Autore Topic: Consiglio Kayak gonfiabile per turismo marino  (Letto 7603 volte)

Gennaio 08, 2016, 02:42:53 pm
Letto 7603 volte

defender06

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 7
  • Testo personale
    ...
Ciao a tutti, sono Davide di Genova e questo è il mio primo post sul sito.

Questa estate, dopo aver provato l'emozione di pagaiare in Grecia, ho comprato il kayak gonfiabile (sarebbe meglio dire canotto  ;D ) Sevylor Riviera pagandolo poco più di 100 euro. Non mi aspettavo molto ed invece mi ha permesso di percorrere molti km, anche con mare mosso, tra costa ligure e Calanque di Marsiglia.

Per la prossima stagione ho in mente di fare molto turismo marino in coppia; ho intenzione di fare escursioni di più giorni portandomi cibo e vestiti (ho bisogno di spazio) e di andare anche fuori italia caricando il kayak in aereo (lo specifico anche per evitare i soliti commenti del tipo 'prenditi un rigido'). Non escludo sporadiche uscite su fiumi tranquilli.

Come spesa vorrei stare sotto i 700€ ... dopo aver letto molti topic sul forum mi sarei orientato su questi modelli:
- http://www.gumotexitalia.it/solar-410-c
- Yakkair Lite 2 della Bic
Il primo sembra un pò un giocattolo, col fondo in tubolari e i dettagli non troppo curat ... ma ne ho letto recensioni entusiastiche; pare inoltre piuttosto spazioso.
Il secondo sembra invece rifinito molto meglio e più resistente, ma sembra avere poco posto per caricare le sacche stagne e da quello che leggo si basa su camere d'aria delicate protette da teli esterni...

...attendo consigli  ;)

Gennaio 08, 2016, 07:49:31 pm
Risposta #1

Vittorio Pongolini

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 606
  • Testo personale
    Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Ciao Davide. Se vuoi fare "molto" turismo marino in coppia i gonfiabili non te lo permetteranno ... molto. Ma qui si apre un menù a tendina: "molto" cosa? Distanze? Tempo? Soddisfazione? Il primo escludilo. Il secondo consideralo, il terzo abbastanza (cosa? è un avverbio, ma si capisce, dài) . Se però sei andato da Genova alle Calanques davvero sei mitico! Chiedi una sponsorizzazione. Ho avuto anni addietro per sfizio una Solar e proprio non andava. Rivenduta. Penso che quello della Bic sia meglio per tutto, ma peggio per il prezzo. Scegli sempre qualcosa che abbia una parvenza di chiglia che tagli l'acqua. La Gumotex però produce gomme robustissime, il nome ne è lo specchio.
Insomma, "Vai dove ti porta il cuore".
PS Solo una curiosità: hai mai provato un "rigido"? Ci  sono anche "rigidi" smontabili, ma se compri quelli non vai in ferie per cinque anni!

Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.

Gennaio 08, 2016, 08:30:03 pm
Risposta #2

defender06

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 7
  • Testo personale
    ...
Ciao Vittorio, grazie per la risposta  ;)
Una precisazione, non sono andato da Genova alle Calanque ... ho fatto molte uscite nella zona compresa tra La spezia e Marsiglia.
Come percorrenza massima in giornata, con il Riviera che ho attualmente, non penso di essere mai andato oltre ai 20km.

Tornado al topic. In effetti il termine 'molto' può voler dire tutto e niente ... diciamo che la mia idea per primavera ed estate è fare uscite tutti i weekend. Conto di dormire in spiaggia parecchie volte. Come progetti su più giorni per ora ho minorca, corsica, elba ... poi si vedrà.

Come dicevo non ho preso minimamente in considerazione i rigidi (per un infinità di motivazioni già ampiamente esplicitate nei tanti topic/flame rigido ws gonfiabile ;) ) mentre non ho considerato gli smontabili per una questione di prezzi (ho letto molto a riguardo ma non mi pare ci sia niente di serio e duraturo stando sui 7/800euro).
Sono interessato ad un mezzo che mi permetta di godermi una vacanza di 2,3,4 gg in mare in sicurezza e che non mi duri un solo anno; vorrei quindi focalizzare il discorso sui due modelli citati o su modelli analoghi per tipologia e costo. Il problema di questi mezzi è che non esistono (o non conosco) posti in cui poterli provare.

