Autore Topic: considerazione su Molmenti e annullamento gara slalom 26/9 tevere a Roma  (Letto 1665 volte)

Settembre 17, 2010, 05:11:57 pm
Letto 1665 volte

Gian Piero Russo

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 57
 le belle ed  entusiasmanti  immagini  trasmesse da Rai sport  sui Campionati mondiali di Slalom a Tacen    che  hanno  visto   Daniele Molmenti  conquistare il titolo di     campione  del mondo    mi    spingono ad   alcune considerazioni  in merito  all’annullamento della gara nazionale FICK   di canoa slalom prevista a per il 26 settembre  sul  Tevere  a Roma / ponte Milvio   per il 26 settembre.   
L’edizione di quest’anno prevedeva  lo svolgimento della gara e degli  eventi alla stessa  collegati    sulle rapide a valle di ponte Milvio ,   nell’idea di  offrire agli atleti  un campo  gara  di  più elevato livello tecnico   e di maggiore   visibilità rispetto  al tratto del Tevere all’isola Tiberina, teatro delle precedenti edizioni.   
Le  fattibilità dell’impianto di gara, preoccupazione maggiore del comitato organizzatore,  era già stata verificata  tendendo un cavo  nel punto più largo dell’alveo.  Sembrava cosa fatta ma,   purtroppo,     lungaggini e  temporeggiamenti   nell’ottenere  le necessarie autorizzazioni      si  sono protratti   al punto tale da  ritardare  irrimediabilmente l’allestimento delle  fondamentali   logistiche di  supporto  agli atleti  ed alla gara.     
Una  gara che,  potendosi  svolgere  nel  tratto del Tevere  sottostante al   Foro Italico,  avrebbe significato    un seguito di   concreta  coerenza  alle  celebrazioni   per  il  cinquantenario  delle Olimpiadi di Roma oltre che una  proposta  per le   progettualità  impiantistiche   evocate  per  la  candidatura della città ai giochi olimpici del 2020. 
Una  gara che  avrebbe potuto  costituire  una   pronta   occasione di     valorizzazione dell’immagine dello slalom  in una  cornice istituzionale sulla scia del successo di Molmenti.
Eppure negli anni passati  ce l’avevamo fatta , il grande lavoro  organizzativo  aveva  avuto   come  riscontro la soddisfazione per   la riuscita di  una  manifestazione  che cominciava  ad essere apprezzata  a   livello nazionale. Lo   stesso  Molmenti ,  fresco   reduce dalle olimpiadi di Pechino,  partecipò   alla edizione del settembre  2008, ovviamente vincendo. Ricordo  anche che, trovandosi a Roma  una settimana prima della gara,  Daniele si rese spontaneamente  disponibile a  collaborare nell’allestimento del campo di slalom dimostrando   una sensibilità   non comune,  degno completamento di  un vero campione.
Quella   stessa sensibilità ed attenzione  che   il  comitato organizzatore della gara,  di cui ho assunto la responsabilità,    non ha saputo evidentemente esprimere  a sufficienza.
Dell’impegno  comunque  speso  per  la  preparazione di un evento nel quale avevo personalmente creduto ed investito  mi   rimane   un sincero  dispiacere,   mitigato dall’auspicio che  risultati come quello ottenuto da  Molmenti   possano contribuire ad aprire nuove  opportunità  (e disponibilità)  alla diffusione della canoa.
Nonostante tutto ciò,   gli eventi   inizialmente collegati alla gara di slalom  ( “discendiAMOilTevere”   e  “ Roma Rafting Race”, pensati   per  celebrare una festa degli sport fluviali)   si svolgeranno  comunque  nelle stesse  giornate del 25 e 26 settembre,      sul  tratto del Tevere all’isola Tiberina, come già in passato.
Gian Piero Russo
presid.  asd  Canoa Kayak Roma Assex
resp.le  Comitato Organizzatore della gara nazionale di slalom FICK fiume Tevere /Roma 26 settembre 2010