Autore Topic: Ancòra per i federali ....  (Letto 2563 volte)

Giugno 16, 2008, 12:51:07 pm
Letto 2563 volte

Skillo

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 150
Dopo aver saputo alcune cose e prendendo il silenzio dei federali come tacito assenso alle mie precedenti critiche, aggiungo che la nostra Nazionale era l'unica ad avere un tecnico e un fisioterapista. Le altre compagini avevano sufficienti tecnici per filmare e supportare i loro atleti in qualunque frangente, così come è NORMALE per le squadre olimpiche, anche con numero di atleti inferiore al nostro.
 
Adesso parlo del C2 poichè è cosa che conosco, in cui investo tempo ed energie (gratis et amori dei) e a cui tengo in modo particolare.
La canadese biposto è disciplina ad elevatissimo contenuto tecnico, non che le altre non ne abbiano; ma su un c2 ci sono due persone e ciò indubbiamente complica le cose.
L'Italia non ha mai avuto C2 slalom da podio intenazionale fino all'avvento della coppia Benetti/Masoero.
L'impatto iniziale con l'attuale gestione tecnica (e non solo per il c2 in questione) non è stato dei migliori dato che la linea corrente prevede che la preparazione fisica debba essere predominante su quella tecnica, che il tecnico non insegni la tecnica poichè il canoista è il solo che potrà costruirsi la sua tecnica e che questa sarà un qualcosa che, inquanto futura, non è prevedibile dalle cognizioni del tecnico. Insomma: il tecnico non serve. Basta un cronometro e qualche quintale di libri d'allenamento e poi il canoista diventa forte automaticamente da sè.
Discordando da quest'impostazione, il duo di atleti ha accettato di avvalersi di "antiche e superate" impostazioni e della mia modesta e forse miope capacità tecnica per vedere di migliorare la loro bravura in acqua.
Contravvenendo alla nuova idea che noi italiani non s'avesse nulla da imparare dalle altre Nazioni e che fosse quindi inutile osservare e comprendere le tecniche degli altri slalomisti (di qualunque specialità), abbiamo (noi tre) osservato, confrontato e compreso molto di quanto gli altri equipaggi e canoisti mettono in atto duante le loro evoluzioni in acqua, modificando di conseguenza vari aspetti tecnici dell'originale stile Masoero/Benetti. Tali modifiche hanno contribuito a portare miglioramenti e regolarità nei piazzamenti dei due in questione e ad individuare nuovi obiettivi tecnici che stiamo tutt'ora cercando di raggiungere. Questo perchè i due sono ben consci che per puntare all'oro olimpico (perchè no?) bisogna colmare il divario tecnico che tuttora divide l'equipaggio slovacco dal resto delle imbarcazioni. Per fare ciò il video è fondamentale ed è per questo che i ragazzi, al termine dei loro allenamenti, hanno preso in mano la telecamera e hanno filmato gli altri c2 presenti. Questo, ovviamente, invece di godersi il meritato riposo!

E poi qualcuno è tornato in businnes class perchè doveva guidare il furgone ...

Salvatore Schillaci

PS Per motivi di lavoro io non posso/voglio andare a Pechino, quindi a nessuno venga in mente che "rompa" per un qualche mio tornaconto.