Autore Topic: Siete tutti in eskimo?  (Letto 713 volte)

Maggio 09, 2018, 04:50:27 pm
Letto 713 volte

Vittorio Pongolini

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 616
  • Testo personale
    Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Un tempo, non più di un lustro fa, questo sito, in questa stagione, letteralmente, pullulava di topic e messaggi. Ora è di una sterilità preoccupante. Che cosa è successo? State facendo tutti un eskimo infinito? Ci sono troppi altri sistemi di comunicazione su web? Io cerco sempre di proporre argomenti che mi sembrano interessanti e quasi sempre ci riesco a stimolare risposte partecipative, ma non posso sempre intervenire  perchè non è il mio sito o il mio blog.
Penso che CKItalia abbia ancora la sua grande validità dato che è da vent'anni il luogo di riferimento costante del mondo della canoa/kayak.
Se siete impegnati sott'acqua in un eskimo è meglio che impariate a farlo più celermente perchè dobbiamo rinvigorire la corrente e ora c'è una nuova primavera.
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.

Maggio 10, 2018, 12:04:43 pm
Risposta #1

Andrea Ricci

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 271
  • Testo personale
    non la canoa, bensì la pagaia è il nostro sport
    • acquamossa
Purtroppo penso che sia cosi', Vittorio: ormai troppi canali di comunicazione, e piu' frizzanti.
A questo canale datato siamo affezionati noi della nostra generazione, e manco tutti, anzi, sempre meno.
D'altronde, se non si ha qualcosa di interessante da scrivere, allora meglio il silenzio (facebook e' pieno di caz...: evitiamone l'andazzo qui, sarai d'accordo).
Ma noi teniamo duro: per me ckfiumi rimane IL punto di riferimento italiano degli sport di pagaia.
E continuero' ostinatamente a scrivere e a chiedere e a cercare qui.
Andrea Ricci
acquamossa(chiocciola)tiscali.it
339 8808 312

Maggio 11, 2018, 12:09:53 pm
Risposta #2

Frederik Beccaro

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 206
Wapp e FB hanno completamente stravolto gli usi e costumi. I newsgroups purtroppo arretrano. Comunque per 20 anni hanno fatto un super servizio e per molti aspetti lo stanno facendo ancora. Vent'anni nel mondo digitale è uno spazio temporale immenso.

Maggio 11, 2018, 01:18:41 pm
Risposta #3

Alberto Garzena

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 136
Concordo, i nuovi social hanno stravolto tutto moltissimi hanno FB /Blog vari dove scrivere . Io che sono vecchietto e non uso FB consulto tutti i giorni CKFiumi. Gli unici un pochettino attivi sono i marini. Una cosa che non andrebbe assolutamente persa è la sezione "Avvisi ai naviganti". Agganciandomi ad un altro post, non ho più sentito niente sul come mandare $ a Daniela.
News ?

Maggio 11, 2018, 06:24:00 pm
Risposta #4

Vittorio Pongolini

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 616
  • Testo personale
    Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Io concordo con tutti voi che scrivete. Ma dobbiamo fare qualcosa per non perderlo. Forse bisogna dividersi a zone (Regioni ?, Zone fluviali ?, Macroregioni canoistiche e kayakistiche ?) e fare in modo di organizzare non solo dialoghi ma anche attività canoistica combinata tra i vari gruppi o club. CKItalia funziona bene quando c'è programmazione di eventi di pagaia. E CKItalia non riesce più a funzionare bene se ci sono solo dialoghi fini a se stessi, con poco slancio verso l'attività di pagaia. CKItalia a mio parere deve essere più canoisticamente pragmatico e forse si deve appoggiare di più ai club e alle associazioni.
Anch'io non sono iscritto a FB e non so niente di quella galassia. Poi per me è un periodo duro, ovvero, niente canoa e kayak per cause traumatiche... bah, proprio ora, con tutta quest'acqua! Che sfi-a.
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.