Autore Topic: consiglio acquisto per principiante  (Letto 2020 volte)

Febbraio 19, 2019, 09:09:31 pm
Letto 2020 volte

max966

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 11
  • Testo personale
    ...
Salve, sono nuovo del forum, e vi ringrazio per avermi accolto. Mi chiamo Massimo, vivo vicino al mare (10 km) nel siracusano. Il tennis mi ha rovinato le ginocchia, per cui devo cercare, a 52 anni, una nuova attività sportiva. Il kayak, provato una decina di volte una decina di anni fa, mi ha sempre affascinato. Il porto grande di SR costituisce, credo,  un bacino grande e riparato nel quale pagaiare,  secondo me, con un certo grado di tranquillità... L'idea è quindi quella di acquistare un kayak adatto a questo scopo,  dopo aver verificato, con qualche noleggio, che l'attività sia  quella che fa per me...
Il primo dubbio è ovviamente se gonfiabile o rigido, ma l'idea è di lasciarlo a rimessa, quindi non ho necessità di trasportarlo di frequente, potrei optare per un rigido....mi sembrerebbe più semplice un s.o.t. , e mi starei orientando in quella direzione... mi piacerebbe però sentire il parere di qualcuno con più esperienza.  Grazie in anticipo

Febbraio 21, 2019, 04:43:42 pm
Risposta #1

Andrea Ricci

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 287
  • Testo personale
    non la canoa, bensì la pagaia è il nostro sport
    • acquamossa
rigida e non gonfiabile.
cercati una canoa in regalo o a poco prezzo (50/100 euro) in zona e comincia con quella.
poi a mano a mano che progredisci e che conosci altri canoisti, te ne comprerai un'altra.
se usi un kayak e' indispensabile avere il paraspruzzi, meglio se in neoprene.
se usi un sitontop non ti serve altro.
Andrea Ricci
acquamossa(chiocciola)tiscali.it
339 8808 312

Febbraio 24, 2019, 05:31:47 pm
Risposta #2

max966

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 11
  • Testo personale
    ...
Ho scoperto di avere praticamente a disposizione un Ocean kayak Scupper Pro,  spero risulti un mezzo facile per cominciare. ..

Febbraio 25, 2019, 11:28:34 am
Risposta #3

Andrea Ricci

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 287
  • Testo personale
    non la canoa, bensì la pagaia è il nostro sport
    • acquamossa
Ottimo sitontop!
Togli i tappi di autosvuotamento sul fondo dello scafo, copriti bene (ideale sarebbe una muta stagna in questo periodo), indossa un gilet di galleggiamento, fai qualche prova di risalita dall'acqua, e poi ... vai!
Andrea Ricci
acquamossa(chiocciola)tiscali.it
339 8808 312

Febbraio 26, 2019, 02:16:51 pm
Risposta #4

max966

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 11
  • Testo personale
    ...
Innanzitutto devo ringraziare per la disponibilità e la pazienza nel rispondere alle mie domande. Ora mi sto interrogando su come abbigliarmi per andare a fare qualche giro. In passato ho solo fatto qualche pagaiata in piena estate. Ma ora è been diverso. Pensavo a una muta in neoprene ( stamattina ho visto che ce ne sono di abbordabili, almeno per cominciare, tipo questa https://www.decathlon.it/muta-uomo-longjohn-sk-kayak-sup-id_8387608.html ), una maglia termica sulla tuta, giubbottino e calzari ( tipo questi  https://www.decathlon.it/calzari-4-mm-500-neri-id_8501633.html  ). Troppo? O troppo poco?

Febbraio 26, 2019, 02:23:39 pm
Risposta #5

Andrea Ricci

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 287
  • Testo personale
    non la canoa, bensì la pagaia è il nostro sport
    • acquamossa
La maglia termica va sotto la muta.
Aggiungi una giacca spraytop per vento e schizzi e pioggia.
E una cuffia in neoprene.
Andrea Ricci
acquamossa(chiocciola)tiscali.it
339 8808 312

Febbraio 26, 2019, 03:42:23 pm
Risposta #6

marco iezzi

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 107
Evita però di sudare con tutta quella roba addosso,anche se l'acqua risulta ancora fredda sia al lago che al mare, nelle ore centrali comincia a fare caldo

Febbraio 27, 2019, 07:49:32 am
Risposta #7

nolby

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 210
  • Testo personale
    MARCO
Evita però di sudare con tutta quella roba addosso,anche se l'acqua risulta ancora fredda sia al lago che al mare, nelle ore centrali comincia a fare caldo

Quotone, sta arrivando il periodo peggiore. Quello in cui per la temperatura dell'aria si sta bene in costume da bagno mentre per la temperatura dell'acqua ci vuole la muta stagna con sotto la superpippo

Febbraio 28, 2019, 09:29:14 pm
Risposta #8

Lorenzo Molinari

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 111
Concordo con Nolby: inizia il periodo più insidioso.
Tentanti dal tepore solare esterno, si rischia di trovarsi impreparati ad affrontare un eventuale bagno...
Al sudore causato dalla muta si rimedia con una bella doccia scesi di canoa, all'ipotermia si rimedia solo prevenendola.

