CKI il forum della canoa italiana

Kayak veloce sui 440

(Letto 372 volte)

Cristian73

  • Jr. Member
  • **
  • *
  • Post: 7
  • ...
Buongiorno a tutti,
son un neofita ed ho un RTM solo 330 cm preso di seconda mano ad un prezzo irrisorio.  Sento già la necessità di un mezzo piu' performante, soprattutto piu' veloce e che mi faccia fare meno fatica. Domenica ho provato un Oasis 425 e rispetto al mio filava. Tra l'altro l'ho provato su un fiume non molto largo, ed alla fine anche se mi mi paice andare in fiume preferisco avere meno manovrabilità su fiume ma piu' velocità da sfruttare su lago e sul mare (farei sottocosta su mare tranquillo). Come peso non voglio sicuramente superare i 20/22 kg, già il mio che pesa 20 kg mi è scivolato dall'auto mentre lo mettevo su. e come lunghezza per svariati motivi non superare i 440 cm.
Fra i modelli visti (che cercherò di provare di personalmente riesco) ci sono i 2 Oasis 425 o 430 (il piu' veloce se non ho capito male è il 425) o il Tiwok RTM (come materiale se non ho capito male è molto buono) o ancora il Seabird Discovery 430 T. Questi ultimi 2 sembrano un po' superiori degli Oasis. Salendo di budget ho visto il P&H VIRGO MZ3 o ancora il Dagger Stratos 145S. Quello che mi interessa adesso è la velocità, nel senso, se cambia poco fra l'uno e l'altro, prendo un Oasis risparmio e stop (usato che si trova facilmente) anche se magari come dotazione e materiali saranno sicuramente superiori gli altri. Altra cosa importante che data la mia ignoranza in materia non capisco, è il rocker dei kayak. Il Dagger che oltre a varie doti è pubblicizzato anche da recensioni come molto veloce, quasi come un 5 metri, ha un rocker molto pronunciato, ed insieme al Discovery 3430 T visti di lato sembrano banane! Ho letto che il Rocker pronunciato aiuta stabilità e soprattutto manovrabilità, ma non è allora a discapito della velocità? la punta e la coda restano alzate in aria.
Grazie a tutti, spero sappiate consigliarmi e soprattutto farmi un sorta di classifica dei modelli con i pro ed i contro

marittimo

  • Full Member
  • ****
  • Post: 224
  • pagaiar m'è dolce in questo mare
Se il tuo limite di lunghezza è 440 (oppure x), ti interessa solo la velocità  e lo userai su acque tranquille, cioè calme (mare e lago che sia), allora:
 - più leggero possibile
 - più stretto possibile
- con meno superficie bagnata possibile
- più direzionale possibile

Vittorio Pongolini

  • Full Member
  • ****
  • Post: 663
  • Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Nulla da eccepire sull'argomento e sulle plausibili domande ma avete sbagliato collocandolo in "Spazio Kayak (e canoa) Fluviale e Torrente".
Già c'è un po' di disaffezione generalizzata per questo storico CKItalia, se poi sbagliate anche a collocare gli argomenti...
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.

Cristian73

  • Jr. Member
  • **
  • *
  • Post: 7
  • ...
Se il tuo limite di lunghezza è 440 (oppure x), ti interessa solo la velocità  e lo userai su acque tranquille, cioè calme (mare e lago che sia), allora:
 - più leggero possibile
 - più stretto possibile
- con meno superficie bagnata possibile
- più direzionale possibile

Grazie, fra i modelli indicati secondo te? e perchè meno superficie bagnata possibile? è piu' veloce? quindi meno con rocker piu' accentuato?

Cristian73

  • Jr. Member
  • **
  • *
  • Post: 7
  • ...
Nulla da eccepire sull'argomento e sulle plausibili domande ma avete sbagliato collocandolo in "Spazio Kayak (e canoa) Fluviale e Torrente".
Già c'è un po' di disaffezione generalizzata per questo storico CKItalia, se poi sbagliate anche a collocare gli argomenti...
Scusami, dove dovrei invece postarlo?

marittimo

  • Full Member
  • ****
  • Post: 224
  • pagaiar m'è dolce in questo mare

Grazie, fra i modelli indicati secondo te? e perchè meno superficie bagnata possibile? è piu' veloce? quindi meno con rocker piu' accentuato?


