CKI il forum della canoa italiana

sacchi gonfiabili

(Letto 11723 volte)

pinco pallino

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 3
salve a tutti..premetto che sono nuovo del forum e del mondo delle canoe. posseggo una canoa singola, marca capellicanoe di cui non ho trovato nulla in rete. al mio primo giro in mare tutto bene, a parte qualche sbandata, ma penso che sia questione di abitudine. ho voluto fare una prova di scuffia in un punto abbastanza vicino alla riva. la canoa ha imbarcato un po d'acqua, l'ho rigirata e ho provato a risalirci senza successo (ma non mi arrendo) e tra un tentativo e l'altro ha imbarcato ancora acqua ed è affondata facendo restare solo una punta fuori dall'acqua, per questo sono intenzionato a comprare i sacchi di galleggiamento da mettere nelle punte, per una questione di sicurezza..se mi si affonda in alto mare penso che ci sia poco da ridere..  :-[ cosa dite a riguardo? sono utili? avete consigli sulle misure e su dove acquistarli e sui prezzi? mi sto un po informando e ho trovato molte misure diverse anche dei volumi, delle forme e i prezzi che ho trovato vanno dai 7 euro ai 60 euro l'uno,quindi vorrei schiarirmi un po le idee

giulio pozzi

  • Md Member
  • ***
  • *
  • Post: 22
se non hai i gavoni con paratie stagne i sacchi di punta e di coda sono necessari...
Giulio

massimo bianchi

  • Md Member
  • ***
  • Post: 33
Ciao,
come precedentemente detto, se non hai le paratie stagne i sacchi di galleggiamento sono indispensabili!!!
Per la misura devi prendere quelli che si adattano meglio alla tua canoa (punta e coda), in modo che lascino il minimo dello spazio vuoto (poco spazio=poca acqua).
Per il tipo di sacchi, devi fare i conti con le tue tasche, il consiglio è che comunque devono essere obbligatoriamente verificati prima di ogni uscita, per essere sicuri che non si siano bucati o che non siano sgonfi.
Ti consiglio comunque di rivolgiti ad una delle tante scuole presenti sul territorio per avvicinarti in sicurezza alla navigazione in mare ed alle varie tecniche.
Ciao e buon divertimento.

altergg

  • Visitatore
mi sto un po informando e ho trovato molte misure diverse anche dei volumi, delle forme e i prezzi che ho trovato vanno dai 7 euro ai 60 euro l'uno,quindi vorrei schiarirmi un po le idee
Ciao,
Forse hai confuso i sacchi di punta con  i sacchi stagni.
I primi costano poco e  servono esclusivamente per rendere inaffondabile il kayak , i secondi invece sono più cari e servono per infilarci oggetti e portarseli dietro senza che si bagnino (sono fatti di PVC e per renderli stagni si arrotolano, gli altri invece vanno gonfiati a bozza e sono chiusi da un semplice tappo).

I sacchi di punta se puoi provarli sulla canoa prima di comprarli è meglio, cosi prendi la misura perfetta.

pinco pallino

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 3
mi riferivo ai sacchi di punta.. purtroppo non ho la possibilità di provarli prima di acquistarli, anche perchè penso proprio che li dovrò prendere da internet, visto i prezzi esorbitanti che mi hanno fatto in negozio.. ma nessuno ha mai sentito parlare della capellicanoe?

altergg

  • Visitatore
Azz.., se in negozio ti chiedono 60 euro per un sacco di punta, effettivamente meglio  comprarli sul web!

Lorenzo Marchesi

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 8
  • Lopez
i sacchi di punta dovrebbero costare sui 10-15 euri al massimo
ci sono conici (per canoe con il longherone centrale) o triangolari (per canoe senza longherone).
Capelli canoe faceva canoe in vetroresina da fiume o lago, senza longherone che io sappia,
quindi dovrebbero andare bene triangolari.
nel dubbio prendi la misura più grande, al limite non lo gonfi tutto....

tuttocanoa di milano li vende.

vedi su http://www.tuttocanoa.it/SACCHI_DI_PUNTA.html

ciao.

pinco pallino

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 3
scusate l'ignoranza, ma cosa è il longherone?? allora, vi metto il link di una canoa simile alla mia, cosi ci capiamo meglio.. http://www.subito.it/sport/splendida-canoa-ancona-15763934.htm
la mia è come questa, solo che la mia è più corta perchè è singola. per il resto la forma della prua e della poppa sono identiche


Claudio Lo Giudice

  • Md Member
  • ***
  • Post: 76
Per la tua canoa possono andare bene un sacco triangolare da 105 cm per la poppa e un sacco triangolare da 80 cm per la prua.