Spero di aver dato qualche info aggiuntiva per avere info da chi ne sa più di me. Grazie mille!!!

Gennaio 09, 2016, 10:11:39 am
Risposta #3

santino spada

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 72
Chiedo scusa a Pongolini ma ci sono Falboot a 2 posti che costano molto meno tipo Triton Vuoska 2 posti sui 2000 €.
L'ho visto in acqua al giro AIDO del lago di Garda e mi ha impressionato viaggiava molto bene .
Io un un Klepper 2 posti lo uso poco ma mi da molte soddisfazioni .
Viaggiare con un rigido o semirigido tipo Falboot è molto meglio di un gonfiabile , specialmente se c'è vento .
Poi per gli ingombri sacche o altro ognuno a la sua misura.
A proposito dei voli aerei un amico Tedesco mi ha consigliato quando imbarchi per non avere problemi strani di personale che non capisce , dichiarare che è materiale sportivo.
Un saluto a tutti .
Prendo l'occasione per AUGURARE A TUTTI UN BUON ANNO.
Tino

Gennaio 09, 2016, 02:25:16 pm
Risposta #4

Lorenzo Molinari

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 86
Ciao, io ho Elios di Gumotex, che ho usato per turismo e campeggio nautico in mare in due persone mai per più di due giorni consecutivi, troppo poco spazo per caricare. Comunque le Gumotex sono di ottima qualità, molto robuste e abuon prezzo.
Vantaggio delle gonfiabili è solo la praticità: le puoi mettere in un sacco e prendere un autobus o un treno o un aereo, ma altimenti se ti muovi in macchina meglio la canoa rigida! Scarroccia meno con vento laterale, più veloce, più capiente a parità di lunghezza, ecc.
Da ultimo tieni presente che le canoe gonfiabili dopo una quindicina d'anni se tenute bene (prima se tenute male) tendono a scollarsi e iniziano i guai.... Almeno per la mia è stato così, nonostante l'abbia tenuta sempre al chiuso e al buio. Andrebbe anche lasciata aperta e leggermente gonfia, ma ad avere lo spazio...

Gennaio 10, 2016, 06:13:51 pm
Risposta #5

gianfrancesco costantini

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 23
    • patupatu
Tra i due indicati, il gumotex è probabilmente il più adatto a fare del "camping nautico" o in kayak. Qualsiasi canoa gonfiabile aperta un po' robusta è adatta. Noi abbiamo fatto diversi giri con i nostri 2 di "basso costo".. un sevylor colorado (secondo me adatto per i fiumi, ma meno per il mare, visto che è molto alto sull'acqua... che presenta come quasi tutte le canoe a doppio guscio due problemi: fragilità - annunciata - dei tubolari interni e lenta asciugatura) e un pathfinder cinese (più bagnato e che porta un po' meno di peso). La forma migliore per me è quella del pathfinder: ce ne sono di simile forma e di qualità migliore, anche ad alta pressione, quindi più solidi e performanti. Cercherei uno di quelli.
Quanto al "carico", immagino dipenda dai gusti personali. Se non si pretende di portare con se una casa, ma si pensa a "bivacchi" qualsiasi gonfiabile dovrebbe andare bene.

Gennaio 11, 2016, 10:09:57 am
Risposta #6

defender06

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 7
  • Testo personale
    ...
Grazie a tutti per i consigli!!!

X gianfrancesco: mi incuriosisce il discorso 'forma'. Poichè mi sarà impossibile testate le canoe, riuscirò al massimo a vederle esposte, volevo capire ad occhio cosa considerare. Come dicevo in apertura di topic, esteticamente la bic risula più 'accattivante', con una linea bassa, spigoli più definiti e fondo sagomanto ... ma dai numerosissimi post e commenti letti con stupore la gumotex ne esce vincente.
Non vorrei spendere una discreta cifra e ritrovarmi con una canoa che si comporti, in caso di vento o correnti forti, come la Riviera che spesso tende a girarsi e allinearsi agli elementi.  :-X

