CKI il forum della canoa italiana

Post recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
1
Materiali da canoa / Re:Ahi ahi ahi....è qui che casca (meno) l'asino!!
« Ultimo post da marittimo il Ottobre 21, 2021, 12:15:19 pm »
Nel forum di http://www.standuppaddling.it li chiamano “paddler”
2
Materiali da canoa / Re:Ahi ahi ahi....è qui che casca (meno) l'asino!!
« Ultimo post da Vittorio Pongolini il Ottobre 20, 2021, 12:00:35 pm »
Dunque, telegrafico, ho scoperto che non si chiamano SUPper ma Paddleboarder (pagaia-tavolatori, letterale;  pagaiatori-su-tavola, molto meno spigolosamente).
3
Chat - Kmare / Re:boom di vendite?
« Ultimo post da marittimo il Ottobre 19, 2021, 06:24:34 am »
Potrebbe anche essere che alcune ditte abbiano avuto blocchi totali (o quasi) di produzione per via del Covid (crollo degli ordini e personale in eccedenza da ricollocare dentro o fuori l’azienda) pur continuando a cercare commesse ma che sapevano di non poter evadere tempestivamente.
Ora che la situazione sembra andare verso la normalizzazione, si trovano un po’ in affanno nel ripristinare la produttività ante Covid e quindi, forse, non la raccontano del tutto giusta sulle vere ragioni che rallentano le consegne.
4
Chat - Kmare / Re:boom di vendite?
« Ultimo post da missouri il Ottobre 18, 2021, 02:26:05 pm »
boh le vendite di un marchio possono dipendere da innumerevoli fattori.
le ultime 2 estati in europa sono state condizionate, io ad es ho sfruttato maggiormente la canoa e la tenda, in spiaggia sono stato 5 giorni a settembre perchè i prezzi mi son sembrati superiori al solito. in acqua non mi pare di aver trovato più imbarcazioni del solito.

a livello globale penso che ogni anno ci siano una vagonata di persone che entrano sul mercato. basti pensare quanti cinesi, indiani, vietnamiti ecc... ogni anno escono dalla povertà ed entrano nella classe media, magari nel 2020 hanno rimandato gli acquisiti e bastano loro a fare migliaia di ordini immagino.
ad es a me è capitato anni fa di vedere un kayak di fabbricazione cinese che mi piaceva molto, speravo arrivassero sul mercato ed invece non ne ho più sentito nulla. possibile che abbiano una domanda interna ora.
5
Chat - Kmare / Re:boom di vendite?
« Ultimo post da nolby il Ottobre 16, 2021, 01:36:43 pm »
Io frequento il CK90 di Vercurago (Lecco). Da noi il record di iscritti effettivamente c'è stato. La flotta di barche in dotazione è sempre stata più che sufficiente a soddisfare le esigenze mentre quest'estate, nonostante l'acquisto di 5 nuove canoe a fine 2020 ed altre 6 pochi mesi fa nel fine settimana era necessario "prenotarsi" altrimenti tra corsi e soci che volevano fare un giretto era facile trovarsi senza materiale.
Frequentando la sede sopratutto in giorni lavorativi verso metà pomeriggio/sera devo dire che dopo le 18 praticamente tutti i giorni c'era sempre in acqua almeno un istruttore che accompagnava i nuovi iscritti.

Girovagnado sul web anche il negozio https://canoediffusion.oxatis.com/ ha in home page un avviso in cui si dice che la richiesta è di molto aumentata e quindi i tempi di consegna dilatati.


Poi sono d'accordo con te.... in giro si vedono sempre le stesse facce... ma si sa che per il grosso delle persone uscire 2-3 volte nella bella stagione e farsi l'oretta o due in acqua per mettere la foto su instagram basta ed avanza... ma nel mucchio qualcuno che fa strada salta fuori.
6
Chat - Kmare / Re:boom di vendite?
« Ultimo post da marittimo il Ottobre 16, 2021, 07:20:46 am »
Conosco poco il mercato canoistico perché mi costruisco tutto da solo e vendo raramente giusto per liberarmi di cose che non mi servono più e che mi occupano spazio.

