Post recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
1
Chat / Re:Tragico inizio
« Ultimo post da maurizio bernasconi il Oggi alle 03:49:02 pm »
... "spostare l'attenzione dalla ricerca del rischio ad altri aspetti più ambientali e conviviali"
Non sono d'accordo. L'attività si sceglie in base alle preferenze di ognuno. Per molti agonisti, l'orientamento prettamente conviviale è poco desiderabile. La placida contemplazione degli stagni non attrae. Figuriamoci per un ragazzo pieno di vitalità e di slancio idealistico.
Giusto Lorenzo!, peccato però che se ne parli da un secolo... l'analisi scientifica, la classificazione e la descrizione degli incidenti sarebbe utilissima e dovrebbero occuparsene gli esperti. Anche per basare su qualcosa di oggettivo i rapporti con le compagnie assicurative e con la Legge in generale.
Si può fare invece poco affidamento sulle ricostruzioni giudiziarie, perché ci si arriva a distanza di troppo tempo e attraverso la contrapposizione di tesi di parte che possono essere espresse con più o meno capacità e forza. Chi conosce il film Rashomon di Kurosawa, ricorderà che il medesimo fatto, un volta descritto separatamente dai protagonisti, appare via via in modo sempre diverso e irriconoscibile. Visto che è possibile a quanto pare abbattere un aereo di linea con un missile oppure incenerire per decenni a cielo aperto rifiuti tossici in una delle regioni più densamente popolose del paese, la Campania, oppure combinarne anche di più gravi e tuttavia farla franca, siamo autorizzati a dubitare che proprio la sede giudiziaria sia quel tempio dove troveremo la verità.
Il documento di Frederic invece, steso a caldo dopo i fatti ed essendo controfirmato dai testimoni, privo di capziosi dispositivi e tecnicismi avvocateschi, costituisce una base seria di analisi e indica un modello di comportamento esemplare per queste situazioni.       
2
Chat / Re:Tragico inizio
« Ultimo post da Emilio "Belu" Beluffi il Oggi alle 03:09:08 pm »
Non voglio pubblicizzare nessuno, ne entrare nel merito, ne fare/alimentare polemiche, ma solo per dire che mi sembra esista già una web-application (mi sembra aperta a tutti) per registrare gli incidenti. ITALY è già presente come country, ma non c'è riportato nulla.
Potrebbe essere un punto di partenza? Uno spunto da cui partire?
https://www.americanwhitewater.org/content/Accident/view/
3
Chat / Re:Tragico inizio
« Ultimo post da Antonio Fierro il Oggi alle 12:45:32 pm »
Il discorso incidenti localizzati, documentati, analizzati, classificati e archiviati è senz'altro interessante, ma la vedo lunga. Trovo invece più filosofico ma anche più immediato cominciare a comunicare meglio e diversamente un diverso modo di andare in canoa, cioè spostare più l'attenzione dalla ricerca del rischio ad altri aspetti più ambientali e conviviali che ho già detto nel post precedente.
4
Chat / Re:Tragico inizio
« Ultimo post da Lorenzo Molinari il Oggi alle 11:09:09 am »
Leggo: "La ricerca del colpevole è un male tutto italico: non si accetta in Italia la tragica concomitanza di eventi negativi, la casualità".

A prescindere dal caso specifico, valutare eventuali responsabilità in un incidente da parte degli organi preposti NON E' UN MALE ITALICO ma è un'attività obbligata e necessaria, soprattutto quando vi sono lesioni a persone o decessi.
Gli incidenti anche se possono avvenire per tragica concomitanza di eventi (negativi o positivi che siano), raramente attengono alla CASUALITA' o - altrimenti detta - FATALITA'.