Pochi giorni fa, giornata calda... un amico si è distratto e si è ritrovato a bagno in acque lacustri, neppure lontano da riva. Non idossava la muta e, da quanto mia ha raccontato, è arrivato a riva in affanno, spossato e in stato catatonico, neppure più in grado di tirare la canoa fuori dall'acqua e svuotarla...

Marzo 01, 2019, 02:50:07 pm
Risposta #9

max966

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 11
  • Testo personale
    ...
Grazie per i consigli preziose, ma potreste consigliarmi qualche modello di muta che non mi costi un capitale? Decathlon propone alcuni modelli, ad esempio... ne ho postato uno molto economico, ma ho paura serva a poco...

Marzo 01, 2019, 02:51:41 pm
Risposta #10

Andrea Ricci

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 287
  • Testo personale
    non la canoa, bensì la pagaia è il nostro sport
    • acquamossa
va bene Decathlon, 2-3mm sono piu' che sufficienti nel mare di Sicilia :)
Andrea Ricci
acquamossa(chiocciola)tiscali.it
339 8808 312

Marzo 02, 2019, 07:03:16 pm
Risposta #11

Guido Brasletti

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 8
  • Testo personale
    ...
Innanzitutto devo ringraziare per la disponibilità e la pazienza nel rispondere alle mie domande. Ora mi sto interrogando su come abbigliarmi per andare a fare qualche giro. In passato ho solo fatto qualche pagaiata in piena estate. Ma ora è been diverso. Pensavo a una muta in neoprene ( stamattina ho visto che ce ne sono di abbordabili, almeno per cominciare, tipo questa https://www.decathlon.it/muta-uomo-longjohn-sk-kayak-sup-id_8387608.html ), una maglia termica sulla tuta, giubbottino e calzari ( tipo questi  https://www.decathlon.it/calzari-4-mm-500-neri-id_8501633.html  ). Troppo? O troppo poco?

Ciao,
Ho e uso la longjohn che hai linkato qui sopra, dalle mie parti (in alto Adriatico e fiumi vicini) per l’inverno è un po’ pochetto, va bene fino a ottobre/novembre

Questa invece l’ho usata a dicembre
https://www.decathlon.it/muta-surf-100-4-3-mm-uomo-id_8329505.html

Ed è più indicata quando l’acqua è fredda (sotto ai 18 gradi)

Pagaiando col sole si suda un po’ ma appena si tocca l’acqua ci si rinfresca per bene :)

Da gennaio in poi non l’ho testata,ma credo che alle tue latitudini possa andare

Marzo 04, 2019, 09:47:55 pm
Risposta #12

max966

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 11
  • Testo personale
    ...
Mi sembra doveroso comunicare che ho fatto la prima pagaiata.  Ho preso la muta longjohn, maglietta termica e giacca impermeabile e sono andato. Poco più di 5 km, su un mare piatto, con l'acqua a 17 gradi ma con un bel sole. Fantastico. Conto di ripetere tra due giorni, meteo permettendo. Grazie a tutti voi per i consigli e la disponibilità. ..

Marzo 09, 2019, 02:47:43 pm
Risposta #13

max966

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 11
  • Testo personale
    ...
Buonasera, torno alla carica perchè mi sorge un dubbio. Le prime due escursioni le ho fatte partendo dalla spiaggia, per cui salire e scendere dal sitontop è stato agevole. Ora dovrei cominciare a partire da pontile galleggiante, abbastanza basso, ma con tre metri d'acqua sotto... Sapreste indicarmi eventuali tecniche da seguire per evitare il tutto nella salita/discesa dal kayak?

Marzo 10, 2019, 05:43:55 pm
Risposta #14

Guido Brasletti

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 8
  • Testo personale
    ...

Aprile 19, 2019, 07:40:46 pm
Risposta #15

max966

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 11
  • Testo personale
    ...
Buonasera, sono passate diverse settimane, ho già fatto parecchie uscite, sia con il Sit on top che con i sit-in presi a noleggio. Ora mi imbatto in un Seabird Discovery in ottimo stato ad un prezzo ragionevole. Premesso che sono alto 1,87 m per 82 kg e che devo farne un uso esclusivamente marino, pensate possa essere un modello adatto a me?
« Ultima modifica: Aprile 19, 2019, 08:15:16 pm da max966 »

Aprile 19, 2019, 08:11:55 pm
Risposta #16

Andrea Ricci

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 287
  • Testo personale
    non la canoa, bensì la pagaia è il nostro sport
    • acquamossa
bello, ma impara ad andare senza timone.
Il timone in generale, soprattutto su un kayak da mare maneggevole e corto come codesto, non solo è superfluo, ma frena l'apprendimento e il controllo. La rotta la dovrai governare inclinando lo scafo e usando bene la pagaia.
Andrea Ricci
acquamossa(chiocciola)tiscali.it
339 8808 312

