CKI il forum della canoa italiana

Mi presento.

(Letto 3678 volte)

Roberto Burrati Salò

  • Md Member
  • ***
  • *
  • Post: 13
Ciao a tutti, mi presento:
con la mia nuova compagna abbiamo acquistato due nuovi Bilbao in Polipropilene da 3 metri autosvuotanti. Mi rendo conto che non siano certo il massimo dal punto di vista nautico ma per noi che amiamo andare a trovare le spiaggette lacustri o marine, lontane dalla ressa vanno benissimo e ci si può trasportare pure qualche borsa per il Pic-nic.
Prima possedevo un vecchio K1 che aveva decisamente altre prestazioni nautiche ma i due nuovi Kajak sono semplici da trasportare e gestire per il ricovero invernale. Aspetto secondo me non trascurabile è l'autosvuotamento, anche se ritengo che una buona pratica della manovra di eskimo sia la cosa migliore per affrontare i flutti.
Solitamente frequentiamo il lago di Garda nella zona di S.Felice Manerba e la Dalmazia che è la mia passione per il suo mare stupendo ricco di insenature e spiaggette e begli scogli.
Buon KaJak a tutti Voi.

Vittorio Pongolini

  • Full Member
  • ****
  • Post: 663
  • Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Ciao Burrati.

Non conosco il modello di canoa o kayak che hai acquistato e inoltre mi sembra strano che sia in polipropilene. Forse volevi dire polietilene. Il polipropilene (isotattico) è il marchio registrato "Moplen", quello per cui il nostro Giulio Natta ha preso il Nobel per la chimica nei primi anni '60. E' ottimo per catini, scolapasta e altri contenitori, ma non è in gradodi contenere kayaker. Hai altri riferimenti alle canoe che hai acquistato? Un link?
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.

Roberto Burrati Salò

  • Md Member
  • ***
  • *
  • Post: 13
Ciao Burrati.

Non conosco il modello di canoa o kayak che hai acquistato e inoltre mi sembra strano che sia in polipropilene. Forse volevi dire polietilene. Il polipropilene (isotattico) è il marchio registrato "Moplen", quello per cui il nostro Giulio Natta ha preso il Nobel per la chimica nei primi anni '60. E' ottimo per catini, scolapasta e altri contenitori, ma non è in gradodi contenere kayaker. Hai altri riferimenti alle canoe che hai acquistato? Un link?

Grazie , ma è veramente polipropilene http://www.pslc.ws/italian/pp.htm (che ha un peso specifico inferiore all'acqua quindi galleggia) Il modello è BIC KAYAK BILBAO BLEU. Il polipropilene è anche usato da moltissimi anni per la realizzazione di cavi e cime per uso navale e nautico.

Ciao Roberto.

Vittorio Pongolini

  • Full Member
  • ****
  • Post: 663
  • Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Ahhh è una Bic! Ho capito quale è adesso. Si è vero, è polipropilene quello, hai ragione!
Ed è plausibile anche che abbiano utilizzato il prolipopilene. Ma, attento, il polipropilene  ha legami chimici più lunghi del polietilene e polimerizza progressivamente nel tempo di più. Non lasciarla agli ultravioletti se non quando la usi. Poi stivala all'ombra. Buone pagaiate marine (un po' lente però...).
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.

Roberto Burrati Salò

  • Md Member
  • ***
  • *
  • Post: 13
Si, non lo sapevo ma per precauzione le tenevo comunque entrambe al buio salvo i periodi in cui le utilizzavamo. dal prossimo anno poi, per le ferie estive useremo di nuovo il catamarano gonfiabile della Grabner (Happy Kat) e lasceremo i Kayak solo per l'utilizzo sul lago di Garda o per i finesettimana "allungati" in Istria e Quarnero.
Ho notato che uno dei Kayak non ha resistito alla sollecitazione del portapacchi dell'auto, forse lo serro troppo per paura che scivoli così si è un po' danneggiato a contatto con la barra e dalla piega si è formata una piccola fessura che però lascerò aperta così mi si svuota l'acqua che entra chissà da dove.
Ciao Roberto e Signora.