Autore Topic: Pagaie Braca, Wing et similia  (Letto 627 volte)

Ottobre 23, 2019, 06:08:36 pm
Letto 627 volte

Fabio M.

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 6
  • Testo personale
    ...
Ciao.
Dalle mie parti, al mare, nei primi duecento metri  c'è spesso un onda frangente che incute timore ma poi fuori è abbastanza calmo.
Perdo tante uscite per colpa di questa situazione .
Bisogna aver potenza nelle braccia ;D e una pagaia che faccia presa a dovere.
La mia attuale pagaia seppur di qualità è decisamente scarica e quando gli chiedi di tirarti fuori dai guai va a vuoto.
Se, per esempio,  prendessi una Wing, dovrei necessariamente  fare un corso per imparare ad usarla oppure potrei far da solo ?
Anche se poi la tecnica non mi venisse  perfetta mi basterebbe superare le onde  ed anticiparle al rientro ;) ;)

Ottobre 24, 2019, 12:09:40 pm
Risposta #1

Lorenzo Molinari

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 159
Se non sei esperto eviterei la wing, che può darti problemi di appoggio e di estrazione, oltre al fatto che la pagaiata risulta leggermente diversa. Se sei esperto non c'è bisogno di corsi, impari da solo a usarla, nel senso che intuisci come devi modificare la pagaiata rispetto a una pagaiata tradizionale.

Non credere che la wing ti risolva il problema. Le wing sono soprattutto performanti a velocità elevata e costante, in quanto creano meno vortice delle altre, ma nel superamento di un onda che frange è meglio una pala ampia rispetto a una a cucchiaio. In una situazione come quella che tu descrivi prova piuttosto una pagaia con la pala di mezzo o al massimo un centimetro più larga (ma sto dicendo un po' a caso, non sapendo che modello di pagaia usi, la sua lunghezza, la larghezza delle pale, la tua altezza, il modello di kayak, se usi spessori sul sedile, la tua esperienza ed allenamento, ecc.).

Ottobre 25, 2019, 07:31:07 pm
Risposta #2

Fabio M.

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 6
  • Testo personale
    ...
Se non sei esperto eviterei la wing, che può darti problemi di appoggio e di estrazione, oltre al fatto che la pagaiata risulta leggermente diversa. Se sei esperto non c'è bisogno di corsi, impari da solo a usarla, nel senso che intuisci come devi modificare la pagaiata rispetto a una pagaiata tradizionale.

Non credere che la wing ti risolva il problema. Le wing sono soprattutto performanti a velocità elevata e costante, in quanto creano meno vortice delle altre, ma nel superamento di un onda che frange è meglio una pala ampia rispetto a una a cucchiaio. In una situazione come quella che tu descrivi prova piuttosto una pagaia con la pala di mezzo o al massimo un centimetro più larga (ma sto dicendo un po' a caso, non sapendo che modello di pagaia usi, la sua lunghezza, la larghezza delle pale, la tua altezza, il modello di kayak, se usi spessori sul sedile, la tua esperienza ed allenamento, ecc.).
Grazie.
La mia attuale pagaia è una Robson Edge 220cm e sono alto 1.73cm.
Prima di questa avevo una Galasport Sea Wolf.
La Gala, risultata difettosa, la cambiai ( era in garanzia) con la Robson che, sulla carta, doveva essere una pagaia per gente allenata.
Appena provata mi sono spaventato, non tirava assolutamente e per poco venivo frullato dalle onde sula secca.
In pratica è come aver le gomme lisce, il motore fatica ma l'auto non si muove.
La Gala era più "garbata".
Ho parlato di wing  perchè mi è sembrato che chi deve superare in fretta le onde le  usi (surfski)

Ottobre 25, 2019, 08:44:01 pm
Risposta #3

Fabio M.

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 6
  • Testo personale
    ...
Il mio kayak è un sit on top in vtr.
5.30x58

Ottobre 28, 2019, 12:09:00 am
Risposta #4

Lorenzo Molinari

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 159
La Robsono Edge è una bella pagaia ma un po' "morbida", 46 x 19 cm - 660 cm². Proverei superfici leggermente maggiori (basta poco per sentire una notevole differenza), sempre che poi tu riesca a tirararla sulle lunghe distanze.
Una pagaia della misura corretta ti farà superare la zona d'onde agevolmente (semrpe che tu le sappia affrontare correttamente), con una wing non faresti molto di più. Tuttavia la wing può essere un'ottima scelta per pagaiare in mare, così come vedi fare da chi usa surfski. Nel caso provane più d'una con superfici diverse, perche le misure sono molte e potresti rischiare di trovarla troppo dura o viceversa troppo morbida. Come lunghezza, nel caso di una wing, passerei dai 220 di adesso - supponendo che questa sia la misura corretta - a circa 210-214 cm e più sei basso di seduta più corta la pagaia.

Ottobre 29, 2019, 12:25:40 pm
Risposta #5

Fabio M.

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 6
  • Testo personale
    ...
La Robsono Edge è una bella pagaia ma un po' "morbida", 46 x 19 cm - 660 cm². Proverei superfici leggermente maggiori (basta poco per sentire una notevole differenza), sempre che poi tu riesca a tirararla sulle lunghe distanze.
Una pagaia della misura corretta ti farà superare la zona d'onde agevolmente (semrpe che tu le sappia affrontare correttamente), con una wing non faresti molto di più. Tuttavia la wing può essere un'ottima scelta per pagaiare in mare, così come vedi fare da chi usa surfski. Nel caso provane più d'una con superfici diverse, perche le misure sono molte e potresti rischiare di trovarla troppo dura o viceversa troppo morbida. Come lunghezza, nel caso di una wing, passerei dai 220 di adesso - supponendo che questa sia la misura corretta - a circa 210-214 cm e più sei basso di seduta più corta la pagaia.
Grazie ancora per i preziosi consigli. Nell'ottica di un po' di risparmio ho messo in vendita la Robson che è praticamente nuova.
Sebbene l'abbia proposta ad un prezzo decisamente basso ci deve essere aria di crisi economica ;) ;)

Dicembre 02, 2019, 10:05:54 pm
Risposta #6

Fabio M.

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 6
  • Testo personale
    ...
Ho venduto, con non poca fatica, la Robson.
Adesso non vorrei  sbagliare acquisto.
Fino ad oggi ho provato qualche pagaia ed ho notato che quelle con cui mi trovavo più a mio agio avevano la forma della pala lievemente concava.
Nella passata le sentivo più "aderenti" all'acqua.
E' un parametro che fa la differenza ?
E' solo un impressione ?