CKI il forum della canoa italiana

packraft, safety kayak e kayak

(Letto 934 volte)

Sirius77

  • Jr. Member
  • **
  • *
  • Post: 5
  • ...
Buon giorno ho una perplessità sul perché la disciplina del safety kayak e packraft afferiscono al mondo rafting. Non capisco perché dovrei fare un percorso con una federazione assolutamente valida e iper professionale ma che tecnicamente non è legata al kayak, va bene che il packraft è gonfiabile ma la tecnica di conduzione è quella del kayak non del raft. Qualcuno mi può aiutare anche perché vorrei avviare un attività con i packraft ma non ho intenzione di affiliarmi alla firaft e fare un ulteriore percorso sulla conduzione dei raft che non è il mio obiettivo e non è assolutamente utile alla mia formazione.

Grazie
Cividino Sirio

Lorenzo Molinari

  • Full Member
  • ****
  • Post: 222
Quando ai tempi passai a gareggiare con le canoe pneumatiche (oltre che con raft e cataraft) in Italia e all'estero, sinceramente mi sembrava di essere più su una canoa che su un raft come si intende genericamente, tuttavia mi ritrovai a gareggiare in Italia per l'allora AIRAF, non esisteva ancora la FIRAFT, e non più per la FICK. Forse avrei dovuto pormi i dubbi che tu ti poni ma non fu così, mi interessava pagaiare con imbarcazioni per me nuove e fui ampiamente ripagato anche dai risultati che ottenni. Frequentai un corso all’estero sulla sicurezza, dove si trattava l'argomento sia in kayak sia in raft. Il corso era organizzato da un ente dedito al rafting e il mio bagaglio personale si arricchì, perché i due mondi - canoa e raft - sono comunque fortemente connessi e le differenze ampliano ila prosepttiva.

Non espliciti i tuoi obiettivi e quindi non so come risponderti in modo più specifico e forse non c’è risposta adeguata.
I tuoi dubbi sono legittimi e li condivido. Probabilmente manca la massa critica per modificare lo status quo. D'altronde le scuole fluviali vivono soprattutto di rafting e i numeri si fanno sui raft; giocoforza le tecniche di sicurezza più richieste sono quelle di rafting, per garantire un adeguato livello di sicurezza ai partecipanti, per lo più zappatori della domenica, come direbbe Toio.
Infine, è abbastanza naturale che al mondo del raft afferiscano un po' tutte le imbarcazioni pneumatiche e quindi anche i packraft, indipendentemente dalla tipologia di pagaia impiegata.
Ultima modifica: Luglio 02, 2020, 08:49:26 am da Lorenzo Molinari

Sirius77

  • Jr. Member
  • **
  • *
  • Post: 5
  • ...
L'obiettivo è quello di riuscire a portare persone in fiume con i pack raft con discese guidate, purtroppo pur essendo tecnico fick, uisp di canoa canadese ecc ecc, a livello teorico per essere tranquillo a livello assicurativo dovrei prendermi un ulteriore brevetto come tecnico raft, che onestamente non mi interessa e non lo trovo coerente con il tipo di imbarcazione e tecnica che si utilizza sulla stessa.

Lorenzo Molinari

  • Full Member
  • ****
  • Post: 222
Immaginavo ciò che poi hai scritto e come darti torto?
E' assurda una tale divisione tranne per chi ha interesse a indire corsi "spezzatino", oltretutto afferenti a entità organizzative diverse, tanto per complicare la vita a noi poveri tapini, in cui si vuole far prevalere il "mezzo" e non il "modo con cui è propulso", che - incredibile ma vero - è sempre lo stesso, ma a chi "sta sopra" importa poco, anzi... meglio così!
Ciao