CKI il forum della canoa italiana

Rifiuti in acqua

(Letto 386 volte)

Lorenzo Molinari

  • Full Member
  • ****
  • Post: 293
  • Fluctuat nec mergitur
A molti sarà capitato di raccogliere rifiuti che galleggiano beatamente o abbandonati lungo le rive.

Quando sono in Liguria, cerco di mantenere pulita una spiaggetta, e altri come me. Se da un giorno all’altro trovo nuovi rifiuti non portati dal mare ma abbandonati dai bagnanti, mi verrebbe voglia di lasciare lì tutto, affinché possano sdraiarsi tra le loro immondizie fino a quando non ne saranno ricoperti e allora, magari, sorgerà anche in loro un minimo di sensibilità all’ambiente, ma per non esserne sommerso anch’io, riprendo ogni volta la raccolta.
Purtroppo sappiamo che questo tipo di sensibilizzazione è un processo mentale lento, altrimenti i bordi delle nostre strade non sarebbero invasi da tonnellate di schifezze di ogni genere sotto gli occhi di tutti, e tale sensibilizzazione è un processo che preveda vari livelli di consapevolezza, che coinvolgono fronti ecologici diversi, da cui nessuno di noi è escluso, me compreso, e di cui quello della raccolta dei rifiuti è probabilmente uno dei livelli più bassi ed elementari, ben più facile da metabolizzare che rinunciare a viaggi o a comprare l'ennesimo oggetto, forse non superfluo, ma di cui si potrebbe continuare a fare a meno, tanto per fare due esempi banali, che rigurdano un po' tutti, e di livello poco più che elementare.

Nell’alta Brianza è localizzato il lago glaciale di Pusiano, alimentato dal fiume Lambro, le cui acque sono da anni, per fortuna, piuttosto pulite. Il laghetto è noto a canoisti e canottieri, oltre che ...a pescatori di carpe. Sul lago vige il divieto di navigazione a motore, a parte un catafalco di barcone per turisti, se non altro a propulsione elettrica. Intorno al lago vi sono alcuni circoli di canoa, fondati negli anni su iniziativa di Andrea Alessandrini, titolare della ASA Canoe. Anche qui siamo in diversi a raccogliere immondizie abbandonate e tra i più attivi c’è Marco Ferrario, il moderatore del nostro Forum, grande appassionato di kayak da mare e trekking nautici, che aprì parecchi anni or sono il blog Ekokayak, URL: https://ekokayak.wordpress.com/, dal cui nome si intuisce la sua attenzione a certi temi.
La stampa locale ha dedicato di recente un paio di articoli all’attività ecologica di Marco nel lago di Pusiano, in cui solleva altri problemi oltre a quello dei rifiuti, come quello di un abuso edilizio lungo le sponde.

Da “CasateOnline”: “Lago Pusiano: con il giro in kayak, raccolti i rifiuti in plastica che invadono le coste”, URL:
https://www.casateonline.it/articolo.php?idd=126489&origine=1&t=Lago+Pusiano%3A+con+il+giro+in+kayak%2C+raccolti+i+rifiuti+in+plastica+che+invadono+le+coste

Da “CasateOnline”: “Lago di Pusiano: pulizia della sporcizia dalla rive con il kayak”, URL:
https://www.casateonline.it/articolo.php?idd=126613&origine=1&t=Lago+di+Pusiano%3A+pulizia+della+sporcizia+dalla+rive+con+il+kayak