CKI il forum della canoa italiana

divieto di navigazione a Venezia (Canal Grande ed altri rii...)

(Letto 36466 volte)

fredgil

  • Full Member
  • ****
  • Post: 170
Ho chiesto al Comitato Organizzatore della Vogalonga quale è la loro posizione in merito.
Fred
Fred

Davide Sandini

  • Full Member
  • ****
  • Post: 210
Ciao a tutti
purtroppo solo 15 messaggi su questo argomento, metà dei quali parlavano del mose..
Comunque propongo una uscita a venezia sabato 28 (ultimo giorno libero). Chi si aggiunge?

Davide
.. mi disse che era l'impresa più stolta di cui mai avesse sentito parlare..
R. L. Stevenson, "Viaggio in canoa"

marco ferrario (eko)

  • Global Moderator
  • Full Member
  • ****
  • *
  • Post: 359
Già nell'ottocento viaggiavano per Venezia delle imbarcazioni simili ai nostri moderni kayak e mosse con una pagaia doppia. Venivano chiamate sandoli a sbatole, in quanto la pagaia ricordava la sbatola, che in lingua veneziana è la spatola o il mestolo per la polenta. I turisti e gli ospiti degli alberghi le utilizzavano per gironzolare nei canali veneziani.
Foto allegate tratte da:
http://www.veniceboats.com/it-flotta-barche-curiose.htm
http://www.venezia.net/2013/01/09/ar...ioni-veneziane


Il nuovo regolamento è anche privo di rispetto per la cultura veneziana. 
La cultura del remo è profondamente radicata nella vita della città.

Gengis

  • Full Member
  • ****
  • *
  • Post: 579
Ciao a Tutti ,
ho chiesto a Persone più qualificate del sottoscritto di aprire una raccolta di firme , contro l'assurdità di tale divieto , ma sono già troppo impegnate  e posso benissimo capirle.Sono perciò a chiedervi di unirvi a me in questa battaglia democratica , ho scelto CHANGE.ORG perchè ricevo di frequente richieste di firmare per validi motivi , ho già condiviso in facebook , non sono in grado di farlo su altri gruppi di discussioni , magari lo possono fare altri , ritengo importante  questa operazione , come altrettanto importante è quella del Presidente FICK  Luciano Buonfiglio le cui cariche istituzionali hanno un peso non indifferente, senza contare
sulle sue importanti amicizie politiche , comunque questa petizione può essere di supporto al Presidente Buonfiglio,in specialmodo
se molto numerosa , perciò diamoci da fare ed almeno per una volta  vediamo di essere tutti uniti, lasciando da parte orticelli e steccati vari.
Gengis


Gengis

  • Full Member
  • ****
  • *
  • Post: 579
Grazie Stefano ,
io ho tanta passione , ma poche capacità con queste diavolerie moderne , per questo avevo chiesto ad altri  più moderni e o aggiornati .Gengis

Andrea Ricci

  • Full Member
  • ****
  • Post: 293
  • la pagaia è il nostro sport
Questa vince il premio mensile per l'Italia che va indietro ...
1. Una reazione è stata indicata: manifestazione il 28 febbraio (ma chi se ne accorgerà?).
2. Non ho visto nominare la reazione formale: ricorso al TAR.
3. Infine quella che secondo me sarebbe la reazione con maggiore risonanza: cominciare fin d'ora, a raccogliere adesioni di canoisti e di club di tutta Europa, nell'anno dell'Expo2015, per boicottare la Vogalonga, manifestazione sportiva con cui il Comune di Venezia si presenta al mondo. E che: ci chiamano solo per fare il circo?
Andrea Ricci
[email protected]

stefano caprile CCN

  • Global Moderator
  • Full Member
  • ****
  • Post: 552
Ho colto subito al balzo il terzo suggerimento di Andrea , ed inviato al comitato organizzatore della Vogalonga questo messaggio:

"Buongiorno,
il Canoa Club Novara, che io rappresento, così come tutti i canoa club d'Italia, è rimasto sorpreso e deluso dalla decisione del Comune di Venezia di vietare la navigazione a kayak e canoe all'interno della città. Una decisione assurda, mentre altre città allontanano i mezzi motorizzati dal centro per rendere la città vivibile alle persone, Venezia sceglie i motori e bandisce i remi, dando un taglio netto alla tradizione.
Davanti ad una decisione come questa, nessun atleta del Canoa Club Novara parteciperà alla Vogalonga, ed altrettanto faranno certamente gli altri club.
Nessun altra scelta potrebbe essere possibile."

