CKI il forum della canoa italiana

brenta, vanoi e residenze in italia (tutto in minuscolo) - lungo

(Letto 3686 volte)

Davide Sandini

  • Full Member
  • ****
  • Post: 210
Ciao a tutti
oggi siamo andti a fare il tratto da bassano a cartigliano, sul brenta.
Il gruppo doveva essere piu' grande, ma chi ha avuto un problema, chi preferiva andare in vanoi domani, siamo rimasti in tre gatti.
prima di tutto un "sedicente" canoista che ci avverte che di li' non si puo' scendere, ci sono "le prie" (le pietre).
Quattro pescatori che ti guardano in cagnesco perchè hai osato presentarti sulla riva con un guscio di plastica, poi via sull'acqua fresca.
Piccolo saltino della vecchia cataratta a monte del ponte degli alpini (le famose "prie").
Sosta doverosa per osservare il nuovo guado in tubi di cemento.
Il guado non sarebbe male, per tenerlo a livello ci hanno scaricato qualche centinaio di camion pieni di graziosi parallelepipedi di marmo rosa, che ora gettano l'acqua in generosi spruzzi ovunque.Avessero dato a me quel ben di dio avrei fatto una decina di spot e un campo da slalom con i ritagli, e senza fare le nicchie da incastro che sembrano indicare gli spruzzi.
Hai capito dove è finito il debito pubblico pari al PIL?
Non credo che qualcuno se le riprenderà indietro quelle graziose pietre rosa.
Poi sotto il ponte degli alpini, che da solo, visto da sotto, merita la discesa di questo tratto.
Sotto il ponte della vittoria e a valle, altra sistemazione fluviale.
Tutto spianato e sponde a V come previsto dai testi di idraulica, qualche graziosa traversa in marmo bianco stavolta.
Non mi torna la ragione per cui tutti si lamentano del fatto che c'è siccità e l'acqua non basta, e poi spendono un sacco di soldi per farla correre giu' ancora piu' in fretta.
Piu' giu' un altro canale che fa rientrare l'acqua di una ennesima centralina elettrica.
Allo sbarco a cartigliano, una mezza collinetta di marmo rosa che protegge la spalletta del ponte dalla erosione.
L'ultima volta che ci sono passato non c'era erosione, magari è un lavoro in previsione...
Capisco che a qualcuno sia indigesto il nuovo governo e tenti di espatriare, ma queste cose le ha fatte il vecchio, e anche quello precedente, e quello prima. Di qualsiasi colore.
Se continuiamo a credere a questa divisione artificiosa fra una parte e l'altra, ci ritroveremo con i fiumi piallati dalla sorgente alla foce.
Il fatto è che noi che andiamo per fiumi e riusciamo a vedere e capire certe cose, siamo quattro gatti, e alla gente normale pare una buona cosa che si spendano soldi per tenere le acque limacciose fuori dal loro salotto.
Datevi una letta alla notizia di stampa allegata:
Stanno cercando i soldi per fare la diga del vanoi, con il pretesto che manca l'acqua per i campi.
Purtroppo, e questo mi è stato confermato da un addetto ai lavori, le necessità di acqua della pianura non sono dovute alla irrigazione, ma almeno in parte, alla necessità di diluire i liquami scaricati dai depuratori inesistenti o non funzionanti.
Quindi facciamo una altra diga per lavare le fogne.
Nel frattempo le grosse ditte di costruzioni e i produttori idroelettrici fanno affari con le paure della gente.

Non credo che sia facile cambiare le cose, certo che parlarne e farlo sapere, è il primo passo.

buone pagaiate
Davide


.. mi disse che era l'impresa più stolta di cui mai avesse sentito parlare..
R. L. Stevenson, "Viaggio in canoa"

Ino

  • Gedino Anziano
  • Full Member
  • ****
  • Post: 226
  • Pagaiate.... Gente Pagaiate!!
Capisco che a qualcuno sia indigesto il nuovo governo e tenti di espatriare, ma queste cose le ha fatte il vecchio, e anche quello precedente, e quello prima. Di qualsiasi colore.

 :'( Caro Davide, Il governo con il caro Brenta..... Nulla centra.
Vedi piutosto di chiedere il perchè di quello scempio al tuo comune,
alla tua Provincia, e sopratutto alla tua regione.
Prova a chiedere un contributo alla regione veneto, per fare un campo slalom, pari a un decimo di quello che hanno dato all'ANA per fare il raduno naz.degli alpini in quel di Bassano.
Ti garantisco che dalle risposte che..NON riceverai
verrà anche a te la voglia... di espatriare.
Convinto di rivederti altrove... ti porgo cordiali saluti..
Ino
Ultima modifica: Aprile 28, 2008, 08:43:24 am da Marco Lascialfari
"Gente d'Acqua" gente che ama andar per fiumi, gente che vive la natura, gente che si diverte.

Davide Sandini

  • Full Member
  • ****
  • Post: 210
Si sono d'accordo con te, e le non risposte le ho già ricevute anche io, per quel poco che ho provato a fare.
E poi la competenza per le opere sui corsi d'acqua  è della regione da un po' di tempo, a questo ci ho pensato solo dopo aver inviato il messaggio.

Il fatto è che comunque facendo bene i conti, centomila canoisti noi non ce li portiamo neanche in 100 anni a Bassano, figuriamoci in un giorno.
Il rapporto è di 36500 a 1
Quindi se il contributo all'ANA è stato di, poniamo 3.65 milioni di euro, per fare un campo slalom ci darebbero, giustamente, 100 euro.
E con 100 euro non riusciamo neanche a togliere una delle pietre che hanno buttato.
Non so, ma questi conti mi deprimono sempre un po'..
Speriamo che il petrolio aumenti ancora, magari la gente inizia ad apprezzare la canoa.. mannaggia, io mi devo fare un'ora di furgone per arrivare in brenta, quando la canoa inizia a diventare uno sport popolare mi tocca rinuciare..
che sfi-a
.. mi disse che era l'impresa più stolta di cui mai avesse sentito parlare..
R. L. Stevenson, "Viaggio in canoa"

Massimo Delledonne

  • Full Member
  • ****
  • Post: 105
Caro Ino,

per dovere di cronaca devo correggere quanto scrivi. La Regione veneto ha infatti appena stanziato una cifra che se non ricordo male e' di 1 milione e mezzo di euro, seguita a ruota dal Comune di Verona (corrente amministrazione) che ne ha stanziato un altro mezzo (oppure uno intero, non ricordo bene) proprio per lo "stadio della canoa" che prevede la costruzione della nuova sede del canoa club a VR appena a valle della diga del Chievo, e la costruzione di un campo artificiale di canoa

io sono convinto che non e' questione di colore di chi governa, è questione di sensibilità delle persone che rivestono le cariche istituzionali, e della capacità del popolo di riuscire a sensibilizzare quelle persone riguardo le cose davvero importanti. Cio' pero' spesso porta alla personalizzazione dei rapporti e conseguentemente alla perdita di vista dell'interesse comune. Beato chi ha ancora la fortuna (che io non ho) di credere che un partito possa fare meglio dell'altro solo sulla base dell'ideologia politica di cui si avvolge

un caro saluto

Massimo