Autore Topic: Attenzione - Progetto centralina sulla Moesa  (Letto 6459 volte)

Settembre 22, 2014, 10:32:15 pm
Letto 6459 volte

Dega

  • Newbie

  • Offline
  • *

  • 1
  • Testo personale
    ...
Ciao a tutti
Milca mi ha mandato questo da pubblicare …
In allegato il documento da firmare e inviare alle autorità svizzere sperando che anche questo tratto di fiume non sparisca.
Ciao Dega

Progetto centralina sulla Moesa
 
“Cari amici canoisti.
Mi rivolgo a voi dalla Svizzera per chiedere il vostro sostegno contro il progetto di costruzione di una nuova centralina elettrica sulla Moesa.
La centralina verrebbe costruita a Cama e il bacino di captazione si troverà subito dopo il ponte di Sorte (all’inizio del tratto delle “gole”), con la conseguenza che il tratto più interessante della Moesa resterà praticamente senz’acqua!!
 
Il progetto è ancora nella fase preliminare e al vaglio dei competenti uffici del Ct. Grigioni.
Ci stiamo muovendo su più fronti (federazione svizzera di canoa, singoli club, WWF, pro natura, ecc.) per far sentire la nostra voce e soprattutto far capire alle autorità cantonali che la Val Mesolcina è molto frequentata da canoisti di tutta Europa, proprio per la possibilità che c’è durante la stagione estiva di scendere la Moesa e spt il tratto tra Sorte e Cama.
 
Sarebbe utile poter mostrare alle autorità che anche numerosi canoisti italiani vengono in Mesolcina per scendere la Moesa.
Chiedo quindi ai responsabili dei vari gruppi e/o club, ma anche ai singoli canoisti di inviare al più presto una lettera alle autorità competenti per far sentire la nostra voce.
 
Ricordo che la Moesa è uno dei pochi fiumi svizzeri che – grazie alle centrali già esistenti – è percorribile regolarmente da maggio ad agosto e a volte anche settembre, ma la costruzione di questa nuova centrale toglierebbe invece l’acqua dal tratto più bello.
 
Qui sotto trovate un possibile testo da inviare agli indirizzi indicati. Chiaramente potete fare le modifiche che volete.
 
Grazie di cuore!
 
Milca”

Settembre 24, 2014, 09:37:59 am
Risposta #1

Maurizio (Tric)

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 72
Scaricato ed inviato agli indirizzi segnati.
Grazie
Tric

Settembre 24, 2014, 12:49:54 pm
Risposta #2

Andrea Santoni

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 5
Conosco in parte il mercato delle centrali idroelettriche ,e alcuni progetti sono dei veri e propri scempi , è un vero peccato "rovinare"  il corso d'acqua , ma..... fame di energia ed incentivi la fanno da padrona .Vi suggerisco, se ne avete la possibilità ,per  prima cosa di opporvi , raccolta fime , petizioni ecc . Se non si riesce ad impedire il progetto si può mediare in questo modo , costringendo i gestori della centrale ad iinterrompera il prelievo dell'acqua in caso di necessità canoistica . La maggior parte delle centrali sono automatizzate da remoto, si possono comandare da telefono o computer , all'occorenza si potrebbe chiamare il gestore della centrale , concordare un orario di chiusura della presa da poter permettere la discesa. Questo permetterebbe ai canoisti di godersi il fiume, i gestori della centrale avrebbero un piccolo danno ma rispetto alla produzione annuale ....nulla . In bocca al lupo 

Settembre 24, 2014, 10:53:58 pm
Risposta #3

Giuseppe Coduri

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 123
Ciao a tutti, sarebbe un vero peccato se quel tratto di fiume, che conosco bene, fosse captato. Se ho ben capito la captazione interesserebbe il tratto iniziale delle gole: dopo le prime due rapide (tra l'altro le più belle) il fiume infatti si allarga in una sorta di laghetto e c'è un'altra captazione che toglie parte della portata al tratto a valle per un paio di chilometri.

la possibilità di rilasci programmati la vedo complessa. infatti quel tratto, a parte i periodi di piena o morbida, ha acqua solo durante i giorni feriali e (trattandosi di impianto ad acqua fluente) non potrà fare altro che gestire le portate rilasciate dagli impianti a monte.

appena possibile invierò anch'io la lettera agli indirizzi proposti. la sensibilizzazione su questo tema potrebbe utile, anche se la fine che ha fatto il famoso campeggio di Roveredo, che ospitava legioni di canoisti, non lascia grandi speranze.
Segnalo che esiste un progetto, ancora solo abbozzato e incerto, di organizzare nel 2015 delle competizioni di canoa sulla Moesa, in tratti più a valle, ma comunque in zona.
ciao a tutti.

