperto gli occhi nolby.


14
Chat - Kmare / Re:Consiglio acquisto kayak da mare
« Ultimo post da Lorenzo Molinari il Settembre 11, 2018, 11:38:39 am »
In prima battuta mi verrebbe da dire che sto invecchiando, poi pensando alla mia storia, mi rendo conto che la mia propensione al consumo è sempre stata scarsa, per motivi anche ecologici.

Il mio kayak da mare è un ASA 500, in diolene e kevlar, con due gavoni, anteriore e posteriore, e timone basculante. Ha oltre trent'anni, fu progettato da Andrea Alessandrini ormai una quarantina d'anni fa e appartenne al grande Alberto Biagi, che me lo omaggiò, sapendo quanto mi piacesse quel modello, e il suo gesto mi commosse.

E' stato usato da Alberto e tutt'ora lo uso in ogni tipo di condizioni, per pagaiate più o meno lunghe, prediligendo il “navigare e bivaccare”, e - al di là dell'aspetto affettivo - non lo cambierei con nessun altro kayak.
E’ un kayak stabile, veloce, rigido, leggero, manovrabile, sufficientemente capiente, comodo, con un ampio pozzetto, si comporta decorosamente con onde importanti e vento teso, non necessità di auto familiari per il trasporto, è robusto, durevole, manutenibile in caso di rottura, facilmente risalibile dall’acqua, ecc.
Insomma, un ottimo compromesso sotto ogni aspetto! Ovvio che negli ultimi quarant’anni sono usciti tanti kayak migliori e più performanti, ma per come vado in canoa e per le mie esigenze l’ASA 500 è per me più che soddisfacente.

E pare che non sia l'unico a pensarla così... un caro amico amante del mare, e a voi tutti noto, possiede addirittura tre ASA 500, da usare con gli amici (un tempo ero anch'io uno di questi fortunati) e per non trovarsi senza in futuro, visto che ASA Canoe – ahimè – ha interrotto la produzione!

Non spingo a cercare un’ASA 500 di seconda mano. Non solo il polietilene può danneggiarsi col tempo ma anche il materiale composito (ad esempio, l’esposizione al sole deteriora il kevlar, che diventa fragile più della fibra di vetro, e deteriora anche il gelcot, lasciando emergere il tessuto sottostante).
Comunque sia, da appassionato di trekking in mare, non prenderei mai una canoa in polietilene e, focalizzate le mie esigenze, eventualmente provando qualche modello…. cercherei  di “sentire” quale sia la “mia” canoa, sperando che lo sia per sempre (per quanto su fiume abbia abbandonato da tempo il Taifun Slalom, ma qui le considerazioni da farsi sono evidentemente diverse).

15
Chat - Kmare / Re:Consiglio acquisto kayak da mare
« Ultimo post da marco ferrario (eko) il Settembre 10, 2018, 12:49:57 pm »

Davide, le domande che poni sono molte. Necessariamente, le risposte ai tuoi quesiti possono essere ancora più numerose, varie e anche molto articolate.


Ti consiglio di aprire la pagina iniziale del forum, cliccare su "Ricerca" e poi "Imposta i parametri della ricerca: esempio: "Timone" (oppure: polietilene, kevlar/carbonio, vetroresina ecc.).
Scoprirai che in passato si è dibattuto molto e sicuramente troverai idee e considerazioni utili che comunque ti faranno comprendere che non ci sono pareri unanimi ed è giusto che sia così.


In kayak i dogmi parrocchiali o scolastici limitano la fantasia, la ricerca e lo sviluppo. Apprezzo perciò molto la scelta degli autodidatti come te ,ma in kayak da mare ritengo sia necessario e utile per una buona crescita, essere autodidatti condividendo e ragionando in gruppo. Se vai anche su fiumi il gruppo diviene poi indispensabile per un principiante.


