Autore Topic: Deviazione di rotta verso il vento  (Letto 2011 volte)

Agosto 13, 2017, 07:43:44 am
Risposta #15

marittimo

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 125
  • Testo personale
    ...
Qualcuno che abbia provato personalmente può raccontare le differenze tra deriva retrattile (skeg) e timone a pedaliera in caso di vento?
Grazie
Michele


Alcune considerazioni puramente teoriche in attesa di qualcuno che abbia tempo e voglia di raccontare la propria esperienza


SKEG RETRAIBILE (con cassa interna alla scafo)

Pro:
- più semplice da usare perché non ruota (basta alzarlo e abbassarlo all’occorrenza)
- più efficace contro lo scarroccio potendo essere portato a maggiore profondità
- regolabile in profondità (per minore attrito, quindi minore resistenza all’avanzamento)

Contro:
- azione correttiva di rotta meno efficace poiché non può essere ruotato (scontrato)
- componente fissa dello scafo, per cui non può essere rimosso qualora non serva
- difficoltà di riparazione essendo interno allo scafo



TIMONE A PEDALIERA (esterno a poppa)

Pro:
- azione correttiva più efficace potendo essere ruotato
- possibilità di smontaggio quando non serve
- facilità di riparazione essendo tutto esterno
- migliore ausilio nella virata

Contro:
- più difficile da usare perché ruota (quindi richiede continue regolazioni e capacità di utilizzo)
- effetto frenante se scontrato (cioè ruotato rispetto all’asse longitudinale)
- minore efficacia contro lo scarroccio avendo meno pescaggio
- non regolabile in profondità (tutto su o tutto giù)