CKI il forum della canoa italiana

Tagliamento ultimo fiume libero d'Europa, e interventi dell'uomo.

(Letto 534 volte)

Alberto Mario Faggioni

  • Jr. Member
  • **
  • *
  • Post: 8
  • ...
Ieri è uscito su "Il Gazzettino" l’articolo che allego, sui problemi causati dalla canalizzazione del Tagliamento da Latisana in giù. Ancora una volta si leggono parole inascoltabili, come se fossimo ancora al tempo dei nostri bisnonni e non nel 2020.
Invece che ammettere che il problema sono gli errori del passato, intervenendo su quelli, la soluzione sembra essere ripetere altri errori, e risalire anche più a monte con la cementificazione.
L’articolo appare come un’esibizione di prepotenza a mezzo stampa, propagandando come una richiesta a furor di popolo una soluzione che viene fatta passare come l’unica possibile. Un conto è risolvere il problema, un conto è come farlo, e la via descritta come unica soluzione sembra invece molto discutibile, e mi risulta, discussa.

Ho percorso in gruppo qualche anno fa 150 km di Tagliamento partendo dalla confluenza del Fella, e dopo tre giorni di pace, bellezza e spunti di rispettose meditazioni sulle guerre che qui hanno avuto luogo, all’arrivo a Latisana è scattato l’orrore, come per i successivi molti chilometri fino a Pertegada, poco distante dal mare.
Quale mente può aver pensato di stringere così il letto del fiume (per aumentare la quantità di terra da coltivare, chiaro) e costruire un argine di fianco alle città e ai paesi, più alto delle case? In più l’ingresso del fiume a Latisana è sull’esterno di un bel curvone secco e parabolico con l’abitato in balìa della forza centrifuga. A monte il letto arriva fino a 3 chilometri di larghezza, da Latisana in giù è costretto in poco più di cento metri. Quando il fiume vuole, chiaramente esce.

So che nella zona c’è qualcuno che ha a cuore la situazione, sarebbe bello e utile avere da loro aggiornamenti e se, e quando necessario, dare loro un sostegno.

All’argomento è stata dedicata specificamente una puntata di “Sapiens”, con Mario Tozzi, girata proprio su quell’argine: “Il Tagliamento: il rapporto con l’uomo e le città”. Forse quei sindaci dovrebbero andare a rivedersela su RaiPlay o YouTube: 
https://www.youtube.com/watch?v=t_Rk4igTqlE

Altre trasmissioni RAI sul Tagliamento:

Tagliamento. Ricchezza e vegetazione - Sapiens
https://www.youtube.com/watch?v=IAQ4h5eB5yo

Tagliamento. La forza della corrente - Sapiens
https://www.youtube.com/watch?v=KTvlI1SdJFQ   

Tagliamento, l’ultimo fiume selvaggio - Unomattina Estate
https://www.youtube.com/watch?v=rs-X4FoRj6Y   
Ultima modifica: Ottobre 26, 2020, 01:53:00 pm da Alberto Mario Faggioni

Sirius77

  • Md Member
  • ***
  • *
  • Post: 12
  • ...
La tristezza totale, se non avessero lottizzato e costruito in aree golenali non servirebbe nulla...Vivo abito e lavoro con la mia scuola di Kayak sul tagliamento e penso che sacrificare il fiume per ulteriori lottizzazioni nel basso Friuli non sia assolutamente coerente. Inizino a ripristinare i danni che hanno fatto. Inutile lamentarsi adesso, chi ha concesso i permessi edilizi e di costruire in aree a rischio esondazione. Salviamo il tagliamento da dighe e autostrade.
Sirio Cividino
Scuola Kayak Friuli