Credo che se arrivassero centinaia di messaggi su questo tenore da canoisti e club di tutta Italia, potremmo dare un bello scossone..... che ne dite?
Il link per inviare i vostri messaggi al comitato organizzatore è questo:
http://www.vogalonga.com/?page_id=347

Fatevi sentire!!!!!
Ciao
Stefano CCN

Andrea Ricci

  • Full Member
  • ****
  • Post: 293
  • la pagaia è il nostro sport
Stefano è uno che reagisce senza perder tempo!
Aggiungiamo qualche dettaglio, perché qualcuno, leggendo la delibera, potrebbe aver l'impressione che il morto di cui si parla sia un improvvido canoista infilzato dal fiero ferro di prua di una verace gondola veneziana ...
Per chi non ha mai pagaiato a Venezia extra-Vogalonga, è istruttivo vedere una normale giornata di traffico sui canali, con
quella tipica frenesia bottegaia che "ogni lasciata è persa" e che bisogna correre ad acchiappare qualche altro pollo da spennare prima
del concorrente.
Leggete l'articolo e guardate il video dell'incidente, ove .... non si parla di canoe! ma di gondole e vaporetti, guarda un po'! si ammazzano tra di loro per colpa loro ma ci rimettiamo noi! Facendo un paragone bici=pagaia, non sto dicendo di consentire alle bici di andare in andare in autostrada, ma di abbassare la velocità delle auto nei centri storici per favorire l'uso della bicicletta.
http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2015/01/15/news/la-vedova-vogel-torna-a-rialto-risarcisca-anche-il-gondoliere-1.10672356

In un paese civile a caso, non so ... in Olanda! dopo un episodio del genere che farebbero?
A Venezia, Italia, la politica decide che business is business e che taxi, traghetti e gondole devono essere gl unici padroni dei canali di Venezia.
Andrea Ricci
[email protected]

marco iezzi

  • Full Member
  • ****
  • *
  • Post: 111
Vogalonga 2015....quale migliore occasione per manifestare il disappunto per questo sciagurato provvedimento
Suggerisco che, al termine della manifestazione, tutte le imbarcazione si trasferiscano lungo il Canal Grande anche e soprattutto dopo la riapertura del normale traffico

Marco






,

Andrea Ricci

  • Full Member
  • ****
  • Post: 293
  • la pagaia è il nostro sport
Se ci accaniamo anche contro questo provvedimento, dopo quello Friulano, è perché non gli deve andare tutto liscio a 'sti politici ...

Proponevo di manifestare NON andando alla Vogalonga. Così aveva colto al volo Stefano Caprile.
Marco Iezzi invita a fare il contrario. Naturale ripensare alla famosa battuta di Nanni Moretti in Ecce Bombo:
"mi si nota di piu' se vengo e me ne sto in disparte? o se non vengo per niente?"

Discutiamone, ma la prima - annunciare di NON andare alla Vogalonga - ha il vantaggio di essere una protesta civile e legale.
La seconda - manifestare a fine Vogalonga - sarebbe forse una protesta tollerata perché quel giorno sarà tutto permesso, per poi richiudersi la mattina seguente. Non è detto che non ci scappi qualche multa o qualche incidente e allora si cercherà il responsabile ...

Molto meglio invece manifestare, come proposto da Davide Sandini, l'ultimo giorno di libertà, annunciando alla stampa che quello sarà l'ultimo giorno che Venezia vedrà remi e pagaie liberi per i suoi canali!
Per una città nata e arricchitasi sul'acqua equivale a dargli dei rinnegati.
Andrea Ricci
[email protected]

stefano caprile CCN

  • Global Moderator
  • Full Member
  • ****
  • Post: 552
Marco,
molto meglio non perdere tempo aspettando la vogalonga per una manifestazione "una tantum" che il giorno dopo passa nel dimenticatoio.
Io ho colto subito il suggerimento di Andrea, di efficacia IMMEDIATA, e che porta effetti tangibili, anche economici. NON ANDARE, annunciandolo subito.
Una Vogalonga deserta fa molto più effetto di una pagaiatina finale sul canal grande a fine vogalonga. Ed inoltre glielo dici subito, sollevando quindi l'attenzione del comitato organizzatore della vogalonga e degli operatori turistici collegati alla manifestazione sul problema.
Poco importa se avreste avuto intenzione di andarci davvero o no. Dobbiamo sommergere il comitato organizzatore della vogalonga di messaggi che annunciano la nostra defezione, a livello personale e di club.
Stefano

Vogalonga 2015....quale migliore occasione per manifestare il disappunto per questo sciagurato provvedimento
Suggerisco che, al termine della manifestazione, tutte le imbarcazione si trasferiscano lungo il Canal Grande anche e soprattutto dopo la riapertura del normale traffico