Non c'è un solo modo di vivere il kayak, ciascuno lo può vivere con estrema soddisfazione in modo molto soggettivo e diverso, per questo la sperimentazione è più utile dell'indottrinamento.
16
Chat - Kmare / Re:Consiglio acquisto kayak da mare
« Ultimo post da Davide Beach il Settembre 10, 2018, 10:42:36 am »
Ben diverso mi sembra il disegno del seayak 500 che a parità di prezzo con gli altri ti consiglierei su due piedi. Ponte anteriore più basso, linee più filanti (comunque multiple chine senza rocker in piena filosofia Prijon) dovrebbe avere quel qualcosa in più.

Sulla comodità del pozzetto non c'è dubbio. L'entrata ed uscita sono i momenti più delicati ed i Prijon li rendono alquanto facili.

Grazie, con le vostre risposte mi state insegnando e incuriorendo parecchio :-)
Qual'è il vantaggio di avere un ponte anteriore più basso?
Vedo che in alcuni (o tutti ?) modelli si può mettere il timone, serve? in quali condizioni è utile? Come 'si pilota'?

Citazione
Con il Prijon riuscivo ad andare in giro piuttosto bene ed in sicurezza anche alle primissime esperienze da autodidatta.
Il Delphin è molto più tecnico. Per gestirlo credo sia necessario esse un minimo smaliziati nell'uso della pagaia e del baricentro.
Anche la descrizione dice chiaramente che è un kayak nato non per fare turismo ma per giocare a surfare le onde oceaniche... non ne ho mai visto uno forse proprio perchè è un kayak che nel mediterraneo ha poco senso.... basta che ti fai una veloce ricerca su youtube che capisci al volo per cosa è pensato il delphin (pazzi)

Non l'ho scritto prima, ma l'idea è di imparare da autodidatta, non perché penso di far tutto da solo, ma perché devo mettere insieme tutti gli impegni famiglia, lavoro, sport, in considerazione anche del fatto che mi dedico già ad uno sport di resistenza che richiede tanto tempo. Fare un corso sarebbe un sogno, qui a Torino ci sono, ma per ora lo vedo impossibile; è passato ormai un anno da quando mi è venuta la passione di pagaiare e da subito ho pensato ai circoli, ma poi la realtà è stata diversa, e si è risolta con un nulla di fatto quindi se voglio pagaiare un po' mi devo concedere il lusso di avere un kayak al mare pronto per l'uso.

Partirei dal meno tecnico. Visto, visto che pazzie fanno con il Delphin: no grazie, io vorrei pagaiare e basta e sapermi gestire in caso cambiasse il mare durante un'uscita.

aggiungo un'altra cosa... se il problema è il rimessaggio in condizioni non ottimali non pensare che il polietilene sia esente da problemi...anzi... scafo deformato e paratie non più stagne sono problemi abbastanza comuni che possono manifestarsi anche dopo una sola estate. Anche con Prijon che possiamo dire che sia il top riguardo il polietilene.

Non ho un problema di rimessaggio, avrei 2 posti al chiuso, l'unica limitazione è la lunghezza massima sui 5 metri (prox volta che vado al mare prendo bene le misure). Ogni vostro consiglio su come tenere il kajak è ben accetto, io pensavo a 2 cavalletti.


In realtà, tra le righe, volevo suggerirti (a parità di spesa) di evitare il plasticone e di orientarti sulla vetroresina e su scafi un po’ più performanti rispetto a quelli pensati per i principianti  ;)

tra il polietilene e la resina, mio personalissimo parere, per andare a mare:resina; il guadagno in leggerezza e rigidità non ha prezzo ......

Caspiterina quanti consigli, guardando la resina quali sono marche/modelli che mi consigliereste?


