Autore Topic: Kayak Janautica Torpedo  (Letto 2211 volte)

Marzo 06, 2017, 08:41:43 am
Letto 2211 volte

percorso

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 3
  • Testo personale
    ...
Ciao a tutti,

Per cortesia qualcuno può scrivere cosa pensa di questa imbarcazione per esperienza diretta?

In rete ho trovato solo una recensione in Norvegese..

Dalla traduzione approssimativa, sembra che il kayak abbia buona stabilità sia primaria che secondaria e tenga bene il vento laterale. Invece non è stabile col mare di poppa e ci deve essere qualcosa nelle finiture che non è ben progettato, ma non capisco cosa.

Io sono alto quasi 2 metri e peso 95 Kg.

Ringrazio in anticipo chi si prenderà la briga di scrivere.

Marzo 06, 2017, 06:01:21 pm
Risposta #1

Vittorio Pongolini

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 616
  • Testo personale
    Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
?!?!?!?  (E' una dimenticanza o una rimozione per pubblicità coatta? il dubbio sorge sia per l'altezza del soggetto che per la conoscenza della stabilità primaria e secondaria e di altri dettagli. Mah...).
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.

Marzo 07, 2017, 09:06:03 am
Risposta #2

percorso

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 3
  • Testo personale
    ...
Ciao Vittorio,
Per fugare ogni dubbio, io mi chiamo Marco Pichetto, vivo a Biella e faccio KDM da circa 3 anni.
Inizialmente ho comprato un Oasis Rianboiw 430 usato, perchè non sapevo se i chilometri che mi separano dal mare mi avrebbero fatto passare la voglia.
Visto che la voglia di pagaiare in acqua salata mi è rimasta, ho venduto il Rainbow per andare su qualcosa di più lungo e filante.
In prima istanza sto cercando un'imbarcazione usata.
Da qui la mia domanda sul Torpedo.
Ho aggiunto le informazioni a cui fai riferimento, per far capire che prima di prendere il tempo degli altri, ho cercato di fare i compiti a casa..
Quindi, sperando sia chiaro che non sono una pubblicità, confindo che qualcuno possa gentilmente darmi qualche utile informazione.
Non vorrei andare fuori tema, ma se comunque chi legge ha un kayak usato per la mia taglia per cortesia mi scriva..
Grazie in anticipo e vai che l'inverno è finito!

 

Marzo 07, 2017, 05:46:28 pm
Risposta #3

Vittorio Pongolini

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 616
  • Testo personale
    Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
OK, Marco, sei lungo quanto una pagaia da fluviale! In genere si mettono le foto delle canoe di cui richiedere i commenti. Non avendola vista ho pensato ad una rimozione da parte dei tutor e al resto che hai letto. Non so niente di quel kayak e quindi non posso aiutarti. Ma ti dico solo che data l'altezza devi puntare su roba davvero lunga, oltre i 5,50.  Fai in modo di abbassare il seggiolino perché il tuo baricentro è davvero alto. Punta ad una pagaia dai 2,30 in su, se no, con la tua apertura "alare" tocchi le pale con la regola dell'angolo retto braccio/avambraccio. E, per finire, quando hai il vento di poppa....andrai come una barca a vela (non è valido, però!).
Diamogli una mano al nostro amico fuori quota. Se avete un KdM lunghissimo, "for sale", scrivetegli.
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.

Marzo 08, 2017, 02:08:52 pm
Risposta #4

Massimiliano "Max" Miselli

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 10
Ciao, stai facendo più o meno il mio medesimo percorso, anch'io sono un XL canoisticamente parlando, sono sull'1,90 x 100 kg. con gambe da ex cestista e non mi trovavo affatto male con il Rainbow Laser in polietilene, l'unico limite possono essere i premicosce che, da come sono conformati, possono risultare costrittivi per chi ha quadricipiti da rugbista ma non era il mio caso...ho avuto anche un Mannino Greenland ma pur essendo lungo 5,60 per me aveva poco volume e toccavo con i piedi misura 44 contro il ponte anteriore, con gli stivaletti invernali era un casino...ora ho un Seabird Scott HV in diolene lungo 5,45 x 0,58 e mi ci trovo a pennello anche perchè è tutto completamente regolabile, sia i premicosce che il seggiolino, il ponte anteriore poi è piuttosto alto, il kayak è grande ma molto agile, molto stabile senza essere limitante nelle manovre, solamente un pelo poco direzionale cui si rimedia, in caso di vento, con un ottimo skeg.
Dalle info che avevo richiesto prima di prendere il Seabird mi sembrava potesse andar bene per il mio fisico anche il Qajaq Seawolf ma non so dirti altro. Sul Torpedo, tra l'altro poco commercializzato, non avevo avuto riscontri positivi.
Comunque non sarà facile trovare usato un kayak adatto alle tue misure..spero di esserti stato un po' utile...saluti.

