Autore Topic: Scomparsa dell'amico Alberto Mascolo  (Letto 452 volte)

Giugno 05, 2019, 10:13:30 am
Letto 452 volte

Giuseppe Spinelli

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 75
Con grandissima tristezza e dolore vi informo che questa mattina è venuto a mancare l'amico Alberto Mascolo. Era ricoverato in ospedale per un primo infarto avuto subito dopo la discesa del Calore. In apparenza aveva recuperato ma questa mattina un secondo infarto non gli ha consentito di andare avanti.
Tutta la FICT si stringe attorno alla moglie ed al figlio in questo difficilissimo momento.
Giuseppe Spinelli

Giugno 06, 2019, 09:02:16 am
Risposta #1

Vittorio Pongolini

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 635
  • Testo personale
    Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Alberto, ti ricordo ancora con vivo piacere negli anni '90, in Grecia e in Montenegro e in molte altre occasioni di canoa invernale, come nei raduni sul Lao oppure nei primi splendidi raduni di kayak da mare di Punta Campanella e rimango stordito da questa ferale notizia. Ne rimango tristemente segnato. Purtroppo sospettavo già qualche giorno fa che fossi tu l'Alberto delle precedenti notizie. Il mondo della canoa, in particolare quella del Sud Italia, perde un fulgido esempio di passione assoluta ed incondizionata  per la canoa fluviale e marina, una perdita inimmaginabile per la tua famiglia e per noi. Ho delle tue immagini sui video che girammo allora ma ti cercherò sempre vedendole scorrere perché in me rimarrai sempre vivo come un icona insostituibile del gruppo degli amici napoletani della pagaia. Riposa in pace, Alberto, hai avuto e dato tutto quello che dovevi per il nostro sport.
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.

Giugno 07, 2019, 09:10:59 am
Risposta #2

Gengis

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 563
Grazie Toio,  abbiamo perso un buon Amico ed un compagno di tante discese , una persona veramente speciale e lo sconforto è veramente tanto.
Gengis