17
Chat / Re:Ricordo di Burt Reynolds.
« Ultimo post da Lorenzo Molinari il Settembre 10, 2018, 10:16:14 am »
Grazie Vittorio del bel racconto e di avermi fatto ricordare le fantastiche giornate trascorse insieme lungo i selvaggi fiumi degli Appalachi.
Il film lo vidi solo dopo aver sceso il Chattooga, rientrato in Italia, così evitai di appensantirmi durante la discesa con mutandoni rinforzati di latta, che - per nostra fortuna - non servirono. ;D
18
Chat - Kmare / Re:Consiglio acquisto kayak da mare
« Ultimo post da Giovanni Perozzi il Settembre 10, 2018, 09:34:56 am »
buongiorno,
vorrei solo fare questa osservazione, che già ho potuto leggere tra le righe delle risposte.

kayak per 10 anni!!!!!!

ma avete notato quanto è fiorente il mercato dell'usato, ed in particolare per quanto riguarda i k mare??

e poi quante diverse tipologie diverse di kayak per andar al mare esistono??

dico che l'uomo è mutevole, e che esistono kayak specializzati che ....inducono in tentazione.

io stesso sono testimone vivente di queste vicende, e non da assoluto principiante, dopo anni di kayak, sia a mare che a fiume con diversi modelli, mi sono avventurato nell'acquisto di un k mare e pensavo fosse per sempre, dopo appena un anno ne ho comprato uno nuovo, ora è passato un anno e sto pensando di cambiarlo.

è difficile azzeccare quello che calza alle tue esigenze reali, e delle volte ti accorgi in ritardo che le esigenze reali non concidono con quanto preventivato o sognato, non sto parlando solo di aspetti tecnici, ma anche condizioni al contorno: lavoro, famiglia, tempo libero, vicinanza allo specchio d'acqua, ed altro; che possono non essere state ben considerate all'inizio o mutevoli nel tempo.

quindi ricalco il concetto di sperimentazione, se è possibile, l'optimum sarebbe avere, vicino casa,  un club con un parco canoe sociali e magari scuola di canoa.

se cosi non fosse, comunque investirei tra nuovo od usato su modelli di mercato che potrebbero essere successivamente facilmente rivendibili.

tra il polietilene e la resina, mio personalissimo parere, per andare a mare:resina; il guadagno in leggerezza e rigidità non ha prezzo, e non avrei timore di botte o danneggiamento, tra laltro tutto si ripara, figuriamoci  cambieri volentieri il mio kayak da onda in polietilene con uno analogo in composito, e dove vado io so tutti scogli.















19
Chat - Kmare / Re:Consiglio acquisto kayak da mare
« Ultimo post da marittimo il Settembre 10, 2018, 07:11:48 am »

Leggendo tra le righe delle vostre risposte mi viene da pensare che il canoista nella fase 'principiante più evoluto, ma pur sempre principiante' potrebbe apprezzare di più un Delphin invece che uno dei Prijon di cui sopra. Ho interpretato bene?


In realtà, tra le righe, volevo suggerirti (a parità di spesa) di evitare il plasticone e di orientarti sulla vetroresina e su scafi un po’ più performanti rispetto a quelli pensati per i principianti  ;)
Molto probabilmente ci guadagneresti anche in rivendibilità futura.

Nolby ti ha indicato un’altra criticità del polietilene, cioè la sua deformabilità in condizioni di rimessaggio non ottimali. Posso confermare tale circostanza, poiché nel mio circolo ci sono alcuni kayak in polietilene praticamente abbandonati sulle rastrelliere le quali hanno deformato (cioè piegato) lo scafo nei punti di appoggio.
20
Chat - Kmare / Re:Consiglio acquisto kayak da mare
« Ultimo post da nolby il Settembre 09, 2018, 10:43:17 pm »
aggiungo un'altra cosa... se il problema è il rimessaggio in condizioni non ottimali non pensare che il polietilene sia esente da problemi...anzi... scafo deformato e paratie non più stagne sono problemi abbastanza comuni che possono manifestarsi anche dopo una sola estate. Anche con Prijon che possiamo dire che sia il top riguardo il polietilene.

 Mentre con i materiali compositi i problemi sono solo per lo più estetici.


Ripeto, anche io quando ho acquistato il kayak non ne sapevo niente e mi sono fatto ingannare dall'indistruttibilità del polietilene ma tornassi in dietro punterei sul composito... le piccole ammaccature si riparano.... e se ne fai di grandi la preoccupazione sarebbe per la salute di chi c'è dentro più che per il kayak.
Pagine: 1 [2] 3 4 ... 10