Gennaio 15, 2016, 01:09:28 pm
Risposta #7

gianfrancesco costantini

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 23
    • patupatu
La forma. Probabilmente la forma ideale per il mare è quella di un kayak eschimese: lungo, stretto, con la prua e la poppa affilate, una carena a V, bordo libero basso (il più basso possibile) e una pontatura che impedisce alle onde di allagare l'imbarcazione. Il tutto affiancato dalla rigidità. Una forma del genere è impossibile o quasi su una canoa gonfiabile e comunque sarebbe incompatibile con la possibilità di imbarcare un carico adeguato a fare del camping nautico. Forme del genere però sono quelle adottate da quasi tutti i kayak a struttura rigida e in tessuto. Per una canoa gonfiabile penso che - per navigare in mare o in un lago - si dovrebbe scegliere una forma che si avvicini il più possibile a quelle di un kayak: il bordo basso fa imbarcare acqua ma offre meno superficie al vento, la lunghezza consente sia riflette sia sulla velocità (la velocità di un corpo immerso è proporzionale alla lunghezza), sia sulla stabilità di rotta, sia sullo spazio disponibile. La pontatura - disponibile in alcuni casi - influisce sulla capacità di carico effettiva (che in genere è più voluminoso che pesante). Per evitare di andare a zig zag o di seguire troppo il vento una o più derive possono aiutare molto (in alcuni casi, per esempio, quello del pathfinder, il comportamento cambia totalmente con e senza derive). Ovviamente lunghezza e derive rendono più lenta o difficile la virata. Il bordo alto rende una canoa più asciutta, ma non ha altri vantaggi e in mare è un grande svantaggio. Inoltre, se la canoa è lunga i tubolari possono essere di minor diametro. Un aspetto importante per la forma è la pressione di gonfiaggio. In ogni caso preferirei canoe ad alta pressione, anche se costano parecchio di più. Per di più le canoe ad alta pressione sono più robuste, tanto nei materiali (l'ideale come al solito sarebbe l'hypalon, ma credo non sia quasi più usato per ragioni di costo), che nelle incollature. Guardando la Sevylor Riviera, ho l'impressione che quasi tutte le canoe/kayak di fascia un po' più alta (comprese le sevylor) abbiano un miglior comportamento in acqua. Se non si vuole navigare in fiumi mossi (cosa che richiederebbe comunque kayak gonfiabili di più alta gamma) penso convenga un doppio anche se si è da soli: i vantaggi connessi alla lunghezza ripagano gli svantaggi di peso e di costo.

Gennaio 15, 2016, 10:10:01 pm
Risposta #8

michele varin

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 31
  • Testo personale
    ...
Ciao Davide,
vedi un pò 'sto link, è gente che col gonfiabile ha girato tanto  http://www.inflayak.com/
Puoi anche vedere questo sito (ammericano...) che riguarda principalmente i pieghevoli ma ha una sezione sui gonfiabili  http://www.foldingkayaks.org/phpBB/viewforum.php?f=33&sid=f4c73d708fcb254653c05030110297c3

In generale per mettere il kayak su un aereo (pagando un carico supplementare, e son palanche...) ed avere allo stesso tempo un'imbarcazione per navigazioni di più giorni credo sarebbe meglio un pieghevole, ma a 700 euri la vedo dura.
Ciao
Michele

Gennaio 18, 2016, 10:40:50 am
Risposta #9

defender06

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 7
  • Testo personale
    ...
Ciao ragazzi, grazie mille per le info aggiuntive ... tutte molto interessanti.

Sabato mi sono recato a torino e ne ho approfittato per comprare il Solar C410 da un negozio fisico (non faccio nomi per evitare pubblicità); il prezzo che mi hanno fatto è stato ottimo e sono stati molto gentili e disponibili nel spiegarmi un sacco di cose.

Se il meteo lo permetterà spero di fare una piccola prova già sabato prossimo.
Vi tengo aggiornati. ;)

Febbraio 26, 2016, 05:27:46 pm
Risposta #10

danielebardi

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 12
  • Testo personale
    ...
Ciao... Io ti consiglierei di andare sempre su SEVYLOR. La
COLORADO o meglio ancora la YUKON dai un'occhiata ai prezzi... Direi che sono ottimi per la tua esigenza

Aprile 13, 2018, 03:34:34 pm
Risposta #11

defender06

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 7
  • Testo personale
    ...
Ciao a tutti, per puro caso mi sono imbattuto in questo mio vecchio topic. Sono passati due anni e mi pare giusto riportare la mia esperienza con la Solar per chi si starà ponendo gli stessi dubbi che avevo io.