Marco






,
Stefano CCN

maurizio bernasconi

  • Full Member
  • ****
  • *
  • Post: 261
E' possibile annunciare la propria defezione alla Vogalonga anche a titolo personale o a nome di gruppi informali (io l'ho già fatto) ed eventualmente avvisare la stampa locale e l'assessore al turismo. Sarebbe utile inoltre allargare anche fuori dal nostro forum l'iniziativa. Chi ha contatti con i canoisti stranieri potrebbe informarli. Se si muovono i tedeschi qualche eco di stampa in Europa arriva subito.

fredgil

  • Full Member
  • ****
  • Post: 170
Pienamente d'accordo con Maurizio, Stefano e Andrea...
Bisogna adesso fare in modo di annunciare e convincere migliaia e migliaia di canoista di varie nazioni a non andarci ed a farlo sapere.  Come facciamo ?  Qualcuno ha o può avere l'elenco dei club ed associazioni che ci hanno partecipato gli ultimi anni?
Come ci coordiniamo ?
Sicuramente non con la FICK che si vanta di avere ottenuto ("Sintesi dell’incontro avuto con il Dirigente del Settore Mobilità del Comune di Venezia,") i seguenti risultati:
“- uniche deroghe, che saranno prese in considerazione singolarmente, saranno eventualmente concesse per “eventi speciali”, circoscritti ad una singola giornata. Tale concessione, per ogni singolo Soggetto, è difficile che si possa ripetere più di una volta durante un anno solare. (!! = Vogalonga ???)
- Alla proposta di avere un unico Soggetto riconosciuto e preposto all’accredito dei soggetti legati alla canoa, al kayak e al dragon boat, inteso quale la Federazione Italiana Canoa Kayak, c’è interesse.”
Ma che c’entra la FICK che difende solo  il Canoista con il petto pieno di medaglie, che non si è MAI mossa per difendere un fiume contro le dighe o l’inquinamento ? E adesso vorrebbe imporsi per negoziare il diritto storico a remare sulle acque di Venezia ? 
Proprio il mondo alla rovescia.
Comunque, c’è da agire rapidamente. Maurizio, Stefano, Andrea, Gengis, Marco, Santino, Davide…ed altri, se vogliamo ritrovarci questo sabato (dalle parti di Novara per esempio) per cercare di disegnare qualcosa di concreto, ci sto.
Sentiamoci per mail / telefono
Fred




Fred

Andrea Ricci

  • Full Member
  • ****
  • Post: 293
  • la pagaia è il nostro sport
Cominciamo a impostare la reazione ....

La nostra Visione: vie d'acqua sempre più a misura di remo e pagaia

La nostra Strategia: svergognare, sputtanare, imbarazzare, con massima risonanza mediatica, politici e amministrazioni che contrastano la nostra vision

La nostra Missione: revoca delle ordinanze che limitano la circolazione dei natanti a pagaia nei canali di Venezia

Le nostre Azioni:

1 - manifestazione del 28 febbraio 2015, ultimo giorno di pagaia libera nella città dell'acqua!
Lo scopo di questa azione è di raccogliere il sostegno e l'attenzione dei pagaiatori e della stampa locale, attualmente assente dal dibattito, mi sembra.
Esecuzione: raccolta adesioni su CKI; serve un organizzatore, magari locale; servono contatti con stampa e canoisti locali; sentire Tito Pamio, Daniele Scarpa, etc.

2 - ricorso al TAR
Lo scopo di questa azione è duplice: dimostrare di padroneggiare e di utilizzare le vie legali; offrire una via di uscita onorevole al Comune di Venezia di fronte alle potenti corporazioni dei gondolieri e dei taxisti.
Esecuzione: serve l'appoggio di un ente avvezzo a pratiche amministrative, tipo UISP: sentire ad esempio Gianni Russo

3 - elenco pubblico di adesioni al boicottaggio di Vogalonga2015
Lo scopo di questa azione è di ottenere ampia risonanza mediatica internazionale e deve coinvolgere il più ampio numero di associazioni canoistiche internazionali, soprattutto quelle mitteleuropee. Venezia è molto sensibile al turismo di matrice tedesca e una larga adesione della DKV potrebbe avere un effetto devastante.
Esecuzione: un sito o una pagina web dedicata, in inglese, con adesioni accettate in ogni lingua

4 - organizzare nello stesso giorno della Vogalonga2015 (24 maggio 2015) delle "VogaLenta2015" in tutte le città d'Italia con vie d'acqua
Lo scopo di questa azione è "intimidatorio" verso la politica, serve alla realizzazione della nostra Visione: la politica deve favorire l'uso dolce delle vie d'acqua, non limitarlo.
Esecuzione: coinvolgimento di canoa club locali nelle città interessate (Torino, Milano, Mantova, Firenze, Roma, etc)

Teniamo sempre presente che dal 1 maggio inizia EXPO2015, con i famosi 20 milioni di stranieri ...
Andrea Ricci
[email protected]