Settembre 25, 2014, 12:51:37 pm
Risposta #4

Ino

  • Full Member

  • Offline
  • ****
  • Gedino Anziano

  • 226
  • Testo personale
    Pagaiate.... Gente Pagaiate!!
Dai Giuseppe, non è un peccato, pensa che bel laghetto  potrebbe nascere a monte dello sbarramento.   ;D
Salù
"Gente d'Acqua" gente che ama andar per fiumi, gente che vive la natura, gente che si diverte.

Settembre 26, 2014, 01:15:29 am
Risposta #5

Giuseppe Coduri

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 123
Ino hai ragione! allora cambio idea e gli scrivo che devono proprio farla, 'sta centralina.
bella idea che mi hai dato, grazzie.

Settembre 26, 2014, 12:28:45 pm
Risposta #6

Alberto Garzena

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 140
Giro la risposta ricevuta oggi dopo l'invio della mail.

Egregio Sig. Garzena

Confermiamo l'entrata della mail riguardante la piccola centrale elettrica della Moesa. Al momento i responsabili del progetto analizzano possibili miglioramenti / incrementi dell'utilizzo dell'energia idroelettrica già esistente nel perimetro interessato. I progettanti hanno impiegato tra l'altro come supporto anche un gruppo per l'ambiente, nel quale accanto alle autorità cantonali opera un rappresentante dell'associazione canottiera svizzera (Sig. Andreas Schmid, 7538 Verdabbio). Il sig. Schmid coordina tutte le domande riguardanti l'utilizzo delle canoe. Per questo trasmetterò la Sua mail al sig. Schmid.

Distinti saluti
Beat Hunger
Ufficio dell'energia e dei trasporti dei Grigioni
capo sezione forza idrica
Rohanstrasse 5, 7000 Coira
Tel. +41 (0)81 257 36 26
Fax: +41 (0)81 257 20 31
e-mail: beat.hunger(chiocciola)aev.gr.ch
Internet: www.aev.gr.ch

Settembre 26, 2014, 02:46:37 pm
Risposta #7

sergio d'alessio

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 8
Anche Io ho ricevuto la medesima risposta, alla e-mail inviata ieri. Dal tono della risposta desumo che l'autorizzazione è  acquisita. Spero di sbagliarmi!!!
Salutti
Sergio

Settembre 26, 2014, 06:29:58 pm
Risposta #8

maurizio bernasconi

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 240
Io non ho ricevuto risposte. Dovessero ricevere migliaia di segnalazioni, l'effetto sarebbe diverso.

Settembre 28, 2014, 10:13:48 am
Risposta #9

Maurizio (Tric)

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 72
Anche Io ho ricevuto la stessa email di risposta;  se non altro i politici elvetici rispondono e mostrano un minimo di sensibilità, quello che promettono è probabile venga realizzato in maniera seria, non come lo scivolo che doveva esser fatto sull' Aveto ...
Tric

Ottobre 01, 2014, 08:52:25 am
Risposta #10

Giuseppe Coduri

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 123
Ciao, anch'io non ho ricevuto risposta, solo la ricevuta di lettura del messaggio da parte dei due destinatari.
piccola precisazione: non abbiamo scritto a dei politici (consiglieri, assessori, sindaci, borgomastri..) ma a dei funzionari dell'ufficio (sarà come un assessorato da noi?) energia e dell'ufficio turismo. Solo per evitare di far partire i soliti pipponi sui nostri politici che...
ho inoltre scaricato interessanti pubblicazioni (in tedesco) sulle prospettive di sviluppo energetico della Svizzera e del Cantone Grigioni in particolare. saranno da tradurre.
ciao