Autore Topic: Boh, questo dell'Hydrospeed lo metto qui.  (Letto 1849 volte)

Dicembre 18, 2014, 05:41:31 pm
Letto 1849 volte

Vittorio Pongolini

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 619
  • Testo personale
    Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
L'Aletsch è un ghiacciaio immenso. Sono stato a vederlo circa quattro anni fa in moto. Oltre ad una lingua ghiacciata che è un mare di ghiaccio si vedono in fondo le più alte cime delle Alpi Svizzere: la Jungfrau, il Monch, l'Eiger (tristemente famoso per i molti morti per raggiungerne la cima negli anni passati. Ci hanno fatto un film) e altre sberle da oltre 4000 m. Il suo torrente naturale, il Massa non si può scendere perchè c'è una mega diga che ne sfrutta l'acqua di scioglimento che è proprio tanta. Si è ridotto molto negli ultimi anni e sono andato di proposito a vedermelo perchè non so per quanto ancora sarà così esteso. Per raggiungerlo è facile. Si deve percorrere il Sempione, valicare il passo e risalire la valle del Rodano fino a Fiesch, dove una fin troppo comoda funivia porta ad un punto di visione spettacolare su quello che è più esteso ghiacciaio delle Alpi, simile a quelli himalayani.

Ma ora guardate qui sotto:

http://www.corriere.it/foto-gallery/scienze_e_tecnologie/14_dicembre_18/hydrospeed-estremo-ghiacciaio-svizzero-b6efefd8-86a6-11e4-bef5-43c0549a5a23.shtml

C'è chi non si arrende alle dighe e  percorre la lingua d'acqua sopra il ghiaccio stesso. Davvero estremo, nella realtà della situazione e nella convinzione!
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.