Autore Letto 3727 volte

rinocoluste81

  • **
  • Jr. Member
  • Post: 8
  • ...
CONSIGLI (SPERO MOLTI) SU KAYAK GONFIABILE
* Risposta #15 il: Settembre 26, 2023, 10:31:16 am *
Buongiorno a tutti,
prima di chiudere volevo ringraziare tutti quelli che hanno avuto la bontà e la pazienza di darmi un consiglio e aiutarmi nella scelta del Kayak.
Come detto, alla fine ho preso un Gumotex Seawave, che ho portato in Sardegna dal 12 al 31 agosto.
L'uso è stato fatto in due modalità.
Prima modalità: utilizzo in solitaria per finalità alieutica (devo pur rientrare del costo del kayak...l'unico modo che vedo è di utilizzarlo per risparmiare dal pescivendolo e devo dire che con un po' di fortuna ho iniziato a scalare almeno una sessantina di eurini dal conto).
Ho percorso brevi tratti a non più di 3 o 400 metri dalla costa, sempre con mare calmo e sole, trainando ondulanti molto apprezzati dalla fauna acquatica. Mi è sembrato veloce e sicuro, forse un po' ballerino sulle onde un po' più alte ma nel complesso una bella sensazione di sicurezza.
Seconda modalità: gita in famiglia.
Abbiamo percorso tratti di massimo 4 o 5 km tra andata e ritorno. Il Gumotex in queste occasioni è stato caricato a dovere: mia figlia di 5 anni a poppa; poi io (192 cm x 100 kg) poi mio figlio di 2 anni, poi mia moglie (175 cm x 70 kg) poi mio figlio di 9 anni a prua. Inutile dire che il kayak appariva estremamente stabile, anche veloce, considerando il carico, e risentisse ben poco del moto ondoso.
Unica pecca: assenza di gavoni e poco spazio per stivare qualcosa che andasse oltre due bottiglie di acqua e una maschera con boccaglio...ho anche pensato di acquistare un canottino gonfiabile stagno da trainare ma non so se esiste e quanto andrebbe a costare (poi vorrei evitare l’effetto naufrago).
Ah, ho trovato anche scomodo il rimessaggio: tra pulizia, asciugatura e piegatura direi che non è fatto per pagaiate toccata e fuga
In complesso mi sono divertito, anche se, devo dire, il gonfiabile mi ha generato parecchie ansie: giunti in qualche caletta o spiaggia avevo timore che potesse esplodere a causa del sole; quindi lo posizionavo in un luogo ombreggiato, sotto la vegetazione, e qui ansia per eventuali forature...anzi vi chiedo, sono ansie immotivate o c’è il concreto rischio che quel materiale si buchi con aghi di pino, erbaccia secca, sassi e cose del genere?
Comunque, la somma algebrica dei pro e dei contro ha segno + e questo è l’importante!
Grazie ancora a tutti e alla prossima!!