Autore Letto 1032 volte

Fabrizio Caliendo

  • **
  • Jr. Member
  • Post: 3
  • ...
Presentazione e domande da neofita
* il: Agosto 31, 2023, 11:09:15 pm *
Ciao a tutti, intanto mi presento, mi chiamo Fabrizio, e da poco mi sono appassionato al kayak, avrei quindi delle domande per voi più esperti, per ora ho il più scadente dei kayak, un gonfiabile giocattolo della intex, l'explorer, che comunque mi è servito per rendermi conto di quanto mi piaccia questo sport, con questo kayak riesco a fare 10 km in tre ore circa, 4 ore con le pause, con una velocità media di circa 3 km/h, ore, venendo alle domande, per prima cosa vorrei chiedere se 10 km sono un buon allenamento, che rapporto potrei trovare per paragonarlo a corsa o bici? 10 km in kayak, come dispendio energetico, quanti km in bici corrispondono? secondo, volendo cambiare kayak, optando per un gonfiabile ad alta pressione o un rigido, che differenza di velocità potrei aspettarmi da quello che ho ora? che differenza di velocità c'è tra un rigido compatto (3 metri) e un gonfiabile ad alta pressione? Infine, avendo problemi con cellulare, che tipo di orologio si può usare? vedo che non tutti gli orologi sportivi hanno canoa o kayak negli sport precaricati, che modelli base ci sono per poter caricare le attività su Strava? grazie a tutti per le risposte alle tante domande che ho come neofita.

marittimo

  • ****
  • Full Member
  • Post: 366
  • pagaiar m'e' dolce in questo mare
Presentazione e domande da neofita
* Risposta #1 il: Settembre 01, 2023, 03:59:24 pm *
Qualche risposta veloce perché i quesiti sono tanti e non di facile soluzione essendoci parecchie variabili in gioco.
1. L'allenamento lo misurerei più sul tempo che sulla distanza perché con certi Kayak e con certe pagaie 10 km puoi farli in poco più di un'ora senza ammazzarti di fatica. 3 ore sono comunque un ottimo allenamento per un principiante, ma per prepararsi alle Olimpiadi forse un po' poco :)
2. È difficile fare un confronto energetico tra bici e canoa. In discesa con la bici consumi poche calorie ma in salita è tutta un'altra cosa. Poi di che bici parliamo? La Graziella o una da corsa supertecnologica? In canoa controvento e contro le onde è piuttosto dura, ma se li hai a favore la fatica diminuisce anche se comunque dovrai pagaiare.
3. Un kayak di 3 m resta una lumaca anche se costruito in fibra di carbonio. Un socio del mio circolo ne ha uno in polietilene e quando ci incontriamo in mare non riesce a stare dietro al mio SUP (381 cm) con cui normalmente vado tra i 5 e i  5,5 km/h
4. Per gli orologi puoi vedere questa discussione

https://forum.ckfiumi.net/index.php/topic,6558.msg24800.html#msg24800

il mio SmartWatch (Suunto Spartan Ultra) aveva il programma canoa precaricato ma poi l'ho modificato inserendo le informazioni che mi interessavano maggiormente.
Strava lo sento nominare per la prima volta e non so cosa sia. Mi dispiace.

Fabrizio Caliendo

  • **
  • Jr. Member
  • Post: 3
  • ...
Presentazione e domande da neofita
* Risposta #2 il: Settembre 02, 2023, 12:04:30 am *
Qualche risposta veloce perché i quesiti sono tanti e non di facile soluzione essendoci parecchie variabili in gioco.
1. L'allenamento lo misurerei più sul tempo che sulla distanza perché con certi Kayak e con certe pagaie 10 km puoi farli in poco più di un'ora senza ammazzarti di fatica. 3 ore sono comunque un ottimo allenamento per un principiante, ma per prepararsi alle Olimpiadi forse un po' poco :)
2. È difficile fare un confronto energetico tra bici e canoa. In discesa con la bici consumi poche calorie ma in salita è tutta un'altra cosa. Poi di che bici parliamo? La Graziella o una da corsa supertecnologica? In canoa controvento e contro le onde è piuttosto dura, ma se li hai a favore la fatica diminuisce anche se comunque dovrai pagaiare.
3. Un kayak di 3 m resta una lumaca anche se costruito in fibra di carbonio. Un socio del mio circolo ne ha uno in polietilene e quando ci incontriamo in mare non riesce a stare dietro al mio SUP (381 cm) con cui normalmente vado tra i 5 e i  5,5 km/h
4. Per gli orologi puoi vedere questa discussione
 
Ciao, intanto grazie della risposta alle tante domande, mi hai comunque tolto dei dubbi, per chiarire, ovviamente non devo prepararmi per le olimpiadi =D, hai ragione anche tu comunque, difficile fare un paragone tra bici e kayak, variabili infinite, mezzi diversi tra loro e tra categoria, allora, parlo di una bici da corsa di buon livello (fidati, da ciclista, che cambia meno di quanto pensi tra bici e bici) forse c'è molta più differenza nei kayak, passando da gonfiabili giocattolo come il mio a kayak rigidi, ecco, su un gonfiabile come il mio, a me pare che 10 km in kayak equivalgano a 80-100 km in bici, faccio regolarmente quei km, e come sforzo più o meno ci siamo, come tempo anche, a dire il vero, mi stancano più 10 km col mio kayak che 100 di bici, ma forse è perché ci sono più abituato, poi, è ovvio che ci siano condizioni diverse, ma io sto trovando tante analogie, in bici puoi essere in salita o in discesa, ma anche in kayak puoi essere a favore o contro corrente, il vento, vale per entrambe le discipline, e poi cadenza, velocità..... per dirti che ovviamente intendevo la domanda in condizioni neutre, pianura per bici, e assenza di corrente per kayak. Venendo alla tipologia di kayak, sto guardando un kayak alta pressione da 4 metri, mi vuoi dire che è più veloce di un rigido da 3 metri? (non stento a crederlo, in effetti) per l'orologio, avrei adocchiato l'amazfit t-rex pro, lo conosci?