Maggio 01, 2019, 12:28:24 pm
Risposta #17

max966

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 11
  • Testo personale
    ...
Buongiorno a tutti e buon primo maggio. Dopo la prima pagaiata con il Discovery, mi accorgo della presenza di una cimetta, fermata da un gancio sul premi coscia sinistro. La cima si dirige verso poppa ma non sono riuscito a capire la sua funzione. Qualcuno sa aiutarmi? Grazie sempre :)

Maggio 02, 2019, 08:38:36 am
Risposta #18

marco iezzi

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 107
potrebbe far parte della predisposizione per il montaggio di un eventuale timone, se è cosi', dovresti trovarla anche nell'altro premi coscia

Maggio 02, 2019, 02:30:08 pm
Risposta #19

max966

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 11
  • Testo personale
    ...
Ciao Marco. Non saprei,  il timone è già installato e si governa dai cavi collegati ai pedali... ma, ripeto, sono un ignorante... potrebbe anche questa cima fare parte del meccanismo di utilizzo del timone...

Maggio 02, 2019, 07:23:54 pm
Risposta #20

marittimo

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 133
  • Testo personale
    ...
Normalmente le cime hanno due estremità. Una la vediamo in foto. L' altra bisognerebbe cercarla  ;)

Maggio 03, 2019, 08:31:25 am
Risposta #21

Marco Lipizer

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 150
Potrebbe essere la regolazione per il poggiaschiena. Tra l'altro, secondo me, inutile e limitante il movimento della schiena.
Per quanto riguarda l'utilizzo del timone, sono d'accordo con Andrea Ricci. Il timone è una cosa utile, indispensabile in certe situazioni, ma in fase di apprendimento è meglio farne a meno per imparare a controllare il kayak con l'inclinazione e con la sensibilità sulla pagaia.

Maggio 03, 2019, 12:40:00 pm
Risposta #22

Andrea Ricci

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 287
  • Testo personale
    non la canoa, bensì la pagaia è il nostro sport
    • acquamossa
Delle viti con testa a croce e dei meccanismi a contatto con il neoprene del paraspruzzi non si possono vedere ...
Sostituisci almeno le viti con viti di acciaio inox marino con testa a brugola, stessa forma della testa.
Andrea Ricci
acquamossa(chiocciola)tiscali.it
339 8808 312

Maggio 07, 2019, 06:04:15 pm
Risposta #23

max966

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 11
  • Testo personale
    ...
Potrebbe essere la regolazione per il poggiaschiena. Tra l'altro, secondo me, inutile e limitante il movimento della schiena.
Per quanto riguarda l'utilizzo del timone, sono d'accordo con Andrea Ricci. Il timone è una cosa utile, indispensabile in certe situazioni, ma in fase di apprendimento è meglio farne a meno per imparare a controllare il kayak con l'inclinazione e con la sensibilità sulla pagaia.

Mistero svelato, grazie Marco. Si tratta della regolazione del poggiaschiena. Grazie a tutti

Maggio 21, 2019, 02:30:26 pm
Risposta #24

max966

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 11
  • Testo personale
    ...
Buonasera, torno a rivolgere nuove domande:
-la pagaia: sto utilizzando una seabird (in prestito) in alluminio, da 225 cm, con la quale mi trovo abbastanza bene. Cmq prima o poi dovrò acquistarne una mia. Stando alla mia stature di 1,87, occorrerebbe una pagaia più lunga o può andare bene una così ? Quali vantaggi potrebbe avere una più lunga rispetto alla 225?
- i premicoscia, questi sconosciuti. Se devono premere le cosce, devo cambiare la posizione nel kayak, nel senso che dovrò avvicinare i puntapiedi di parecchio, per poter tenere le gambe piegate tanto da toccare i premicosce...è corretto?
Grazie sempre per la vostra pazienza :)
« Ultima modifica: Maggio 22, 2019, 01:36:02 pm da max966 »

Maggio 22, 2019, 10:34:16 pm
Risposta #25

Marco Lipizer

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 150
La pagaia è già abbastanza lunga. Più lunghe credo che neanche esistano.

I premicosce.
Partiamo dal concetto che la postura delle gambe deve essere semiflessa, con le ginocchia vicine e non larghe a posizione di ranocchia. Ho il sospetto che quei premicosce, per come sono messi,  ho paura non ti permettano di utilizzare le gambe correttamente. Giusto per fare un brevissimo riassunto, la spinta della gamba associata alla rotazione del tronco dal lato della pala immersa, permette allo scafo di avanzare.
Quindi la gamba deve poter muoversi e stare in quella posizione. Per mia esperienza quel premicosce potrebbe dare fastidio. Prova a vedere se riesci a starci, se no elimina direttamente quei premicosce.
Ricordati che il controllo del kayak in mare si fa con il sedere, non con le ginocchia.