In questi due anni io e la mia ragazza abbiamo macinato centinaia di KM. Al di la della Liguria, esplorata in lungo e largo, abbiamo fatto una settimana di turismo nautico in Sardegna (da Olbia a Palau, compreso arcipelago della Maddalena), una settimana in corsica (da San fiorenzo a Piana), il giro dell'Elba, il Giglio, le Calanque di Marsiglia (con anche le isole), le Eolie (vulcano-lipari-salina), le Porquerolles e tanto altro.
La solar si è sempre comportata molto bene anche con mare 'mosso'. Siamo riusciti sempre a portarla con noi senza problemi (ci spostiamo spesso in treno o traghetto) e a caricarla all'inverosimile. In media, da allenati, abbiamo percorso 30 km al giorno, con punte di 40 ad inizio stagione stiamo sui 25.

Ci manca ancora da provare l'aereo, ma lo faremo a fine mese andando in Grecia.
In fiume non siamo ancora andati (inizieremo questa estate), ma passiamo spesso contro gli scogli e non abbiamo mai avuto noie.

Unica pecca che ho sempre notato è la scarsa copertura in punta che, in caso di mare molto agitato e di carico elevato, ci ha portato ad imbarcare acqua. Memorabile il passaggio da punta Marginetto alla Maddalena  :o :-X :-\ . Noto però che con il nuovo modello questo problema è stato risolto.

Insomma vi consiglio questo prodotto.
Ora sarei curioso di fare il salto successivo e provare i modelli ancora superiori o la Nomad Hp3...ma prezzi ed il peso mi fermano.

Maggio 13, 2018, 09:20:56 pm
Risposta #12

bob72

  • Newbie

  • Offline
  • *

  • 1
  • Testo personale
    ...
Ciao Davide,

ti parla uno che non e' un professionista del kayak, ma che ne ha cambiati diversi iniziando dai gonfiabili ( compresi i gumotex) , passando al polietilene, poi a quelli in fibra, chiusi, aperti....da un paio d' anni ho trovato la pace con un gonfiabile un po' particolare: uno slider 2 della kxone tutto gonfiabile a 8 psi di 4, 80 m
Ho trovato la perfetta sintesi tra comodita, leggerezza, velocita' direzionalita, sicurezza ( anche in 3 con bambino a bordo).
Certo, non costa poco ma credimi, sono soldi spesi bene.E' robustissimo e in 5 minuti e' pronto per navigare senza nessun assemblaggio ( pezzo unico con 3 camere d'aria tutte a 8 psi ( 0,5 bar)
L'edizione 2018 va addirittura a 10 psi ( praticamente come le tavole da sup ).
Con un k cosi, non avrai certo problemi a macinare km.
Ps: si compra bene in germania in un negozio che fa vendite anche on line a dorsten.
Se vuoi maggiori notizie fammi sapere. Ciao

Maggio 17, 2018, 02:51:04 pm
Risposta #13

Lorenzo Molinari

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 86
Non conoscevo Slider 485 della Kxone e dal sito pare effettivamente una canoa di qualità, analoga anche a Sea Eagle 473.
Sono riparabili e come?

Il mio dubbio, però, rimangono sempre le saldature/giunzioni, che tendono a perdere aria dopo una decina d'anni, specie se riposte sgonfie, e quando una gonfiabile inizia a perdere aria dalle saldature/giunzioni non resta che buttarla. Come si ripara perde aria da un'altra parte. Così è accaduto alla mia Gumotex che avevo conservato sempre al meglio.
Spendere tanto denaro (circa 1300€) per una canoa che dura solo una decina d'anni per me non ne vale la pena, usandola saltuariamente solo quando altri tipi di canoe rigide e più performanti diventano scomodi da utilizzare (nel caso ad esempio di viaggi in treno o in aereo).
Che idee avete al riguardo?
Grazie

Giugno 12, 2018, 03:39:07 pm
Risposta #14

Lorenzo Molinari

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 86
Canoa gonfiabile?

Vi suggerisco il seguente e curioso articolo:
"Ordering a drop stitch inflatable kayak from China",
disponibile al link:
http://boathouse.johnhoogstrate.nl/kayak/drop_stitch_kayak_from_china/