CKI il forum della canoa italiana

Habitat e puntapiedi

(Letto 3433 volte)

maurizio beccafichi

  • Md Member
  • ***
  • Post: 96
Avviso a tutti i possessori di Habitat da un possessore soddisfatto di Habitat.
Mi è successa una cosa in Corsica  della quale vi vorrei parlare in privato.
Può esservi mooolto utile!
Contattatemi: [email protected] - oppure: 3357535352
Saluti.
Maurizio Beccafichi Hsk

Massimo Delledonne

  • Full Member
  • ****
  • Post: 105
Ciao Maurizio!

se hai rotto il puntapiedi sappi di non essere l'unico, è già successo in almeno un caso di cui sono a conoscenza, e francamente mi sono chiesto se si tratta di un difetto (perchè non parlarne sul forum, dopotutto è fatto anche per questo, almeno secondo me) oppure di una cosa fatta a proposito..

Guardando come è fatta la canoa, e dove si può rompere il puntapiedi, mi sono convinto che sia una specie di "ammortizzatore" tipo i paraurti delle macchine. Fatto appunto per assorbire il colpo - ma senza intrappolare la persona - se il puntapiedi si rompe. Un'alternativa all'ammortizzatore da 2 kg (quella molla enorme!) della Necky Crux.. La mia esperienza e' sull'80 (la grossa), magari per la 74 (la piccola) le mie considerazioni non valgono
Personalmente di botte con la habitat ne ho prese molte, ma nessuna ha provocato la rottura del puntapiedi anche se le mie caviglie e le mie ginocchia il colpo lo hanno sentito, eccome se lo hanno sentito. :'(

un caro saluto,

Massimo

Patrik Consalvo

  • Full Member
  • ****
  • Post: 254
  • HSK
Salute.
Innumerevoli rotture di varia natura,
dal puntapiedi allo scafo, dai premicoscia al sedile etc,
sono in assoluto la novità dei kayak da creek nati negli ultimi anni.
A mio avviso, le case produttrici,lavorano molto per rendere
più leggeri,manegevoli,sicuri, e  dai colori accattivanti i nuovi kayak,
allo stesso tempo devono aver considerato,che se fossero stati costruiti come i precedenti modelli,molto probabilmente avrebbero chiuso i battenti.
Dico questo, dopo aver parlato con numerosi canoisti,
e dico questo dopo aver notato che le rotture avvengono troppo spesso,
e molto facilmente.
Da un punto di vista commerciale il discorso non fa una piega,
ma dal nostro punto di vista cosa sta accadendo  >:(
No voglio scatenare nessuna polemica, tutti noi abbiamo amici che vendono kayak, e ripeto non è mia intenzione creare problemi,
volevo capire insieme  a voi, se quanto sopra descritto,
corrisponde al vero,questo anche tenuto conto del fatto che
credo sia giusto avere confronti su di un forum "indipendente ".
A presto e speriamo in fiume.
Ciao
Patrik
Patrik
HSK

carlo cereda CFM

  • Full Member
  • ****
  • Post: 145
questo è un forum libero e deve rimanarlo........a tale proposito voglio segnalare la mia avventura nell'acquisto di due Nomad, ad ottobre 2007 decido di cambiare kayak.
Dico: mi voglio prendere una bella Nomad per farmi un bel 2008, ma qui cominciano i guai, vendo la mia Creeker dopo che Alpin Action mi ha promesso quella nuova per Natale 2007.....secondo voi oggi che è il 9 maggio 2008 ho la canoa ?
Risposta: NO
Io non so quale sia stato il problema, ma il cliente non deve rimanere nel mezzo tra il rivenditore e il produttore, o almeno deve avere delle risposte certe.
In questi mesi per fortuna ho avuto la possibilità di usare una canoa del club altrimenti mi sarei perso delle belle discese.
Mercoledì andrò a ritirarla insieme ad altre due, in Svizzera, una telefonata è bastata per trovarle
pronta consegna ed a buon prezzo.
A voi tutti ed agli interessati la repplica, magari qualcuno mi spiegarà quali sono stati i problemi.

Carlo Cereda e Gabriele Balbo
Carlo Cereda
www.carlocereda.it