Autore Letto 2248 volte

Vittorio Pongolini

  • ****
  • Full Member
  • Post: 745
  • Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Contratto di Fiume dell' Adda Superiore
* il: Marzo 01, 2016, 07:02:25 pm *
* Ultima modifica: Marzo 02, 2016, 12:20:42 pm da Vittorio Pongolini *
Nella giornata di lunedì 29/2, presso la Comunità Montana Valtellina di Sondrio, si è tenuta la Prima "Assemblea Plenaria" del Contratto di Fiume dell'alto bacino imbrifero del fiume Adda, uno dei maggiori fiumi della Lombardia.
E' così passato dallo stato di C.d.F. "proposto" allo stato di CdF "attivato". Tutte le figure fisiche e giuridiche interessate al CdF dell'Adda Superiore vi hanno preso parte, interrogandosi sulle opportunità di utilizzo dello strumento Contratto di Fiume. Il Dr. Massimo Bastiani, referente del Tavolo di Lavoro Nazionale dei Contratti di Fiume, ha spiegato le opportunità che possono scaturire dall'Assemblea in termini progettuali, operativi, realizzativi e finanziari  che i CdF mettono a disposizione di chi vi partecipa. Ha riferito relativamente agli aggiornamenti normativi (Art. 68-bis- Contratti di Fiume) derivanti alla Legge di Stabilità da cui si evince che i CdF, come Collegato Ambientale, sono diventati legge, seppur di natura volontaria, per la programmazione della tutela ambientale (http://www.contrattidifiume.it/2342,News.html).
Le parti interessate  si rivedranno il prossimo 11 e 12 aprile sempre a Sondrio. I canoisti proporranno e segnaleranno le proprie necessità generali e specifiche e le esigenze del mondo della pagaia relativamente ai tratti navigabili (e non) dalle canoe  che emergeranno a seguito di un incontro che sarà tenuto a Piateda il prossimo 18/3. Sarà indispensabile che nell'incontro vengano accantonati interessi personali o di determinate inter-categorie che utilizzano il fiume per la fruizione canoistica o dei raft e che vengano delineati i minimi comuni denominatori necessari a tutte le parti del mondo della pagaia. Il referente nazionale del Tavolo di Lavoro dei CdF ha espressamente richiesto a tutte le eterogenee categorie presenti alla Assemblea di rendere omogenee le richieste e di proporre degli "Ambiti di Valorizzazione" possibilmente comuni. So per esperienza personale che non verranno prese in considerazione richieste a vantaggio per una sola, determinata, categoria se la richiesta è decisamente penalizzante per un'altra, ma possono essere accolti e pretesi miglioramenti ambientali come l'abbattimento di barriere lungo il corso del fiume, se non vanno a penalizzare la sicurezza.
Vi terremo aggiornati e se avete delle proposte potete utilizzare questo topic, promosso dalla FICT, per segnalare quanto sia necessario per migliorare il fiume Adda Superiore nel nostro variegato mondo della pagaia. Poichè i CdF saranno sempre più frequenti in tutto il territorio nazionale, questo clichè andrà utilizzato sempre nell'ambito dei C.d.F e della Riqualificazione Fluviale  per tutte le volte che verrà attivato un CdF su qualsiasi fiume in Italia: un Gruppo di Lavoro geograficamente ben allocato propone in Assemblea ciò che la categoria dei canoisti ha proposto al G.d.L. E' un percorso abbastanza impegnativo ma è l'unico mezzo per entrare nell'ambito delle necessità della nostra categoria, ormai da molto tempo rappresentata in questo forum.
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.

Vittorio Pongolini

  • ****
  • Full Member
  • Post: 745
  • Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Re:Contratto di Fiume dell' Adda Superiore
* Risposta #1 il: Marzo 02, 2016, 06:00:36 pm *
Inoltro per conto di Stefano Dell'Agostino, Presidente di Addavì Associazione Sportiva Dilettantistica di Sondrio:

"Cari amici,

la presente per invitarvi all’incontro organizzato da un gruppo di associazioni in ambito fluviale e non, presso il Comune di Piateda (sala Mediateca) il 18 marzo p.v. alle ore 18, per valutare tutti insieme le opportunità previste dal Contratto del Fiume Adda al quale alcuni di noi aderiscono.
Fondamentali, per una sempre migliore fruizione del fiume anche in chiave sportiva, ricreativa e turistica, saranno il dialogo, il confronto e la collaborazione; per questo auspichiamo la maggior partecipazione possibile da parte di tutti i portatori di interesse anche al fine di proseguire ed estendere ad altri il confronto e la collaborazione fra vari sodalizi e con gli enti locali già costruito e coltivato con ottimi risultati in questi anni, addirittura in anticipo sul contratto in oggetto.
Un cordiale saluto,

Stefano Dell’Agostino "
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.

Giuseppe Coduri

  • ****
  • Full Member
  • Post: 123
Re:Contratto di Fiume dell' Adda Superiore
* Risposta #2 il: Marzo 04, 2016, 09:15:11 am *
Bravo Stefano, bella iniziativa.
ciao.