Autore Topic: Forare kayak di vetroresina  (Letto 329 volte)

Ottobre 15, 2018, 12:34:46 pm
Letto 329 volte

Bergeggio

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 4
  • Testo personale
    ...
Buongiorno a tutti,ho acquistato un kayak di vetroresina usato privo di gavone ed anche di corde perimetrali.
Ho acquistato una rete elastica con relativi gancetti che però dovrei fissare sulla coperta davanti al pozzetto per poter alloggiare qualche oggetto per quando devo uscire con il kayak.
Come posso fare per fissare i gancetti.Posso mettere delle viti autofilettanti,dei rivetti,dei bulloncini passanti?
Mi potete consigliare visto che sono un neofita del kayak?

Ottobre 15, 2018, 07:36:00 pm
Risposta #1

Vittorio Pongolini

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 606
  • Testo personale
    Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Segna con un pennarello, sulla coperta, dove devi fare i fori stendendo la rete elastica. I fori devono essere dello stesso diametro delle viti, non autofilettanti, ma con vite (possibilmente a brugola), rondelle (2), guarnizioni in gomma (very important, una almeno, da mettere sottocoperta vicino al dado, dopo la 2^ rondella) e dado. Quelli che tu chiami "bulloncini passanti", insomma. Prendi un bel trapano e fora il kayak. Attento che la punta entra come il burro se è solo in vtr, fa molta più fatica progressiva se ci sono strati rispettivamente in diolene, kevlar o kevlar carbonio. Attacca i gancetti sotto la rondella e stendi la reticella elastica. Se sono "gancetti" però la perdi in mezzo al mare e con essa ciò che ci metti dentro; allora chiudi i gancetti con una pinza.

Così, se non stringe troppo, nella rete ci sta anche il gatto di famiglia (povera bestia, quanto si bagna!)
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.

Ottobre 15, 2018, 08:53:16 pm
Risposta #2

Bergeggio

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 4
  • Testo personale
    ...
Grazie mille Vittorio...purtroppo i gancetti(semiaperti) sono in plastica....non so se riuscirò a piegarli(penso si possano rompere)...comunque ottimi consigli...mi procurerò delle rondelle in gomma!!!

Ottobre 17, 2018, 10:58:38 am
Risposta #3

nolby

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 195
  • Testo personale
    MARCO
Se ti serve roba di inox ti posso dare, in privato, il link ad un negozio brianzolo che vende anche on-line accessori nautici a prezzi che mi sembrano ottimi. Ha un catalogo di ferramenta veramente ampio.

In passato ho avuto esperienze non positive con bulloneria definita INOX comprata in un negozio di Bricolage che finchè stavo al lago è andata bene ma a contatto con l'acqua salata ha iniziato a rovinarsi. Poi ho fatto qualche acquisto in negozi on-line per velisti ma i prezzi sono piuttosto alti.

Ottobre 18, 2018, 10:22:59 pm
Risposta #4

luigi colombo

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 12
Sorry, Toio, mi è sfuggito la parola "mondiale". Ma, per inciso, delle 206 nazioni  quali e quante sono quelle in cui si pratica il ns. sport a livelli agonistici elevati (degni di partecipare ad un campionato del mondo, per intenderci)? 

Ottobre 19, 2018, 11:47:12 pm
Risposta #5

Giovanni Perozzi

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 69
Sorry, Toio, mi è sfuggito la parola "mondiale". Ma, per inciso, delle 206 nazioni  quali e quante sono quelle in cui si pratica il ns. sport a livelli agonistici elevati (degni di partecipare ad un campionato del mondo, per intenderci)?
[/quote

tra le righe degli articoli del sempre interessante blog "occhio all'onda" di Ettore Ivaldi, leggo che a Rio erano presenti 31 nazioni con 270 atleti, mentre a Pau, l'edizione dell'anno scorso, erano di più: 59 nazioni e 355 atleti.

l'osservazione che Christian non fa parte di un gruppo sportivo militare è rimarchevole, pensando ai sacrifici in termini di tempo libero ed economici che si devono affrontare per giungere a certi livelli, ho letto pure che si è laurato in ingegneria, mica bazzacole, complimenti!!!