In particolare gli incidenti in canoa - e non solo quelli con conseguenze tragiche - andrebbero localizzati, documentati, analizzati, classificati e archiviati in modo accessibile a tutti, come avviene in altri paesi, per comprendere quanto spesso non siano casuali, capire come prevenirli o arginarne i danni e per migliorare le tecniche di auto-salvataggio, salvataggio e soccorso.
Questa attività - a mio parere - dovrebbe essere coordinata e gestita da un ente federale.
5
Chat / Re:Tragico inizio
« Ultimo post da Antonio Fierro il Oggi alle 09:51:45 am »
Aldilà che mi sembra prematuro e fuori luogo la ricerca delle responsabilità, (ci sono già gli organi preposti) mi sembra importante portare il livello della discussione su un altro terreno, sul senso dell' andare in canoa, cosa e come trasmetterlo ai giovani. Gli incedenti sono incidenti e possono capitare come sapete ovunque e nei modi più assurdi e disparati.
Mi piacerebbe invece che si aprisse una discussione su come far capire cosa significa la ricerca della libertà, il contatto con la natura, la bellezza del gesto atletico fine a se stesso, lo stare insieme.
E' molto pericoloso divulgare che questo sport sia solo adrenalina pura e ricerca del limite. C'è anche altro.
6
Uscite e raduni / Re:Programma Raduno Fiumi Molisani 2017
« Ultimo post da MaurizioGuidaFICT il Oggi alle 08:22:41 am »
Scusate ma come al solito ho fatto un po' di confusione con le date per via di un refuso del vecchio programma...*:D sorrisone

Anche se è abbastanza intuibile confermo che le date del raduno sui fiumi Molisani si svolgerà dal 15 al 17 aprile con questi appuntamenti utili per chi magari partecipa parzialmente:

15 aprile Colli a Volturno, sul fiume Volturno, con rilascio garantito di acqua da parte dell'Enel;
•16 e 17 aprile Colle d'Anchise - Piana dei Mulini fiumi Tammaro e Biferno con portata naturale.


Colgo l'occasione per dire che la zona è ricca anche di siti artistici e culturali. Fra tutti l'antica Saepinum o Altilia e poi San Vincenzo al Volturno, il Castello di Monteroduni, la Basilica Minore dell'Addolorata di Castelpetroso (IS)...su internet trovate immagini e informazioni su questi siti.

Maurizio Consalvi
7
Chat / Re:Tragico inizio
« Ultimo post da maurizio bernasconi il Marzo 29, 2017, 10:53:54 pm »
Risarcimento lenitivo.
8
Chat / Re:Tragico inizio
« Ultimo post da Andrea Ricci il Marzo 29, 2017, 05:33:46 pm »
grazie Fred, il tuo messaggio per me vale più di tutti.
La ricerca del colpevole è un male tutto italico: non si accetta in Italia la tragica concomitanza di eventi negativi, la casualità; perché non dà da mangiare alla famelica macchina della Giustizia, con i suoi giudici, avvocati, portaborse.
Perciò i nostri moduli di iscrizione ai raduni sono fitti e pieni di postille, condizioni, scarichi di responsabilità.
Laddove nei paesi di sana e adulta cultura della responsabilità personale sono modulini di essenziali dati anagrafici, e basta.
A chi organizza e guida da noi passa la voglia ... Ed ecco che chi si ritrova col cerino in mano, il "leader", GIUSTAMENTE poi si deve nascondere. Con buona pace della ricerca della verità dei fatti: in Italia si ricerca solo la verità processuale.
Scusate lo sfogo.
9
Discussioni F.I.Raft / Cercasi Guide Rafting su Roma
« Ultimo post da Albus il Marzo 29, 2017, 12:37:46 pm »
Cerchiamo guide rafting certificate II o III livello (FIRaft o equivalente UISP) per i prossimi mesi da aprile a luglio, per discese sul tratto urbano del Tevere a Roma.
Conoscenza della lingua inglese è ben accetta, anche se non indispensabile.

Contattare il +39 3404620204.
10
Chat / Re:Tragico inizio
« Ultimo post da Emilio "Belu" Beluffi il Marzo 29, 2017, 09:28:36 am »
Le mie più sentite condoglianze alla famiglia. Un abbraccio forte.
Pagine: [1] 2 3 ... 10