Autore Topic: Argentario (raccolta informazioni)  (Letto 653 volte)

Maggio 02, 2017, 02:54:49 pm
Letto 653 volte

nolby

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 145
  • Testo personale
    MARCO
Ciao a tutti,

Tra un mesetto sarò all'Argentario per 3-4 giorni.

Sto facendo un minimo di "pianificazione" (sempre sperando nel meteo) quindi se qualcuno ha informazioni / consigli / punti d'imbarco si faccia avanti!

Autonomia 15 km al giorno circa.


Il periplo dovrebbe essere di 30km per cui lo spezzerei in due giorni (magari uno con partenza da Porto S. Stefano ed uno da Porto Ercole. Così facendo, considerando un'autonomia chilomentrica limitata a 15 km/giorno forse va a finire che salto un tratto nella costa sud-ovest ma in questa zona da google maps vedo dura trovare punti d'imbarco.

Dedicherei una giornata alla laguna....

Maggio 02, 2017, 09:42:53 pm
Risposta #1

marco ferrario (eko)

  • Global Moderator
  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 214
    • eko
in allegato l'Argentario in KdM - 18 anni fa
da "IL KAYAK DA MARE"
« Ultima modifica: Maggio 02, 2017, 09:59:43 pm da marco ferrario (eko) »

Maggio 03, 2017, 08:59:51 am
Risposta #2

marco iezzi

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 89
a mio modesto avviso,la costa dell'argentario non è particolarmente interessante sotto vari punti di vista
Un suggerimento che sento di darti è quello di fare il periplo dell'isola del Giglio,sono 25Km, se trovi la giornata di mare calmo è fattibile in giornata,unico accorgimento, il tratto più lungo Campese-Porto sono 15 KM senza possibilità di approdo
Altra tappa interessane, Talamone-Cala Forno A/R  22Km

Saluti

Maggio 03, 2017, 09:51:01 am
Risposta #3

marittimo

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 91
  • Testo personale
    ...
Purtroppo non so darti i consigli che chiedi perché non ho esperienze al riguardo.
Se però ti piace la Fiorentina, cioè la bisteccona con il filetto e il tradizionale osso a T, ricavata dalla mucca di razza Chianina, ti consiglio di approfittarne.
Anni fa, al ritorno dall’Isola del Giglio, mi fermai in una macelleria di P. S. Stefano vicinissima agli imbarchi del traghetto, dove ne presi una da portare a casa. Era circa 1,8 kg, alta 5/6 cm, metà della quale filetto che si tagliava con la forchetta.
Pagata circa 50.000 unità del vecchio conio, ma ne voleva veramente la pena. La migliore che abbia mai assaggiato, e ne mangio spesso  ;)
Era giugno, non avevo frigorifero o borse termiche. Quel blocco di carne si fece tutto viaggio in macchina fino all’Adriatico via strade statali.
Forse quel viaggetto sotto il sole contribuì a frollarla per benino ;D



Maggio 03, 2017, 11:49:13 am
Risposta #4

Andrea Ricci

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 197
  • Testo personale
    non la canoa, bensì la pagaia è il nostro sport
    • acquamossa
Ho fatto il periplo varie volte, da Giannella a Feniglia o viceversa, in dipendenza del vento prevalente previsto. Sono 30km: si fanno tranquillamente in una giornata. Il paesaggio e il fondale, rocciosi, sono molto belli, soprattutto se percorsi in un giorno feriale, in cui girano meno barche a motore. Mi fermavo spesso per fare il bagno al largo e per nuotare tirandomi dietro la canoa con una sagola. L'acqua e' fredda, penso per le correnti che investono il promontorio. Vale la pena farlo 2 volte nelle 2 direzioni, per vedere scorci diversi. La normale brezza termica consiglierebbe di farlo nella direzione N-S ma cosi' hai il sole in faccia la maggior parte del percorso e l'ultimo tratto spesso in ombra. A Le Cannelle c'e' un bar/ristoro/ristorante. A Mar Morto ho un amico che noleggia canoe e forse ha anche un bar.
Andrea Ricci
acquamossa(chiocciola)tiscali.it
339 8808 312

Maggio 04, 2017, 10:01:45 pm
Risposta #5

michele varin

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 25
  • Testo personale
    ...
Il giro dell'Argentario in kayak è a mio parere molto molto bello. Dal mare non si vedono (tranne in un punto) le ville che hanno colonizzato la costa in alto.
Io l'ho fatto a giugno 2015, il giro si fa bene in giornata, volendolo spezzare puoi bivaccare con discrezione o a Cala grande o a cala delle Cannelle.
Il bello è che la costa è molto varia.
Eventualmente per il recupero puoi usare il Bus che fa Porto Santo Stefano Orbetello Porto Ercole.
Comunque ti incollo il link alla pagina del mio blog (c'è anche il Giglio) con foto e descrizione.
http://kinmare.blogspot.it/2015/06/arcipelago-toscano-argentario-e-isola.html
Ah, importantissimo!
Per mangiare vai a Orbetello alla Cooperativa dei Pescatori. Forse il miglior posto di cucina di pesce che io conosca.
Buon giro!
Michele

Maggio 05, 2017, 02:37:37 pm
Risposta #6

Massimo Contri

  • Newbie

  • Offline
  • *

  • 1
Ciao,
io sono di Grosseto. Ho fatto una sola volta il periplo in un giorno...
L'imbarco potresti farlo in una zona di Porto santo stefano chiamata siluripedio (vedi immagine) o da prima di porto santo stefano. Una tappa intermedia a cala Mar Morto (vedi immagini) accessibile anche da terra (tipo 300 metri dalla strada) lungo la strada chiamata 'Panoramica' che unisce porto santo stefano a porto ercole, trovi il cancello di una villa con una ceramica che rappresenta il sole sulla colonna sinistra.. da l'anno scorso lungo la strada hanno messo un chiosco bar. 
Lo sbarco potresti farlo vicino al porto di cala galera o direttamente nella spiaggia in feniglia...
Ti allego qualche immagine da google earth dove trovi anche le coordinate geografiche.
Saluti

Massimo

Maggio 09, 2017, 09:40:43 am
Risposta #7

nolby

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 145
  • Testo personale
    MARCO
(chiocciola)Michele: la pagina del tuo blog è quella che mi ha fatto venire la voglia di andare li... per il pernottamento sfrutto dei buoni che mi hanno regalato per un agriturismo.

Mi informerò sui bus! E' veramente un'ottima idea... anche se non sono per nulla convinto di riuscire a fare i 30 km in una botta sola (ho la ragazza a seguito e siamo un poco fuori allenamento... al lago non superiamo mai i 25 km/giorno ma in mare tra onde e voglia di fermarsi a godere il paesaggio saremo molto più lenti).

(chiocciola)Massimo: volendo sfruttare Cala Mar Morto come tappa intermedia c'è possibilità di ritorno con mezzi pubblici? Se così fosse fare il primo giorno Giannella -> Mar Morto; il secondo Feniglia -> Mar Morto con i ritorni in bus per prendere la macchina e tornare a caricare i kayak.


Mentre dell'interno della laguna? Gli dedicherei una giornata ( siamo kayaker lombardi, ci sentiamo a nostro agio in acque interne non in mare  ;D )

Grazie a tutti per le preziose informazioni!!!