Marzo 09, 2017, 09:04:05 am
Risposta #5

percorso

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 3
  • Testo personale
    ...
Grazie mille per le informazioni e i consigli.
In effetti non c'è molto usato per le nostre taglie, per cui temo dovrò metter mano al portafoglio.

Marzo 11, 2017, 12:10:09 am
Risposta #6

missouri

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 79
  • Testo personale
    ...
io son neppure 1,8 e trovo tutti i kayak enormi, tanto che preferisco le versioni LV quando presenti. penso che non ci dovrebbero essere troppi problemi a trovare la barca.
in genere da mare in vtr di alto livello non ce ne sono tantissimi, pare che il mercato usato si muova poco. un modo potrebbe essere quello di fare qualche telefonata ai circoli.

non conosco la barca in questione, personalmente non mi piacciono i kayak stabili ma è questione di gusti. sui problemi di finitura bisogna dire che potrebbe essere un risparmio necessario a contenere i costi.

sul nuovo i greenland hanno la estione del ponte anteriore basso ma ormai vi sono anche alti, la seabird ne ha di molto belli. poi vi sono gli aquarius, io presi lo lv ma su quello normale c'era un ragazzo decisamente abbondante e non ha avuto problemi.

altrimenti si può chiedere agli artigiani che hanno produzione più personalizzabile e magari possono offrire modifiche. ad esempio c'è il cantiere beltes in lituania di cui si legge bene ma ha la questione del trasporto.
fino a qualche anno fa c'era un piccolissimo cantiere nelle marche che aveva prezzi ragionevoli, però produce poco e quindi necessita di un pò di attesa.
inoltre non farti influenzare dai pesi suggeriti, una volta io presi al noleggio un kayak "da bambino" che in realtà non sembrava così piccolo, infatti è andato benissimo nonostante fosse dato per 50kg di portata

Marzo 14, 2017, 05:20:43 pm
Risposta #7

nolby

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 203
  • Testo personale
    MARCO
Se ti piace il polietilene:
Non ho idea di come sia "in acqua"....ma ho provato a sedermi nel pozzetto del Prijon Kodiak.... per me è enorme...ma veramente enorme... il ponte anteriore è davvero alto, per cui se cercate un pozzetto di grandissime dimensioni può essere un'idea.

La versione Active (quella meno ricca di accessori) costa relativamente poco (900€).

Settembre 05, 2017, 08:54:57 pm
Risposta #8

Marivenzo

  • Newbie

  • Offline
  • *

  • 1
  • Testo personale
    ...
Ciao a tutti, sono appena entrato nel gruppo e ho visto che si parlava del mio kayak...
Se qualcuno è ancora interessato al Torpedo, posso dire le mie impressioni:
ho questo kayak da 8 anni, l'ho scelto perchè a me piace fare soprattutto campeggio nautico e il Torpedo ha una grande capacità di carico (tra le altre cose ci ho fatto il giro dell'Elba e della Sardegna) ed è adatto a persone alte e robuste (sono alto 1,82).
Non sono particolarmente esperto ma lo trovo molto stabile e direzionale (non è adatto a principianti, per girare bisogna inclinarsi e utilizzare bene piedi e pagaia e con vento teso tende a orzare); ho apprezzato anche la robustezza dello scafo dopo uno sbarco di fortuna sulle rocce a pieno carico.... dove non ha riportato danni.
E' abbastanza "rustico" nel senso che non è particolarmente rifinito ma penso che sia uno dei kayak in fibra col miglior rapporto qualità prezzo; infine ho sempre trovato una grande disponibilità del costruttore per piccole modifiche o riparazioni.