Post recenti

Pagine: 1 ... 8 9 [10]
91
Chat / Ciao
« Ultimo post da Violide21 il Settembre 24, 2018, 02:33:44 pm »
Ciao a tutti,
sono un neofita, ho fatto qualche giretto con kayak chiusi sul lago Maggiore, Idroscalo (sono di San Giuliano Milanese) e mare.
Ho avuto un kayak gonfiabile della Decathlon (era giallo e nero, sit on top, non ricordo il nome né altro) e sinceramente mi sono trovato male, era scomodo, ingombrante e non semplicissimo da pulire e mettere via.
Il mezzo non esaltante non mi ha fatto perdere la voglia di girare in kayak e dopo qualche giro in kayak chiusi ho deciso di prendermene uno mio e rigido.
Ho appena comprato un RK500-1 della decathlon in quanto stando a qualche recensione sembra un buono scafo per un principiante.
Lo useró prettamente su laghi Lombardi e volevo un kayak che, in caso di brutto tempo, mi desse una cera affidabilitá per rientrare.
Non l'ho ancora ritirato, qualcuno l'ha avuto?
Mi sapete dire cosa ne pensate?

Grazie
92
Uscite e raduni / Re:Siberia 2018 discesa Tunguska inferiore
« Ultimo post da Emilio "Belu" Beluffi il Settembre 24, 2018, 11:22:14 am »
saresti nella Hall of Fame degli esploratori insieme ad Amundsen, Darwin e Mallory.
ancora di più... Shackleton!!!!!!!!!!!!!!
93
Materiali - KMare / Re:Kayak gonfiabili: facciamo un po' di chiarezza?
« Ultimo post da Guido Brasletti il Settembre 22, 2018, 10:35:02 pm »
Bungiorno a tutti,

Mi presento, sono Guido di Udine, da una stagione  ho un gonfiabile decathlon biposto (itiwit 2 https://www.itiwit.co.uk/inflatable-12-seat-canoe-kayak-green-id_8387561)
che mi è stato regalato dopo qualche uscita con un rigido da scuola (Ho i soliti problemi di spazio e trasporto per cui il gonfiabile è un buon compromesso per me).

L’uso che ne faccio è 80% fiume calmo e 20% mare sottocosta (estate ferie).
L’uscita tipo è 3-5 ore per 10-15km in configurazione monoposto (solo ogni tanto esco con mia moglie per un breve giretto al lago)

Con l’itiwit  mi diverto molto. Sto però accarezzando l’idea di cambiarlo con un IK ad alta pressione (10psi) sea eagle razorlite 393rl monoposto (https://www.seaeagle.com/RazorLite/393rl) per avere piu scorrevolezza e velocità, potendo così fare percorsi più lunghi a parità di tempo.

Ho messo in conto una fase di “riapprendimento” visto che è parecchio più stretto e meno stabile di un classico gonfiabile.

È anche piuttosto costoso, per essere un IK, e non è importato da noi, dovrei ordinarlo in Usa o Uk/Germania. Ho visto che anche la marca tedesca kxone ha un modello molto simile, ma gonfiabile a 8psi anziché 10 e leggermente più costoso.

In altro topic ho letto di un forumista che ha il kxone e ne è soddisfatto. Vorrei chiedere se c’è qualcun altro che possiede o ha provato per bene mezzi di questo tipo (per un uso simile al mio) e ne è soddisfatto.

Grazie
Guido
94
Chat - Kmare / Re:Consiglio acquisto kayak da mare
« Ultimo post da nolby il Settembre 22, 2018, 09:02:18 pm »
Ho approfittato di un po' di giorni per chiudermi in camera
Approccio sbagliato, esci e prova quanti più kayak ti è possibile...anche se non sono quelli che avevi in mente....solo provandone potrai farti un'idea di cosa cerchi e riuscirai ad intuire, guardando uno scafo, come si può comportare e se ti può piacere


E alla fine ho ristretto la scelta, cambiandola molto dalle prime idee. Sono rimasto sui Prijon e ora punto su:
- Seayak 500 lv (polietilene)
- Marlin LV (vetro-resina)



Marlin tutta la vita. Se sposi la filosofia Prijon è il kayak definitivo. Ho passato ore da Speroni a contemplarlo in una elegantissima colorazione bianco perla (era la versione in Prilite, materiale che non so se acquisterei).
95
Uscite e raduni / Re:Siberia 2018 discesa Tunguska inferiore
« Ultimo post da Vittorio Pongolini il Settembre 21, 2018, 05:07:25 pm »
Ciao Daniele.
Devo dirti che, cercando su Google Map la allocazione del Tunguska e i paesi di partenza ed arrivo, per la prima volta mi sono comparse le curve geodetiche!! Ma come hai fatto ad affrontare una simile avventura in gran parte in solitaria? O sei un esploratore da National Geografic Society oppure...non ti dico cosa penso in alternativa, ma sicuramente se fossimo a Londra saresti nella Hall of Fame degli esploratori insieme ad Amundsen, Darwin e Mallory. Cosa ti muove ad affrontare simili privazioni e simili sforzi per quasi due mesi? Nessuno in Italia ha mai fatto simili exploit canoistici e io a confronto sono un fighetto (o forse sono uno che non ha tempo e testa per farle). Certo, conosci la Russia molto bene, però resta il fatto che è una avventura davvero pazzesca, paragonabile ad un giro del mondo in barca a vela in solitaria o al tentativo di scalata di un 8000. Si diventa abbastanza famosi per queste cose e succedono mille cose in così tanti km percorsi tra lande sperdute, anche poco piacevoli.
Quello che mi lascia perplesso è il tuo commento che "non è stato né bello né piacevole". Ma...?!?!. Cosa vuoi dire? Un'avventura del genere è bella quando la termini, no? Urgono chiarimenti e un video risolutivo on line, se no non ti si capisce (e meno male che Belu Beluffi lo rende ironico...ha ha!).
96
Chat - Kmare / Re:Consiglio acquisto kayak da mare
« Ultimo post da Davide Beach il Settembre 21, 2018, 04:28:44 pm »
Sembra che la camera di consiglio ti stia consigliando bene, illuminandoti sul materiale composito. Io la riconvocherei per ulteriori approfondimenti  ;)

