Autore Topic: Deflusso minimo vitale per il fiume Chiese.  (Letto 3188 volte)

Settembre 06, 2017, 07:18:04 pm
Risposta #15

Vittorio Pongolini

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 547
  • Testo personale
    Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Ciao Mazzotti. Ho visto le cartine che hai messo nell'allegato che sono più chiare dell'articolo in link perchè non si riesce a leggere bene per la pubblicità a dx. Ma il sistema di depurazione di Moltizze è davvero in disuso? Possibile? Un qualcosa che dovrà raccogliere tutta quella merda che attualmente non va? Mah, ho dei forti dubbi che riesca a raccoglierla tutta. Ho visto anche che è nel basso tratto del Chiese. Si va in canoa lì in bassa valle? Bisognerebbe evitare che venga fuori un nuovo Lambro bresciano... D'altro canto, se prima scaricavano quasi direttamente nel Garda, magari con una depurazione approssimativa, è meglio, se dovesse funzionare bene, che facciano una depurazione ad hoc e poi scarichino in acque correnti, più ossigenate che non un lago.
E' tutta una questione di reazioni di ossido-riduzione il trattamento dei liquami (umani, animali o industriali): tutto sta a vedere e, soprattutto, controllare che siano adottati i dovuti tempi tecnici necessari ai processi ossidativi.
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

We can't afford to squander more of our rivers with dirty dams when real clean energy solutions exist. But... we have to be realistic with our actual energy consumptions!

Ottobre 07, 2017, 05:55:38 pm
Risposta #16

Luciano Mazzotti

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 37
  • Testo personale
    Caffaro 11.7.2010
    • Cooperativa Unitaria
Grazie Pongolini e scusami per il ritardo con cui Ti rispondo. Il depuratore in località Moltizze era stato costruito tanti anni fa, con denaro pubblico, (al tempo dei fenomeni di "invasione" dell'Adriatico da parte delle alghe, che si diceva venivano alimentate dagli scarichi zootecnici, che vi arrivavano dai fiumi; ricordi?) per depurare i liquami degli allevamenti zootecnici, in particolrae suinicoli, della zona. Ma non ha mai funzionato e non è mai entrato in funzione; adesso è un rudere da "rottamare". Ora il consorzio Garda Uno s.p.a. vorrebbe portare in località Moltizze le acque miste (acque di fogna ed acque piovane assieme) dei paesi della sponda Bresciana del lago di Garda, con un nuovo mega condotto fognario, vorrebbe demolire e rimuovere le strutture del vecchio depuratore  in località Moltizze e costruirne uno più grande, che possa depurare, QUANDO NON PIOVE, le acque di fogna dei paesi della sponda Bresciana del lago di Garda; il tutto a spese della collettività. Ovviamente, quando piove, le acque miste di fogna andrebbero nel Chiese.
Finora gli scrichi fognari di dei paesi della sponda Bresciana del lago di Garda andavano alla sponda Veronese del lago di Garda, trmite una condotta "sublacuale", che attraversa il Lago, e poi, da lì, al depuratore di Peschiera, sul Mincio; ma, a causa della mancata manutenzione, la condotta "sublacuale" è divenuta un colabrodo, per cui al depuratore di Peschiera arriva più acqua di lago, che acqua di fogna.
Per quanto riguarda la canoa sul basso Chiese, mi riservo di parlartene più avanti, perchè questo mio scritto è già troppo lungo e non vorrei stufare eccessivamente.


Ottobre 08, 2017, 05:45:47 pm
Risposta #18

Luciano Mazzotti

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 37
  • Testo personale
    Caffaro 11.7.2010
    • Cooperativa Unitaria
LUNEDI' 9 OTTOBRE P.V. alle ore 20:30, Sala Polifunzionale di Condino (Tn), tutti sono invitati alla 6a Assemblea pubblica della Petizione per difendere il deflusso minimo vitale in ogni tratto del Fiume Chiese e nel suo Lago D'Idro.
Sono stati invitati direttamente anche tutti i Sindaci ed ogni Consigliere comunale dei Comuni trentini bagnati dal Fiume Chiese.
Questo è un problema che non si può rinviare, va affrontato e risolto tutti insieme, tutti insieme i 30 Comuni dei 160 chilometri dell'asta del Fiume Chiese.

(Gianluca Bordiga Presidente Associazione Amici della Terra Lago D'Idro Valle Sabbia)

Intanto invito tutti a firmare on line ed a diffondere, presso i Vostri conoscenti che hanno a cuore l’ambiente in cui viviamo, la petizione per la gestione coordinata del Fiume Chiese e del Lago d’Idro: https://www.change.org/p/salviamo-il-lago-d-idro-e-il-fiume-chiese .