Autore Topic: Vogatore a trazione “scandinava/latina”: tecnica corretta  (Letto 1852 volte)

Gennaio 04, 2016, 03:36:39 pm
Letto 1852 volte

Otakar81

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 42
    • Flick
Ciao a tutti  :)

Non potendo, per varie ragioni, dedicarmi a palestra/piscina e volendo fare comunque qualcosa per perdere peso e tenere tonificato il corpo, ho preso ad inizio dicembre un vogatore.... anche un po in ottica del mantenermi un minimo allenato in vista della ripresa dell'attività in kayak tra qualche mese.

E' un modello basico a pistone... questo qui per intenderci

Un paio di anni fa ho avuto un piccolo infortunio al menisco destro... niente di eccessivo (è un po malconcio... l'ortopedico ha parlato di una "pizzicata") e la mia scelta è caduta sul vogatore anche perchè avevo letto che sollecita poco le articolazioni, a patto di usarlo correttamente (e qui casca l'asino, probabilmente).

Ho cominciato a fare attività due/tre volte a settimana... diciamo una mezzoretta a botta, per un totale di 400-600 ripetizioni quasi al minimo livello di resistenza (2 su 12).

La prima volta, dopo la seduta, ho cominciato a sentire fastidio al ginocchio destro... quello manconcio.
Dalla volta successiva ho usato una ginocchiera a fascia che avevo, e non ho più avuto problemi.
Tuttavia dopo qualche settimana ho cominciato a sentire un fastidio al ginocchio sinistro... mi son fatto segnare una visita di controllo, ma il sospetto è di una infiammazione al menisco interno.
Ho approfittato delle feste per tenerlo a riposo, e dopo qualche giorno di antinfiammatori credo (spero) di essere sulla via della guarigione...

Tutto questo per dire che probabilmente sto sbagliando qualcosa a livello di postura ed utilizzo.

Prima di cominciare avevo cercato un po... il problema è che si trovano molti consigli sui vogatori a trazione centrale... molto meno per quelli con i bracci separati come il mio.
All'epoca mi sono fatto guirare da questo video qui... in cui si usa un vogatore molto simile al mio.

Cercando ora ho trovato una guida che sembra interessante... in cui si legge, tra i consigli generali:

Citazione
Tieni le ginocchia in linea con le caviglie. Se si allargano, potresti avere problemi a queste articolazioni.

Forse ho sbagliato qui.

Mi rendo conto della difficoltà di dare consigli di questo tipo da remoto, senza vedersi... ma avete qualche dritta in proposito?
Tanto per evitare di ripetere gli stessi errori.

Grazie mille  :)
G.Claudio dalla Ciociaria