CKI il forum della canoa italiana

Site Slogan

News:

Hai capacitÓ informatiche?  Vuoi dare una mano alla gestione di CkFiumi.net? Clicca qui per maggiori info.

trattamento abbigliamento kayak dopo uscita..

(Letto 3960 volte)

Roberto Buonocore

  • Md Member
  • ***
  • Post: 11
Ciao ragazzi, volevo sapere come trattavate i vostri capi , (giacca ad acqua e abbigliamento neoprene ) dopo un uscita, e anche che sistema usavate per asciugare .
Dalle prime info che ho (che ritengo utili) , lo sciacquare ogni tanto in acqua e amuchina, oppure qualcuno mette tutto in lavatrice con progr risciacquo a bassa/nulla centrifuga .
E per asciugare? io ieri ho fatto una bella pozza in garage :-) .
Vediamo i vari sistemi che usate....
ciao
Roberto Buonocore CCBO

stefano caprile CCN

  • Global Moderator
  • Full Member
  • ****
  • Post: 549
Io acqua e basta.
Non mi fido di detersivi o altro. Poliuretano e Neoprene si degradano in fretta a contatto con alcuni elementi contenuti nei detersivi (per es. cloro).
Stefano CCN

Massimiliano Boninsegni

  • Full Member
  • ****
  • Post: 307
  • Mission Kayak
Tutta l'attrezzatura messa a mollo con il Napisan (disinfettante) e poi ad asciugare al sole (se c'Ŕ!!! :-\)
In lavatrice solo "lavaggi delicato 30░" le termiche sintetiche in lycra, pile ecc.... alcuni mettono in lavatrice anche il neoprene ma con il tempo tende a rovinarsi e seccare con consegnuente perdita di elasticitÓ.
Per le giacche acqua lavaggio semplice in acqua senza detersivi per evitare che sopratutto il lattice dei polzie e collo oltre alle nastrature si rovinino.
Almeno questo Ŕ ci˛ che faccio io quando mi ricordo di svuotare la sacca da canoa  ::)
CiÓ
GZmax

Caprari Stefano

  • Md Member
  • ***
  • Post: 36
Risciacquo con acqua ad ogni uscita. Lavatrice programma delicato a 30 gradi senza centrifuga con Napisan o Amuchina per disinfettare, nessun detersivo, ogni 8-10 uscite. Per asciugare stendere in luogo ombreggiato e possibilmente ventilato, credo che anche il troppo sole sia deleterio per neoprene e soprattutto per i polsini e colli in lattice. Risciacquo o lavaggio sempre a capo rovesciato. Per salvagente e paraspruzzi una volta ogni tanto un semplice risciacquo con acqua e sempre ad asciugare all'ombra per evitare anche che perdano il colore.
Ciao Steeve.
Ultima modifica: Maggio 17, 2010, 05:11:26 pm da Flavio di CKI

Flavio di CKI

  • Administrator
  • Full Member
  • *****
  • Post: 272
  • C
Ciao,
butto la "roba"puzzolente nel mitico sacco giallo del Raduno francese e lascio tutto a macerare sul camper la notte. Il mattino dopo arrivo di corsa in officina, butto il contenuto del sacco sul prato o appeso qua Ŕ la a prendere aria, se piove aspetto pazientemente il sole. Quando tutto Ŕ asciutto, se le volpi  della bassa valtellina (ora abbiamo anche l'orso...)  non hanno rubato i calzari, rimetto tutto nel sacco e porto a casa. La dura vita del canoista artigiano!   ;D
Flavio Ciarrocchi -
Fondatore di CanoaKayakItalia vecchia versione.
CKI dal 1998 Ŕ il punto di incontro dei canoisti di lingua italiana

carlo

  • Md Member
  • ***
  • *
  • Post: 31
la mia tecnica non differisce di molto da quella di Flavio :ritorno la sera e lascio tutto in borsa o sacco giallo che sia ,lunedý sera al ritorno dal lavoro ( parola grossa ) appendo tutto in box a metÓ settimana giro la muta dentrofuori, venerdý sera rimetto in borsa e sabato e domenica la ribagno in fiume. Ieri ho lavato i calzari, gli avevo annusati e dopo un conato ho deciso per la lavatrice. Scherzi a parte lavo tutto una / due volte l'anno o dopo discese in fiumi puzzolenti in lavatrice con coccolino agua fria programma lana .

andrea salinas

  • Jr. Member
  • **
  • *
  • Post: 9
Ciao a tutti.
Leggendo i forum per subacquei sull'utilizzo delle mute stagne (anch'esse dotate di posini e collo in lattice) ho saputo che Ŕ opportuno "spolverare" il lattice con talco puro ad ogni utilizzo. Sono riuscito a trovarlo in farmacia. Occhio per˛ a non utilizzare il borotalco o i talchi profumati pochŔ contengono sostanze aggressive per il lattice. Ho notato che effettivamente oltre a mantenere il lattice morbido, facilita indossare la giacca e non compromette l'incollaggio in caso di riparazioni ( a differenza del "seal saver" commercializzato da molti negozi).
Vi chiedo un consiglio invece per l'"aroma" stile carogna emesso dall'abbigliamento. Ho provato di tutto: Napisan, Deox ecc... ma l'olezzo persiste. Sapete indicarmi qualche metodo efficace? ciao a tutti!