CKI il forum della canoa italiana

prijon cl 370 e 430

(Letto 403 volte)

missouri

  • Full Member
  • ****
  • *
  • Post: 138
  • ...
salve
dopo l'estate vorrei cambiare una delle mie barche. precisamente un kayak fluviale vecchio modello da me modificato con una pinna ed una "chiglia".
il kayak viene tenuto su uno scivolo di cemento del cantiere nautico, lo recupero quando voglio farmi una breve pagaiata. la barca attuale è abbastanza scadente, lenta, poco direzionale, troppo piccola ed il seggiolino è da riparare.
comunque dato che la barca sta lì gratis ed è in balia di inondazioni, e rischio di essere danneggiata se dovessero aver bisogno di spostarla, nessuna sorveglianza ecc... ed ogni tanto la presto a qualche ospite, insomma non ho proprio intenzione di spendere cifre importanti.
ho individuato un paio di modelli che secondo me sarebbero per lo meno più comodi:
i prijon custom line nelle lunghezze 370 e 430 oppure il dag mezzo da 370.

mi piacciono molto i dag ed ha una dotazione più completa con lo skeg e le corede perimetrali (anche se non mi vedo a rigirare uno di questi affari), però il prezzo è superiore di circa 100€.
pertanto, sapendo che prijon gode di una certa diffusione, chiedevo se qualcuno avesse una esperienza dei modelli in questione.
grazie

nolby

  • Full Member
  • ****
  • *
  • Post: 279
  • MARCO
Ciao, da possessore di due Prijon in polietilene ti posso dire che sulla qualità dei materiali non si discute sicuramente.

Fai attenzione al fatto che i due modelli citati da te, che non conosco, sono venduti con due differenti dotazioni.
Immagino che la versione base, oltre a non avere il gavone, abbia il pozzetto con una finitura più basica  (seggiolino, puntapiedi, ) mentre la versione più costosa avrà un allestimento più vicino agli altri prodotti Prijon.

Fai i tuoi dovuti conti considerando che al prezzo del Prijon base o poco più riesci a portare a casa kayak in polietilene più dotati (EXO Navigator, Artic o Manarola; oppure aspetti fine estate dove solitamente in qualche negozio si riesce a trovare a 500€ l'Oasis Expedition 425 o 430).

PS: in tutti i casi, scegliendo questa tipologia di kayak pensata per principianti o per noleggi in spiaggia, tieni conto che il feeling che avrai con lo scafo rispetto ad un kayak fluviale o ad un kayak marino sarà molto, molto differente e potresti trovarti spiazzato.
Tra quelli citati quello che prenderei più in considerazione è il Navigator che è una barca da mare dal disegno un po' datato ma ancora molto apprezzato... negli altri rischieresti di sentirti come in una vasca da bagno galleggiante.


Ultima modifica: Agosto 20, 2021, 05:27:40 pm da nolby

missouri

  • Full Member
  • ****
  • *
  • Post: 138
  • ...
grazie del feedback.
come dotazioni penso che comunque sarebbero sufficienti per il mio uso, il seggiolino è il medesimo e penso notevolmente migliore di quanto ho sul mio attuale. le imbottiture del pozzetto potrei farle io, comunque non mi pare la questione fondamentale.
la mancanza del gavone non mi preoccupa poichè su queste barche non li ho mai avuti ed uso i sacchi, comunque non mi fiderei ciecamente della loro tenuta. la questione è il puntapiedi, se fosse quello "a pettine" infondo sarebbe anche un compromesso accettabile.
certo considerando il costo che è quasi 1/3 degli altri prijon qualche risparmio deve esserci.

exo li ho un pò in antipatia, tra questi conosco lo artic che però trovo troppo "grosso" per me manca di agilità, penso invece che il manarola sia il modello più interessante. ammetto di avere qualche dubbio sulla durata poichè rimane tutto l'anno sotto al sole.  gli oasis sono molto diffusi in tutti i noleggi dove vado, sinceramente mi è venuto a noia.
certo non penso che gli altri modelli che stiamo menzionando abbiano prestazioni molto diverse, per queste cifre oggi si compra abbastanza poco, l'unica remora sarebbe il nelo 510 che mi permetterebbe ritmi superiori però inizia ad essere un pò troppo da abbandonare lì. a quel punto potrei fare lo sforzo di pagare un posto sicuro, mi interesserebbe provare una barca da canottaggio ad esempio