CKI il forum della canoa italiana

Site Slogan

News:Avvisiamo che la pubblicità non è ammessa sul forum,(a meno che non si aiuti a sostenerne le spese). Questo per rispetto verso il lavoro di chi gestisce e manutiene il sito e per rispetto di tutti quei canoisti che contribuiscono volontariamente con informazioni, donazioni, immagini e quanto altro.
La decisione sulla sospensione dei post pubblicitari è a discrezione e facoltà dei moderatori del forum.
Grazie dell'attenzione e della collaborazione.

Sardegna munifica e magnifica: isola dell'acqua selvaggia!

(Letto 1508 volte)

Francesco Balducci

  • Full Member
  • ****
  • Post: 486
Ciao a tutti ragazzi, sono appena tornato dalla spedizione in Sardegna, durata un decina di giorni, e desidero condividere il mio entusiasmo per una regione stranamente disattesa dai canoisti continentali. Molto meno famosa, canoisticamente, della Corsica, resa celebre da Josef Haas e da innumerevoli video, in realtà la Sardegna offre percorsi molto più selvaggi e isolati, in una cornice naturale asprigna e ferrigna. Abbiamo esplorato in prima alcuni torrenti a nord e ad est di Oristano, nella Barbagia di Ollolai e in luoghi occulti, che anche la cartina stradale stentava a riconoscere...Di livello internazionale e superlativo la gola media del Temo sopra la diga con 3 ore almeno di 4° continuo con rapide di 5°e una di 5° sup., la parte terminale del Badu Crabolu, la gola angusta e il tratto alto del fiume Su Entale, l'Araxisi, la gola finale del rio Durane o rio Fiolo sopra Fonni ( il più alto paese della Sardegna ), disceso sotto una bufera di neve ( esaltante il contesto..), il tratto alto del Liscia ( o rio Carana e Parapinta ) e altri ancora. Abbiamo individuato diversi altri percorsi, anche molto lunghi, da scendere in prima il prossimo anno, imbarcandoci presto. Ci sono tratti inesplorati anche di 20 km obbligatori senza vie d'uscita intermedie...Il periodo ideale è febbraio-marzo, con uno o due mesi di anticipo rispetto alla Corsica. Certamente ritorneremo il prossimo anno a febbraio facendo tesoro di tutte le indagini e di tutti i sopralluoghi effettuati colà. Sono anche lieto di condividere con gli amici canoisti la gioia per aver raggiunto il mio record di 900 fiumi diversi discesi, con il tratto a monte della diga del fiume Carana o Liscia alto.  Alcune foto sono sul mio profilo facebook e il video sarà proiettato al Cinefestival del kayak d'alto corso a Lavagna sabato 2 marzo, con il titolo "ICHNUSA: SARDIGNA E LIBERTATE, ACQUE SELVAGGE NELL'ISOLA " Alla spedizione hanno preso parte, oltre a me, Massimo Sereno dell'Only Kayak, Beppe Vaccari e Lorenzo Lepori di Nurakj Team. Grazie anche a Marco Locche di Fordongianus. A presto schede su CKI fiumi.