Verso aprile di quest’anno chiesi al mio circolo (dove tengo la canoa) se c’era un posto libero sulla rastrelliera per il SUP. Mi dissero che stavano valutando perché quest’anno avevano molte richieste. Alla fine il posto l’ho avuto quasi subito e il boom di nuove iscrizioni non l’ho notato. Solo un paio di facce nuove. Un neo pensionato che aveva acquistato (a prezzo simbolico) un kayak anni 80 malandato e che aveva risistemato durante l’inverno e un ragazzo che aveva comprato la canoa di un altro socio del circolo ed a cui era subentrato.
Canoe di nuova produzione non ne ho viste.

In mare (oltre 500 km percorsi tra canoa e SUP) credo invece di aver incrociato meno canoe rispetto all’anno scorso, comprese quelle che gli stabilimenti balneari affittano ai turisti per un breve giretto davanti alla spiaggia (normalmente SOT in polietilene intorno ai 3 m).
Forse c’è stato qualche SUP in più.

Il boom (ma in realtà una riconversione) invece c’è stato nel settore windsurf con foils. Parlo sempre del mio circolo.
7
Chat - Kmare / boom di vendite?
« Ultimo post da nolby il Ottobre 15, 2021, 05:40:10 pm »
Apro questa discussione con lo spirito di una "chiacchera da bar" fine a se stessa riguardo l'aumento della domanda sul mercato canoistico in questo periodo.

A metà settembre mi è arrivato un nuovo kayak marchio Tiderace e su Facebook un utente danese mi ha domandato quanto tempo prima l'avessi ordinato perchè lui era in lista d'attesa per la consegna di un esemplare uguale al mio da marzo.
Ho pensato che fosse a causa della scarsità di materie prime conseguente alla pandemia ma oggi sui social ho visto un annuncio da parte di P&H che rimandava a questo articolo sul loro sito:
https://www.phseakayaks.com/blog/how-to-buy-a-canoe-or-kayak-in-2022/

Fondamentalmente pare abbiano avuto richieste raddoppiate durante la primavera/estate 2021 e che -contrariamente a quanto è sempre accaduto durante i 50 anni di attività dell'azienda- non ci sia stato un significativo calo della domanda con l'arrivo della stagione fredda.
Ad aggravare ulteriormente i ritardi vi sarebbero anche dilatati tempi di distribuzione del prodotto (causa Brexit immagino, problematiche probabilmente estranee a Tiderace dato che in inghilterra vi è solo la sede del marchio mentre la parte di produzione vera è propria è in Portoglallo presso la fabbrica Nelo).

Che la pandemia abbia aumentato la voglia di outdoor lo avevamo notato un po' tutti ma non pensavo fino a questo punto. Vi è oltretutto da considerare che P&H e Tiderace sono marchi di alto livello i cui prodotti non sono certo a buon mercato per cui a logica dovrebbero essere esenti da questa ondata dato che non sono certo tra le scelte papabili di un principiante che al 99% dei casi si indirizza verso sit-on-top, gonfiabili o comunque kayak da mare entry-level.

Ultimamente mi sta incuriosendo anche il mondo della canoa canadese, sempre turistica. E' di pochi giorni fa la notizia che Ozone inizierà ad importare anche Esquif. Anche qui immagino che se in questo momento un'azienda decide di iniziare una nuova collaborazione così importante si sia fatta prima due conti sul possibile rientro.
Ozone aveva già a catalogo le canadesi NovaCraft con una gamma di prodotti già abbastanza completa ed anche in questo caso con Esquif  non parliamo certo di prodotti "da banco" ma di canoe pensate per il pagaiatore già più esigente dal prezzo immagino decisamente più alto rispetto alla canadese della Rainbow. E consideriamo che in Italia già il kayak da mare è un settore di nicchia, quello della canadese turistica ancor di più.