Al seguente link trovi vari modelli:

http://www.canoashop.com/cat115.php?n=1

Ciao
Claudio

giulio pozzi

  • Md Member
  • ***
  • *
  • Post: 22
Nel mio sot di polietilene ( Bic Scapa) è inserito un blocco di polistirolo/polistirene sotto il sedile per evitare deformazioni e avere una riserva di galleggiamento. Nel modello precedente erano inserite all'interno delle due fiancate strisce  di due metri.
Volendo usare lo stesso metodo "fisso"in alternativa alle sacche di punta e di coda per una nuova canoa , quale quantità è necessaria ( spinta di galleggiamento?) e potrebbe bastare sfruttare una posizione centrale o dovrei posizionare il materiale alle estremità?
Giulio

marittimo

  • Full Member
  • ****
  • Post: 234
  • pagaiar m'è dolce in questo mare
Il calcolo è abbastanza semplice e si basa sul noto principio di Archimede (un corpo immerso nell'acqua riceve una spinta dal basso verso l'alto pari al peso dell'acqua spostata).  Un litro di polistirene estruso che si usa nell'edilizia (che pesa circa 33 grammi) totalmente immerso riceverebbe una spinta di circa 1 kg (leggermente di più nell'acqua salata essendo più densa di quella dolce), quindi più che sufficiente per farlo galleggiare (la parte immersa sarebbe infatti pari al volume di 33 g di acqua).
Per rendere inaffondabile una canoa che pesa 20 kg dovresti aggiungere tanti litri di polistirene fino a colmare la differenza tra i 20 kg  (+ il peso del polistirene) e il volume del materiale con cui è costruita (essendo impermeabile anche questo funge da riserva di galleggiamento). Ovviamente più ne aggiungi più galleggia.
Se metti la riserva di galleggiamento ad una sola estremità (ad es. tutto nella poppa) la canoa piena d'acqua tenderà ad affondare l'estremità vuota (in questo caso la prua) e a mettersi in posizione verticale
Ultima modifica: Settembre 22, 2020, 08:43:15 pm da marittimo

giulio pozzi

  • Md Member
  • ***
  • *
  • Post: 22
Grazie mille :
poco più di 20 litri in volume di polistrene solido ( bastano quindi 700 gr.?) per compensare 20 kg. di scafo ... sono facilmente stivabili, sfilabili se sagomati alla bisogna  non vanno sgonfiati e gonfiati e non si bucano! Mi sembra una buona alternativa  !
Giulio

marittimo

  • Full Member
  • ****
  • Post: 234
  • pagaiar m'è dolce in questo mare
In teoria sembrerebbe così e 20 lt. di polistirene potrebbero anche essere troppi se ti interessa solo evitare l’affondamento. Come avevo già detto in precedenza, bisogna considerare anche il volume del materiale con cui la canoa è stata costruita, che non è proprio così irrilevante come sembrerebbe. Ad esempio, se la canoa ha una superficie (piena) di mq. 5, ogni millimetro di spessore ti “regala” 5 lt. di riserva di galleggiamento (1 mm di pioggia su 1 mq corrisponde infatti a 1 lt di acqua).

Però avevo letto (non ricordo dove) che c’erano anche valide ragioni per preferire comunque i sacchi gonfiabili, ma è un aspetto che non ho mai approfondito.

Il mio precedente kayak era un Sit-In senza gavoni e usavo solo un sacco gonfiabile posteriore che mettevo ad ogni uscita poi lo toglievo, lo sciacquavo con acqua dolce, lo facevo asciugare al sole una decina di minuti e lo custodivo in un armadietto del circolo. Effettivamente era una gran rottura di….. Avevo anche un sacco nuovo di zecca da mettere a prua ma non l’ho mai usato perché sarebbe andato oltre la tavola punta piedi (restando quindi praticamente fisso) e aveva un tubo troppo corto per arrivare a portata di fiato.

Credo che un vantaggio del sacco gonfiabile sia la sua totale adattabilità allo spazio dove viene inserito, irrigidendo così anche tutta la struttura dello scafo. Grazie al sacco potevo sedermi sopra la coperta e scivolare dentro il pozzetto. Senza sacco la vetroresina fletteva sotto il mio peso e avrebbe potuto anche rompersi.

Il sacco rimovibile garantisce poi un migliore arieggiamento di tutto l’interno. Il polistirene o il polistirolo (ancora più leggero) non riuscirai mai a sagomarli in modo che non lascino vuoti e dovresti comunque toglierli ogni volta, altrimenti negli interstizi si raccoglierà condensa e sporcizia che finiranno per produrre muffe e cattivi odori. Dovrai poi avere il posto per tenerli non essendo comprimibili. Anche se ti bastassero “solo” 10 o 15 lt. in certe situazioni potrebbero risultare comunque tanti.

Un altro vantaggio del sacco è che ti offre molto volume quindi meno acqua che si raccoglie all’interno e che poi dovrai comunque togliere. È già una seccatura svuotare la canoa quando si è a terra, pensa a farlo in mare, magari con onda, vento e temperature non proprio estive.

Se pensi di acquistare una nuova canoa, ti consiglierei di spendere qualcosina in più ma di optare per un modello almeno con un gavone, che può esserti molto utile anche per trasportare qualcosa. Se hai buona manualità e ti orienti sull’usato, cerca almeno un modello su cui si possa facilmente realizzare il gavone stagno. La paratia non dovrebbe dare tanti problemi. Più problematica è la coperta che dovrebbe avere una forma tale per ricavare facilmente uno spazio in piano dove installare il tappo di chiusura.
Ultima modifica: Settembre 23, 2020, 07:22:48 am da marittimo