CKI il forum della canoa italiana

Pozzetto da 110 ed eskimo roll

(Letto 326 volte)

Guido Brasletti

  • Md Member
  • ***
  • *
  • Post: 44
  • ...
Chiedo un parere: ho visto un kayak da mare che è stato modificato portando il pozzetto alla lunghezza di 110cm (la persona che lo usava aveva qualche difficoltà di movimento alle gambe).

Un pozzetto così grande crea difficoltà o scomodità nell'eskimo o nelle manovre "marine"?

Grazie!

Guido Brasletti

  • Md Member
  • ***
  • *
  • Post: 44
  • ...
Mmmm… domanda non facile a quanto pare  :)

La riformulo più “larga”: vantaggi e svantaggi di un pozzetto così grande?

Immagino che sarà più facile entrare e uscire… ma forse in mare quando c’é onda il paraspruzzi/gonna cede perché imbarca molta acqua? E anche nell fare l’eskimo?

O in fondo non cambia molto rispetto a un pozzetto lungo 80-85cm?

nolby

  • Full Member
  • ****
  • *
  • Post: 279
  • MARCO
visto che non ti hanno risposto gli esperti ci provo io anche se non sono il più titolato:

Secondo me le effettive dimensioni del pozzetto (o meglio, della mastra) poco centrano con la facilità o meno ad eseguire il roll.
Ovviamente il roll è impossibile su kayak dal pozzetto aperto (quelli che gli americani chiamano "recreational kayak") non tanto per le dimensioni del loro pozzetto ma a causa del fatto che le gambe non hanno punti di appoggio (oltre al fatto che sono eccessivamente larghi ed hanno una forma dell'opera viva non pensata per essere gestiti con altre manovre come appoggi o semplicemente essere inclinati).
Se un kayak ha premicosce e puntapiedi adeguati non vedo motivo per cui le dimensioni del pozzetto possano limitare la capacità di fare il roll... alla fine è una manovra che -quelli bravi- fanno anche con la canadese da acqua bianca.

Per cui se la parte strutturale del pozzetto non è stata modificata ma la modifica ha comportato solo l'allungamento del "buco" sulla coperta si comporterà esattamente come il modello originale.
Il concetto dei pozzetti keyhole molto diffuso sui kayak da mare moderni è proprio quello di avere un buco molto lungo da cui estrarre le gambe molto facilmente stando seduti ma con i punti di contatto invariati rispetto ad un kayak dal pozzetto ridotto.

La difficoltà starà forse nel trovare un paraspruzzi adeguato... eventualmente ti interessasse ti posso spiegare come puoi commissionarne uno su misura alla Reed.

Guido Brasletti

  • Md Member
  • ***
  • *
  • Post: 44
  • ...

nolby

  • Full Member
  • ****
  • *
  • Post: 279
  • MARCO
Per curiosità di che kayak si tratta? Hai  modo di postare una foto della modifica?

marittimo

  • Full Member
  • ****
  • Post: 294
  • pagaiar m'è dolce in questo mare
Di eskimo non so niente, quindi non azzardo neanche considerazioni teoriche al riguardo.

In linea generale direi che un pozzetto così lungo ha sostanzialmente trasformato quel kayak da Sit In a Sit on Top.
Tieni presente che i surfski hanno pozzetti di lunghezza tra 120 e 130 cm (per via della pedaliera), ovviamente non comunicanti con la parte interna dello scafo (che altrimenti si allargherebbe) e con un sistema di auto svuotamento.
Su Internet si trovano molti video che spiegano le tecniche di risalita.
Personalmente io, che ho una certa età e purtroppo anche una certa stazza, utilizzo quella che si vede nel video linkato qui sotto (dal min. 1:56 al min. 2:05).
Dopo una decina di tentativi per assimilare i movimenti, sono riuscito anch’io a risalire in circa 5 secondi.

https://it-it.facebook.com/www.fabridankayaks.it/videos/surfski-eagle-52/1692364130837242/