Autore Topic: Cosa si intende per White water?  (Letto 167 volte)

Febbraio 16, 2019, 09:20:57 am
Letto 167 volte

spruzzolo

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 15
  • Testo personale
    ...
Buongiorno. Vi prego di perdonare la mia ignoranza, ma vorrei chiedervi cosa si intende per white water e tourism. E che differenze ci sono tra tourism seakayak, White water. Grazie

Febbraio 17, 2019, 10:27:17 am
Risposta #1

Giorgio Jandolo Cossu (JC)

  • Full Member

  • Offline
  • ****
  • L'essenziale è invisibile agli occhi

  • 206
  • Testo personale
    Portatemi al freddo ... vi prego ;-)
Ciao,

dato che sei iscritto al forum da almeno 6 anni (anche se con una bassissima frequentazione) devo dire che sono un pò perplesso dalla domanda (immagino che qualcosa avrai pur letto e qualche foto l'avrai vista), ma ci sta: magari sei incappato in questo forum per caso anni fa e non hai mai dato seguito all'iscrizione.  ;D

Beh, diciamo che per farla molto semplice con il termine "White Water" (in italiano letteralmente "Acqua bianca") si intendono torrenti e fiumi di diverse difficoltà (in Italia si utilizza attualmente una scala dal I grado al VI grado di cui puoi trovare una descrizione anche sul presente sito al link https://ckfiumi.net/gradi.phtml).

Pertanto con il termine "White Water" in senso lato puoi intendere la discesa lungo tali percorsi con diversi mezzi e/o attrezzature (kayak, canoe canadesi, SUP, Hydrospeed, raft, con attrezzatura da canyoning, ...) a seconda delle difficoltà e delle tue capacità tecniche.   

Con tourism (termine molto generico ;-)) affermerei senza ombra di dubbio che si intenda tutto ciò che riguarda la navigazione in mare (per l'appunto il sea-kayak) o in lago ...
Ovviamente poi la differenza fra "turismo" o qualcos'altro di più impegnativo dipende in entrambi i casi anche da distanze, località: un giro su un lago in Siberia o nel mare del Nord, magari di più giorni, è sicuramente diverso da una pagaiata di due ore davanti alla spiaggia di Rimini così come una pagaiata su un placido fiume di I grado - non in piena - e in un giornata di sole sarebbe diverso dal percorrere un torrente di VI grado magari scavato in una forra lontana da tutto e da tutti e da cui non si può uscire se non a fine percorso! ::) :-D

Spero di aver risposto in maniera semplice al tuo quesito.

N.B.: non è per fare terrorismo (lungi da me), ma viste le discussioni e gli avvenimenti degli ultimi tempi e il tipo di domanda di "Spruzzolo" che denota chiaramente una non conoscenza dell'elemento in questione, valgono sempre le seguenti regole "Prima di affrontare l'acqua in qualsiasi sua forma, informati bene su dove stai andando e con chi, sulla durata del "viaggio o della pagaiata" che ti accingi a fare, su come proteggerti dagli elementi atmosferici (sia dal caldo che dal freddo) e su che tipo di pericoli/percorsi potresti trovare ma soprattutto ... prima di iniziare contatta centri attrezzati e certificati, club o quant'altro che ti insegnino le basi tecniche, organizzative e di sicurezza dell'andare in canoa nei vari ambienti (siano essi fiumi, mare, lago)" ;-) dopodiché "Liberi tutti!" (o quasi  ;) )

Ciao

Giorgio (JC)

Febbraio 17, 2019, 10:38:59 am
Risposta #2

Giorgio Jandolo Cossu (JC)

  • Full Member

  • Offline
  • ****
  • L'essenziale è invisibile agli occhi

  • 206
  • Testo personale
    Portatemi al freddo ... vi prego ;-)
PS: per non far torto a nessuno ....

Ovviamente  esiste anche la canoa turistica in fiume (es. in Canadese o kayak) su tratti di limitata difficoltà, comunque da affrontare con opportuna conoscenza dell'ambiente e dell'attrezzatura necessaria onde evitare per esempio di finire a farsi tritare in qualche chiusa che non si era pensato potesse esistere, magari posizionata al termine di un canale di I grado fra sponde artificiali non risalibili e "apparse all'improvviso" ... ti ricordo, visto che in passato ho visto "scenette" del genere  :o  che tali opere umane non nascono durante la notte in seguito a miracoli, bensì sono spesso presenti in loco da decenni anche se spesso persino i locali le ignorano qualora a più di 5 km da casa!!!  Quindi occhio alla "canoa turistica" quando la morfologia del fiume cambia perché a meno di non sapere usare molto bene la sfera di cristallo non saprai mai per quanto tempo e cosa ci troverai in fondo! ::)

Bella lì.

Giorgio (JC)