CKI il forum della canoa italiana

LA DOMANDA DI CONCESSIONE SUL TORRENTE SETTIMANA

(Letto 2819 volte)

leszek nehring

  • Md Member
  • ***
  • *
  • Post: 16
Mi sono imbatuto in questo articolo ..... Senza parolle....
Intero potete consultare qui

http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=%20ponte%20del%20gobbo%20settimana&source=web&cd=7&ved=0CGEQFjAG&url=http%3A%2F%2Fwww.caiclaut.it%2FAppunti%2520derivaz%2520%2520idroel%2520%2520Settimana.doc&ei=EJy1TuPWILH14QS75uDnAw&usg=AFQjCNFosVazuO8GtpW-qdtVm6kP0g2JUA&sig2=uvgLqGIgcCZswsuB_Y0ZbQ&cad=rja

LA DOMANDA DI CONCESSIONE SUL TORRENTE SETTIMANA

Si fornisce una descrizione dell’impianto di derivazione e produzione di energia elettrica, secondo quanto risulta dalla domanda pubblicata e relativi allegati.
l’impianto prevede l’opera di presa in corrispondenza del Ponte del Gobbo a quota 737,40 m s.l.m e la restituzione sul Cellina appena a valle della confluenza del Settimana a quota 546,92 m s.l.m.; il salto utile è di 186,81 m.
La potenza nominale è di 2051,25 kw  e la produzione prevista di 11488  Mwh/anno.
Nella relazione di progetto viene riconosciuto che l’opera da realizzare è compresa nel territorio del Parco delle Dolomiti Friulane e della Rete Natura 2000, nonché sottoposta a vincolo paesaggistico.
In relazione a questo è previsto che in sede di progetto verrà predisposto lo studio di impatto ambientale per seguire la procedura di VIA  e la valutazione di incidenza.
Viene anche richiamato che l’opera verrà dichiarata di pubblica utilità.

Idrologia
Il bacino del Settimana all’opera di presa è di 47,55 kmq.
Per definire le portate disponibili alla sezione considerata sono stati assunti dati da vari enti, utilizzando in particolare le precipitazioni decadiche e le portate giornaliere del Settimana rilevate dal 1943 al 1951 a Stalle Nucci (poco a valle della sezione che interessa).
In sostanza risulta:
coefficiente di deflusso stimato 0,83
Portata media naturale aggiornata alla sezione di Ponte del Gobbo 2,25 mc/s, poi ridotta ai fini del calcolo a 1,96 mc/s 
È stata calcolata la curva di durata delle portate naturali da cui si desume il numero di giorni all’anno in cui sono presenti le varie portate.

Captazione                                     
Si prevede di realizzare l’opera in modo che la portata massima derivabile sia di 2,3 mc/s mentre quella minima sia di 0,115 mc/s.
Confrontando il dato con le portate naturali disponibili risulta:
portata media derivata 1,120 mc/s
portata media fluente a valle della presa 0,850 mc/s
Naturalmente si tratta di valori medi nell’anno, che servono a definire l’entità del prelievo ma non a descrivere la situazione delle portate, e quindi la presenza effettiva di acqua in alveo a valle della presa nei vari periodi dell’anno.
Va considerato che per obbligo di legge (L.R. 28/01) va rilasciata una portata di rispetto pari a 4 l/s per kmq di bacino sotteso, che nel caso specifico risulta di 0,190 mc/s, valore sicuramente molto basso rispetto ai parametri idrologici del torrente. Tenendo conto anche della portata minima derivabile l’impianto entrerebbe in funzione a partire da una portata naturale nella sezione di 0,305 mc/s.
In sostanza per tutto il periodo in cui le portate naturali sono comprese tra 0,305mc/s e 2,49 mc/s (portata massima derivabile più portata di rispetto) il deflusso assicurato lungo l’alveo a valle dell’impianto corrisponde alla sola portata di rispetto di 0,190 mc/s. per portate naturali minori di 0,305 mc/s defluisce l’intera portata; per portate maggiori di 2,49 mc/s defluisce la portata naturale meno quella massima derivata di 2,3 mc/s.
In sostanza e semplificando si può senz’altro affermare e comunque drasticamente ridotti rispetto alle portate naturali.

Caratteristiche delle opere
L’opera di presa verrebbe realizzata modificando la briglia esistente del Ponte del Gobbo, prevedendo una vasca di carico di 9,40 x 3,25 m, più manufatti minori (compresa la scala per i pesci) e organi di regolazione.
La condotta forzata del diametro DN 1300  verrebbe posta sotto la strada della Val Settimana fino al vecchio ponte della Strada Provinciale, su cui è previsto l’attraversamento per proseguire poi fino alla centrale di produzione, dotata di due turbine Pelton, posta presso il Cellina a valle della confluenza del Settimana. Qui avverrebbe la restituzione della portata derivata.
Il costo complessivo dell’opera viene indicati in 20,5 milioni di euro.

Davide Sandini

  • Full Member
  • ****
  • Post: 210
Dillo a Mauro Corona, una parola sua vale un milione di firme di canoisti...

Davide
.. mi disse che era l'impresa più stolta di cui mai avesse sentito parlare..
R. L. Stevenson, "Viaggio in canoa"