Per lunghezza intendo quella misurata lungo la linea di galleggiamento (cioè immersa).
L' acqua a contatto con lo scafo crea un attrito che si oppone all'avanzamento, specie alle basse velocità, come quelle delle canoe. Riducendo la superficie bagnata si riduce l'attrito e vai più forte. La superficie bagnata è data innanzitutto dal peso complessivo (canoa + canoista + carico, ecc. ecc.). 100 kg avranno un volume immerso maggiore (ovvero il doppio) di 50 kg. A parità di peso (quindi di volume immerso) vale la forma dello scafo. Una sezione rettangolare ha un maggiore contatto con l'acqua rispetto ad una sezione semicircolare.
La curva di carena (roker) migliora la manovrabilità perché concentra il volume immerso a centro scafo lasciando le estremità più vicine al pelo dell'acqua (meno immerse), soprattutto se il peso complessivo sarà inferiore a quello ottimale con le estremità addirittura fuori dall'acqua, ma che ridurranno così la lunghezza al galleggiamento.
Tutto questo però in teoria, poiché dipenderà dalle capacità del canoista di portare lo scafo alla sua  velocità massima e a mantenerla il più possibile. Se prendi uno scafo troppo stretto e/o con una sezione molto tonda rischi di ribaltati di continuo e non andrai molto lontano. Poi anche la pagaia avrà la sua importanza.
Purtroppo non ho mai provato e neppure visto nella realtà i modelli che hai elencato. Quindi è difficile dirti quale (in teoria) potrebbe essere più veloce. Da quel poco che si capisce guardando le immagini pubblicitarie, sembrerebbero abbastanza simili. Se possono esprimere velocità diverse potremmo essere nell’ordine di qualche decimo di Km/h, cioè qualche centinaio di metri sul tragitto di un’ora alla massima velocità.
Ultima modifica: Ottobre 07, 2020, 08:01:38 am da marittimo

Cristian73

  • Jr. Member
  • **
  • *
  • Post: 7
  • ...
Ok, da tanti siti anche specializzati leggo pero' che se la linea di galleggiamento è dritta il kayak è meno maneggevole, taglia peggio le onde  ma è piu' veloce e mantiene meglio la rotta

marittimo

  • Full Member
  • ****
  • Post: 224
  • pagaiar m'è dolce in questo mare

.... se la linea di galleggiamento è dritta...


La linea di galleggiamento è sempre dritta. In realtà ha la curva dell'orizzonte,  ma sul bordo di una canoa sembra dritta. Se invece ti riferivi alla linea della carena, allora sono d'accordo con le riviste, che poi é quello che ho detto anch'io, anche se forse sono stato poco chiaro

Vittorio Pongolini

  • Full Member
  • ****
  • Post: 663
  • Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Ecco, Cristian73, andava messo esattamente uno "Spazio" sotto, quello di kayak marino e lacustre. Te lo dico in estrema tranquillità, ma siccome so che ognuno degli utenti ha una sorta di "gelosia argomentale", qualcuno può pensare…" ma uffa, perché mettono questo argomento marino e lacustre nello spazio di fiume e torrente? A me non frega niente!" e si scocciano e leggono e scrivono di meno su CKItalia. E' come andare nelle piste ciclabili a piedi, nei parcheggi auto coi camion e, per alcuni integralisti del fiume e torrente, come trovare lo spazio parcheggio handy occupato da auto senza il contrassegno. Dovrebbe intervenire lo staff. Chissà se lo vede Daniela e se può spostarlo?
Ciao e...occhio al tipo di acqua, se si muove tutta o e ferma, se è salata o dolce e se ci sono scogli invece che rocce.
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.

Cristian73

  • Jr. Member
  • **
  • *
  • Post: 7
  • ...
Ecco, Cristian73, andava messo esattamente uno "Spazio" sotto, quello di kayak marino e lacustre. Te lo dico in estrema tranquillità, ma siccome so che ognuno degli utenti ha una sorta di "gelosia argomentale", qualcuno può pensare…" ma uffa, perché mettono questo argomento marino e lacustre nello spazio di fiume e torrente? A me non frega niente!" e si scocciano e leggono e scrivono di meno su CKItalia. E' come andare nelle piste ciclabili a piedi, nei parcheggi auto coi camion e, per alcuni integralisti del fiume e torrente, come trovare lo spazio parcheggio handy occupato da auto senza il contrassegno. Dovrebbe intervenire lo staff. Chissà se lo vede Daniela e se può spostarlo?
Ciao e...occhio al tipo di acqua, se si muove tutta o e ferma, se è salata o dolce e se ci sono scogli invece che rocce.
Grazie, in realtà io lo userei forse più su un fiume tranquillo. Comunque l ho postato anche sulla parte marina