Autore Topic: Consiglio acquisto kayak da mare  (Letto 4373 volte)

Novembre 23, 2018, 12:05:02 am
Risposta #30

raggiodellaluna

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 4
  • Testo personale
    ...
Anche io sto attualmente valutando seriamente l'acquisto del Marlin  LV. Sono ancora un po' perplesso per la sua tenuta in condizioni di vento sostenuto soprattutto se e' privo di timone. Non so  qualcuno  ha avuto modo di testarlo in queste condizioni e ha rilevato un oggettiva difficolta' nella tenuta al vento trasversale.

La mia scelta ormai si e' ristretta su tre modelli:

Marlin LV - Art fiber
Sea Kayak Design 486
absolute 16 - cs canoe

Se qualcuno puo' darmi qualche buon consiglio su questa scelta vi ringrazio per l'aiuto.

Novembre 23, 2018, 08:26:35 am
Risposta #31

marco iezzi

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 108
dipende dall'uso che ne fai e anche dall'estetica
riguardo alle prestazione,alla fine si equivalgono tutti
Io posseggo un marline HV,le sue prestazioni si evidenziano soprattutto quando e carico, ma io  do la priorità alle escursioni marine per più giorni
Posso dire che la comodità di seduta del Marlin non ha eguali e per chi sta molte ore seduto,non è poco
Riguardo al timone,ho la predisposizione ma non l'ho mai montato

Buon mare

Novembre 26, 2018, 07:48:53 am
Risposta #32

nolby

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 211
  • Testo personale
    MARCO

La mia scelta ormai si e' ristretta su tre modelli:

Marlin LV - Art fiber
Sea Kayak Design 486
absolute 16 - cs canoe

Così a naso direi che sono tre kayak molto diversi... ma potrei sbagliarmi.


Novembre 28, 2018, 08:35:35 pm
Risposta #33

raggiodellaluna

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 4
  • Testo personale
    ...
Direi che per me ormai e' terminato il periodo di valutazioni ricerche e consulti. Devo chiudere questa fase di ricerche e prendere una deisione finale. Sono di fronte a tre candidati, di quelli che ho avuto modo di vedere, toccare e sentir parlare , questi sono quelli che secondo me soddisfano  i miei requisiti (compreso il prezzo):

Kayak Diana 480 Light Kevlar-Carbon 19 kg. https://www.dianacanoe.it/project/kayak-diana-480-light/
Art fiber  Marlin LV Kevlar-Carbon Kg.17.5  507 cm. http://www.artfiber.it/kayaks/marlin-lv
cs canoe absolute 16  Kevlar-Carbon Kg.19/20  505 cm. http://www.cscanoe.com/web/prodotti/canoe.php?id_prodotto=213&lingua=uk&main=CS%20Canoe

Tra questi tre modelli avete qualche parere o consiglio da darmi ? Sicuramente un vostro buon consiglio mi darebbe un grosso aiuto per la mia scelta finale. Grazie di tutto !

Novembre 29, 2018, 09:41:12 am
Risposta #34

marco iezzi

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 108
Le prestazioni di questi tre kayak,a mio avviso,non potranno essere troppo dissimili,parliamo sempre di barche da 5mt,dunque orientati su l'aspetto pratico ed estetico
La seduta del marlin non ha eguali e il piccolo ma decisamente capiente gavoncino anteriore,è di grande praticità
Ovviamente queste sono considerazioni personali visto che sono possessore del Marlin

Il consiglio,sempre se fattibile,è quello di provare i modelli prima di acquistali

saluti

Gennaio 07, 2019, 11:30:45 pm
Risposta #35

Davide Beach

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 12
  • Testo personale
    ...
Ciao a tutti e un Felice Anno Nuovo.
Dopo le prime 4 uscite sul Marlin, sono qui a raccontarvi le mie prime impressioni, ricordo sempre: impressioni da principiante.
Andiamo con ordine: per cominciare ho aspettato di avere sempre il mare piatto-piatto e sempre sono partito dalla spiaggia.
Le prime 2 uscite sono servite più che altro per capire come entrare sul kayak senza ribaltarmi. Ho quindi provato un paio di metodi e alla prima ho testato anche il parziale ribaltamento: parziale perché il Marlin non si è scomposto mentre il sottoscritto è andato a mollo :-) :-) [tranquilli avevo muta sopra e sotto].
Dalla terza uscita, l'ingresso nel pozzetto è diventata pratica assodata, sicuramente ci sono migliorie da apportare ma per questo c'è tempo. Le attenzioni sono ora spostate sulla pagaiata, sulla direzionalità del kayak e sulle virate.
Con la quarta uscita ho provato con il mare non piatto piatto e qualche piccola onda:
- da prima con le onde contro: divertentissimo ma con la preoccupazione di ribaltarmi
- a seguire, per rientrare, con le onde da dietro (non conosco i termini per descriverle correttamente, spero si capisca), sempre con molto divertimento e piacere anche se non riuscivo ad essere preciso nella direzionalità del kayak

Fino a questa primavera continuerò a prendere mano con il mio Marlin; appena l'acqua sarà più calda proverò ad inclinare il kayak per capire fino a quanto posso spingermi senza dare il giro (già messo in preventivo).
Nell'attesa mi sono iscritto ad un corso di eskimo in piscina.

Grazie ancora per i vostri utilissimi consigli e opinioni e... alla prossima.

Gennaio 08, 2019, 08:30:47 am
Risposta #36

nolby

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 211
  • Testo personale
    MARCO

Nell'attesa mi sono iscritto ad un corso di eskimo in piscina.


A mio avviso (e so che molti non saranno d'accordo) se vuoi fare corsi ti consiglierei di partire da un corso base prima di arrivare all'eskimo....

Anche perchè, sono ignorante in materia, ma il Marlin -come tutti i Prijon- ha i ponti piuttosto alti e voluminosi per cui non penso sia facile fare l'eskimo con quello. Io partirei dalle basi....


Gennaio 09, 2019, 11:04:43 am
Risposta #37

Andrea Ricci

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 289
  • Testo personale
    non la canoa, bensì la pagaia è il nostro sport
    • acquamossa
L'eskimo non è una manovra avanzata, bensì una manovra accessoria; e bene fa il nostro Davide ad affrontarla subito.
La capacità di fare eskimo in mare ha soprattutto una funzione psicologica, di confidenza in sé stessi. La sua riuscita al di fuori di un contesto di esercizi infatti, più che su un colpo di pagaia è basata su un colpo di c.... Se ci si rovescia in mare vuoi dire che le condizioni oggettive (onde frangenti, raffiche potenti, buio) o soggettive (stanchezza, ipotermia, paura) sono tali da rendere la riuscita dell'eskimo una speranza.
Meglio a quel punto conoscere e confidare invece nelle manovre avanzate di risalita.
Per concludere: corso di eskimo subito e utile per tutti!
Andrea Ricci
acquamossa(chiocciola)tiscali.it
339 8808 312