Mi rendo conto che la camera di consiglio sia utile... così come il confronto con voi del forum.
5.20 è troppo borderline, fino a 5.10 sono confidente: per una pura questione di rimessaggio.

In realtà lo userei anche in autunno e primavera... inverno non so ancora perché non è che gradisca molto l'acqua gelata e comunque almeno fino a che non avrò la giusta confidenza con il mezzo e buona capacità a non ribaltarmi per una semplice distrazione.

Sono più orientato per un kayak con pozzetto...

Camera di consiglio, sto arrivando !!! ;-)
97
Uscite e raduni / Re:Siberia 2018 discesa Tunguska inferiore
« Ultimo post da Emilio "Belu" Beluffi il Settembre 21, 2018, 02:02:31 pm »
Come tutti i viaggi del genere nn e' stato ne bello ne piacevole.
fa parte dei viaggi prima e dopo (in russo "do i posle") che "durante" offrono solo difficolta.
Tra le altre cose ho perso 12 kg.
Hai visto l'orso e sei dimagrito!!  ;) ;)
98
Chat - Kmare / Re:Consiglio acquisto kayak da mare
« Ultimo post da marittimo il Settembre 21, 2018, 06:58:38 am »

Ho approfittato di un po' di giorni per chiudermi in camera di consiglio a meditare, leggere e ascoltare i vostri consigli.



Sembra che la camera di consiglio ti stia consigliando bene, illuminandoti sul materiale composito. Io la riconvocherei per ulteriori approfondimenti  ;)
Se non hai troppa fretta di concludere e ci stai con le misure per il rimessaggio (cm 520), potresti riflettere anche sul Surfski Eagle 5.2 della Mannino in Carbon-Kevlar in vendita sul mercatino del forum per € 1.400 (dal listino sarebbero 2.200).
Visto che fai base in Liguria, forse avresti anche la possibilità di provarlo senza sprecare tempo e denaro in viaggi potenzialmente inutili.
Il pozzetto tutto aperto lo rende meno adatto per la stagione fredda, ma se lo useresti prevalentemente in quella calda, eviteresti alcune preoccupazioni che angosciano i novizi circa la risalita bordo in caso di ribaltamento (eskimo, paddle float, svuotamento, ecc. ecc.).


99
Chat - Kmare / Re:Consiglio acquisto kayak da mare
« Ultimo post da Davide Beach il Settembre 20, 2018, 11:40:08 pm »
Io voto per lui.

Ti/vi farò sapere se sarà l'eletta.
Sono andato sul sito Art-Fiber e il Marlin compare ad un prezzo ben più basso rispetto al sito dell'ozono, nonostante si stia parlando della stessa imbarcazione. Come mai?

[OT] Mi chiedo se a lungo andare si può soffrire di pruriti vari sulle gambe e/o si devono fare trattamenti specifici all'interno dopo un tot di anni. [fine OT]


100
Chat - Kmare / Re:Consiglio acquisto kayak da mare
« Ultimo post da MarcoAlberti il Settembre 20, 2018, 08:23:15 pm »
Sono rimasto sui Prijon e ora punto su:
- Seayak 500 lv (polietilene)
- Marlin LV (vetro-resina)

... chissà chi la spunterà.

Qui posso dire la mia : Non ti so dare dati tecnici, ma ho avuto solo kayak progettati da Prijon! Dopo qualche anno con la prima Yukon 440 senza gavoni con cui ho fatto il primo giro dell'Elba e dopo 25 anni di un primo seayak del 1987, ho provato sia il nuovo seayak che il Marlin, come sempre nelle versioni costruite su licenza e con componenti Prijon dagli ottimi ragazzi di Art-Fiber di cui sono cliente da più di 30 anni. Ho trovato il Marlin più morbido nelle manovre e meno sensibile al vento, ugualmente comodo nell'accesso, con un'ottima stabilità primaria e con una ancora maggiore secondaria. Lo uso ormai da diversi anni in mare, lago anche con avverse condizioni meteo e ho fatto anche l' Adige Marathon con rapide, entrate in morta e in corrente ! Io voto per lui.
Pagine: 1 ... 8 9 [10]