Autore Topic: Itinerari sportivi e culturali sul Lago di Como  (Letto 3791 volte)

Marzo 25, 2014, 07:06:02 pm
Letto 3791 volte

Vittorio Pongolini

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 635
  • Testo personale
    Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Dei numerosi laghi lombardi il Lago di Como è quello che, forse, offre le migliori possibilità di abbinare l'aspetto sportivo delle escursioni in kayak con quello storico architettonico e paesaggistico.
Ho infatti scoperto da alcuni mesi, grazie anche alle grandi conoscenze  del Lago di Como in kayak di Marco Ferrario, che del Lario è un assiduo frequentatore, che è possibile ammirare stando seduti sul KdM,("con gli occhi di un cigno"...) delle meravigliose  ville, soprattutto nella parte centrale dello stesso, quella che va da Bellagio verso la sponda di Como arrivando a circumnavigare l'Isola Comacina, proseguendo con un'infilata di ville settecentesche delle quali le più spettacolari sono, pagaiando da sud verso nord, Villa Balbianello a Lenno (villa del grande esploratore alpinistico Conte Guido Monzino, il primo italiano ad andare sull' Everest. C'è una biblioteca privata di 4000 libri di montagna al suo interno), Villa Carlotta a Tremezzo e Villa La Gaeta a Menaggio. Poi ci si sposta sulla sponda di Lecco, attraversando il lago, per ammirare Villa Monastero a Varenna e si fa ritorno nel centro lago a Bellagio, da dove ci si è imbarcati. Si sbarca non prima però di aver ammirato il giardino e la Villa Melzi (D'Eril). Un tour lacustre di circa 28-30 km abbastanza performante dal punto di vista fisico - ci vuole un po' di allenamento - ma che, grazie alle bellezze delle ville, fa passare in secondo piano lo sforzo fatto per ammirarle. Una uscita da fine inverno di grande soddisfazione, che mantiene attivi il corpo e la mente.
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.