Autore Topic: sognofjord in kayak  (Letto 791 volte)

Maggio 12, 2018, 02:40:57 pm
Letto 791 volte

Tompson

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 2
  • Testo personale
    ...
Ciao a tutti! sonoTommaso di bologna e ho 19 anni. Insieme a un paio di amici verso fine luglio avevamo intenzione di percorrere il sognefjord in Norvegia con il kayak. Data la nostra limitata esperienza vi scrivo per chiedervi un paio di informazioni. Conoscete paesi/città all'inizio o lungo il fiordo dove poter noleggiare o eventualmente comprare a poco i kayak? Qualcuno che ha gia fatto questa o altre esperienze simili potrebbe darmi qualche consiglio/dritta? grazie in anticipo

Maggio 17, 2018, 08:04:13 pm
Risposta #1

Vittorio Pongolini

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 604
  • Testo personale
    Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Ciao, giovane Tommaso. Ti rispondo io anche se non conosco il Sognefjord. Ho fatto un fiordo in kayak ma in Nuova Zelanda (Milford Sound) e ho fatto quel pezzo di Norvegia in moto. La somma delle due cose più gli anni di canoa kayak che ho sulle spalle mi dà una notevole esperienza al punto che io sia in grado di darti qualche dritta.
Cominciamo dalla inesperienza. State attenti, molto attenti. In quei  fiordi della costa ovest della N piove spessissimo e repentinamente e le nuvole si abbassano fino a coprire di nebbia qualsiasi cosa, kayaker compresi. Non si vede letteralmente a più di 5/10 m! Poi il vento, che incanalandosi tra le alte sponde, con l'effetto Venturi, diventa un nemico invincibile e non solo non consente di avanzare ma vi fa indietreggiare o, peggio, vi manda a mollo. Quindi, sempre attenti al meteo.
Poi, quel fiordo è il più lungo della N. Pianificate bene il tragitto diuturno che volete percorrere (all'inizio 20/25 km al max, poi dopo una settimana potete percorrerne fino a 35/40)  e "appoggiatevi" logisticamente alla Scuola di Kayak che troverete per noleggiare i KdM smanettando da subito su internet. Li troverete senz'altro perché in molti pagaiano lassù e mi è bastato scrivere un attimo "Kayak Sognefjord" per trovare una gran quantità di riferimenti internet.
Vi consiglio poi di portarvi da qui un bel po' di abbigliamento per pagaiare e il sacco a pelo nonché per le soste e il resto relativo all'attrezzatura  lo chiederete lassù (sacche stagne e necessario per cucinare, eventuale fornello e pentole etc.) ma dipende come avete intenzione di affrontare l'esperienza cioè se da eremiti in tenda o se vorrete appoggiarvi ai "sea shelter" che sicuramente si troveranno lungo le sponde e che sono per tutti i naviganti, kayaker compresi.
Insomma, chiedete subito tutto a coloro a cui vi appoggerete per il noleggio dell'attrezzatura: non vi consiglio di acquistare i sea kayak perché poi dovreste lasciarli in conto vendita - a meno che non abbiate un paio di mesi di tempo per fare tutto - e in genere è una perdita secca in termini economici perché non hai garanzie dirette. Poi, non so quanti siete, ma se riuscirete a riempire due kayak doppi sarebbe ottimo: hanno una capacità di carico davvero notevole (fino a 60 kg) e in due sullo stesso ci si supporta meglio e, non ultimo, sono più stabili per degli inesperti.
Ecco, ora che hai letto queste mie vaghe informazioni generali, collegati ad internet e comincia a pianificare il vostro viaggio in KdM in Norvegia, la terra vichinga che ha permesso nel '75 di effettuare la madre di tutte le moderne spedizioni di Kayak da Mare, la famosa British Norway Expedition con i kayak Nordkapp, lungo tutta la costa ovest norvegese. (https://www.expeditionkayak.com/chronology-of-sea-kayaking/)
 
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.

Maggio 18, 2018, 12:47:02 pm
Risposta #2

nolby

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 194
  • Testo personale
    MARCO
Informatevi bene.... dubito che noleggino kayak senza "brevetti" tipo BCU o simili....rischiate di essere costretti a seguire qualche tour guitato perdendo ogni autonomia (e dovendo pagare la guida).


Maggio 18, 2018, 03:30:05 pm
Risposta #3

Andrea Ricci

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 258
  • Testo personale
    non la canoa, bensì la pagaia è il nostro sport
    • acquamossa
Andrea Ricci
acquamossa(chiocciola)tiscali.it
339 8808 312

Maggio 22, 2018, 07:15:17 pm
Risposta #4

Vittorio Pongolini

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 604
  • Testo personale
    Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Chissà se il giovane Tommaso ha letto la mia risposta? Hey Tommaso, l'hai letta? Ci sei? Ho impiegato una ventina di minuti a risponderti... Non è che proprio mi diverta alla follia a darti consigli se poi non li leggi e non favelli...
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.

Maggio 23, 2018, 11:51:08 am
Risposta #5

Emilio "Belu" Beluffi

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 28
  • Testo personale
    Life's 2 short 2 waste it. GO KAYAKING!
Chissà se il giovane Tommaso ha letto la mia risposta? Hey Tommaso, l'hai letta? Ci sei? Ho impiegato una ventina di minuti a risponderti... Non è che proprio mi diverta alla follia a darti consigli se poi non li leggi e non favelli...

...l'hai spaventato.. e poi.. a 19 anni.. secondo me voleva più che altro sapere dove trovare la topa!  ;D

Maggio 23, 2018, 12:07:28 pm
Risposta #6

MarcoAlberti

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 6
  • Testo personale
    ...
" ... State attenti, molto attenti. In quei  fiordi della costa ovest della N piove spessissimo e repentinamente e le nuvole si abbassano fino a coprire di nebbia qualsiasi cosa, kayaker compresi. Non si vede letteralmente a più di 5/10 m! Poi il vento, che incanalandosi tra le alte sponde, con l'effetto Venturi, diventa un nemico invincibile e non solo non consente di avanzare ma vi fa indietreggiare o, peggio, vi manda a mollo. Quindi, sempre attenti al meteo...
Da non sottovalutare anche il pericolo dovuto alle correnti di marea, in certi fiordi veramente impressionanti e pericolosissime.

Maggio 23, 2018, 12:10:56 pm
Risposta #7

Tompson

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 2
  • Testo personale
    ...
ciao vittorio, scusa ma in questi giorni non ero riuscito ad accedere al forum per controllare eventuali risposte. grazie mille per tutte le informazioni preziosissime che ci hai fornito e per il tempo dedicato. abbiamo tutti un ottima capacita di adattamento in ambienti naturali e frequentando spessissimo l'ambiente montano sappiamo come comportarci in situazioni meteo sfavorevoli. ora sono in contatto con un noleggio kayak a flem, in base a quello che mi consiglieranno anche loro decideremo come organizzare il viaggio ( sempre che non ci obblighino a prendere una guida). grazie ancora a vittorio, nolby e andrea per i consigli! buona giornata

Maggio 24, 2018, 05:48:29 pm
Risposta #8

Vittorio Pongolini

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 604
  • Testo personale
    Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Ciao Tommaso. Ecco, questo sito vive molto di domande e risposte ed è per questo che volevo sapere se avevi letto la mia risposta. Tutto qui. In ogni modo tutti vorremo sapere come sarà andata la vostra avventura lassù, mi raccomando, e Emilio "Belu" Beluffi vorrà sapere anche qualcos'altro... Tienici aggiornato di tutto!
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.