cosa ne pensate? Bello pensare che molta gente si interessi a vivere e conservare la natura anche attraverso la pagaia....anche se avrei giusto un paio di idee piuttosto sgradevoli riguardo le conseguenze di una diffusione smodata degli sport di pagaia..
8
Chat / Re:L'arte del pagaiare: storia illustrata
« Ultimo post da marittimo il Ottobre 14, 2021, 10:05:00 am »
Finalmente arrivato :) In realtà sarebbe arrivato un paio di giorni fa ma non avevo avuto il tempo di andare a prenderlo alla posta.
Direi impaginato anche molto bene. Niente a che vedere con un altro libro comprato sempre su Amazon e che non aveva neppure il testo giustificato (oltre a foto solo in BN e di qualità molto scarsa). Anche la qualità della carta mi sembra superiore.
:) :) :) :) :)
9
Materiali - KMare / Re:Kayak gonfiabile Decathlon Itiwit X500 recensione
« Ultimo post da paoloianes il Ottobre 13, 2021, 10:49:34 pm »
Ciao Guido, mi dispiace non aver la tua tempestivamente la tua risposta.
Nel frattempo ho fatto qualche foto alla cimetta per il paddlefloat. Spero di aver capito come inserire foto nei post perchè l'anteprima non me le mostra.
Come vedi ho fatto un anello con una cimetta sottile, ho fatto una bocca di lupo sulla maniglia (è il nodo più facile da sfilare) e ho usato uno stringicavo che fa un anello. Quando sei in acqua infili la pagaia nell'anello di corda, stringi con una sola mano lo stringicavo in modo da bloccare la pagaia. Così mentre ti giri per entrare nel pozzetto non ti scappa via. Poi con una mano sola allenti lo stringicavo e togli la pagaia. Bisogna riuscire a fare tutto con una mano sola: con l'altra ti stai facendo il segno della croce...!

Circa il paddlefloat: il più economico sul mercato è proprio quello che usa l'americano nel suo filmato ed è anche quello che ho preso io. Lo trovi qui:
https://www.amazon.it/dp/B07F1G4CB8?psc=1&ref=ppx_pop_dt_b_asin_title
Costa circa E. 35 e lo spediscono anche gratis, se aspetti.

In alternativa c'è quello di Decathlon che costa circa E. 40 e lo trovi qui:
https://www.decathlon.it/p/galleggiante-pagaia-kayak-paddle-float/_/R-p-307572.

Del primo (il secondo non l'ho provato) ho trovato comodissimo il fatto di poterlo chiudere con una sola mano perchè ha l'ancorotto a scatto. Quando ti devi tenere vicino il kayak perchè ci sono 20 kn di vento e una bella onda come mi è capitato sabato scorso a Torbole ti assicuro che è una benedizione! Ho voluto provare condizioni severe e ne ho fatto le spese...!
Ho imparato che è utile avere una cimetta per legare la pagaia al kayak (diversa da quella che serve per la manovra di rientro) e anche un elastico che vorrei mettere a prua tra le due maniglie laterali perchè se devi fare qualcosa con due mani (mettere il paraspruzzi in quella mastra pessima, sgonfiare il paddlefloat, svuotare il kayak con la pompa di sentina, sistemare il bagaglio a bordo, mangiare un panino...) non sai mai dove mettere la pagaia.

10
Chat / CKI- le schede fiumi non si leggono più
« Ultimo post da Frederik Beccaro il Ottobre 13, 2021, 12:44:22 pm »
Dopo gli idrometri, la possibilità di aggiornare le schede fiumi anche la semplice visione delle vecchie schede è morta
Peccato la realtà CKI era gran cosa :'(
Pagine: [1] 2 3 ... 10