marittimo

  • ****
  • Full Member
  • Post: 366
  • pagaiar m'e' dolce in questo mare
Presentazione e domande da neofita
* Risposta #3 il: Settembre 02, 2023, 06:04:44 am *
Nel mio caso il rapporto bici/kayak è sensibilmente diverso. Fino all'anno scorso usavo una vecchia city-bike (cioè con portapacchi, parafanghi, carter e luci alimentate a dinamo) della Viscontea a 18 rapporti (3 corone e 6 pignoni) che aveva comprato mio nonno oltre 30 anni or sono e che mi ha lasciato in eredità nel 2001. 25 km in percorso misto (con leggero pendio da scendere e salire) mi stancavano più di 15 km con i miei due kayak (uno in vetroresina da 435 cm stile eschimese per intenderci e l'altro in legno/composito da 555 cm modello surfski).
Da quest'anno uso una mtb elettrica (Focus, modello jarifa2 6.7 xl) e pedalare è diventato meno faticoso ma una trentina di km senza spremere la batteria (la massima uscita fatta finora) li sento come una decina di km in SUP (quest'anno il kayak l'ho usato pochissimo). Parlo di una bici con motore non modificato e che stacca a 25 km/h, accessoriata da turismo e che pesa complessivamente circa 25 kg.
Quindi, tra le variabili di questo confronto, ci metterei anche l'aspetto soggettivo (ad es. psicologicamente mi rilasso più muovendomi in mare che sulla terraferma e, complessivamente, mi stanca meno mezz'ora di nuoto avendo il SUP al traino che mezz'ora di bicicletta.

Gonfiabile alta pressione da 4 m Vs. rigido da 3 m.
Non esiste una formula matematica per stabilire esattamente la velocità potenziale di una canoa. In linea di massima posso dirti che una canoa gonfiabile è più lenta di una rigida ma, sempre in generale, una canoa lunga e stretta è più veloce di una canoa corta e larga. Poi anche qui entrano in gioco tanti altri fattori. Una certa influenza sulle prestazioni arriva anche da peso e forma della pagaia. Idem per i SUP.

Amazfit t-rex pro
Purtroppo non sono in grado di darti opinioni perché l'unico orologio sportivo che conosco bene è il mio Suunto di cui sono molto soddisfatto anche se non mi piace la loro app per cellulari e tablet. Sinceramente anche l'applicativo Movescount per PC non era granché (idem il programma per l'aggiornamento e la gestione del software dell'orologio). Decisi il suo acquisto da totale inesperto sull’argomento e, per prudenza, presi in considerazione solo i marchi più noti (Suunto, Garmin, Polar). Purtroppo avevo appena avuto un’esperienza negativa con uno smartphone “Rugged” di marchio emergente cinese (da usare in canoa e in SUP), esteticamente molto bello e allora piuttosto blasonato in base alle recensioni su Amazon (ora è scomparso anche il marchio) ma che, alla prova dei fatti, si è rivelato una vera e propria ciofeca (anche se tecnologicamente molto meno evoluto è risultato molto più affidabile e duraturo il mio l’attuale Nokia 800 Tough). Ovviamente sono considerazioni di carattere generale e può darsi che Amazfit sarà un marchio che consoliderà la sua presenza sul mercato con prodotti sempre seri e affidabili.

Fabrizio Caliendo

  • **
  • Jr. Member
  • Post: 3
  • ...
Presentazione e domande da neofita
* Risposta #4 il: Settembre 02, 2023, 02:05:18 pm *
Effettivamente allora è molto soggettivo, forse bisognerebbe fare un calcolo di calorie per avere una risposta a grandi linee. Per caso conosci la marca Zray? c'è in offerta un loro kayak, tortuga 400, e ci stavo facendo un pensierino, ha il fondo drop stich a 8 psi e i lati a 3 psi, perché velocità a parte quello che trovo scomodo del mio è che è molle, tipo materassino, si gonfia a 1 psi

marittimo

  • ****
  • Full Member
  • Post: 366
  • pagaiar m'e' dolce in questo mare
Presentazione e domande da neofita
* Risposta #5 il: Settembre 03, 2023, 04:52:06 pm *
I gonfiabili (canoe e SUP) li vedo in mare e ho potuto farmi un'opinione sulle prestazioni. A terra ho solo visto i SUP fermi sulle rastrelliere del mio circolo alcuni dei quali usati a fini didattici a partire dai bambini molto piccoli. La maggior parte sono sgonfi e all'apparenza molto trascurati. Non mi sono però mai interessato di marche e qualità costruttive, né di SUP e meno che mai di canoe, perché non ho mai sentito l'esigenza di comprarmi un gonfiabile.
Se però cerchi su questo forum troverai diverse discussioni sui gonfiabili.
Ad esempio questa credo sia una delle ultime (ma se hai pazienza e voglia di cercare ne trovi altre)

https://forum.ckfiumi.net/index.php/topic,6640.0.html