Autore Topic: Domenica 22/01 a Trevignano (Roma)  (Letto 1703 volte)

Gennaio 16, 2012, 04:59:00 pm
Letto 1703 volte

roberto69

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 35
Domenica prossima andrò ad inaugurare il mio nuovo (usato) kayak rigido che dal giorno dell'acquisto per vari motivi non ho ancora potuto bagnare in acqua. Sarò a Trevignano, qualcuno vuol perdere tempo con un neofita ad insegnargli come si allaccia il paraspruzzi e come si mette il laccio di sicurezza alla pagaia? Fatemi sapere
Ciao a tutti
Vorrei una pensione, una Land Rover ed una canoa, e poi vado via, in fondo non chiedo tanto......

Gennaio 16, 2012, 07:18:44 pm
Risposta #1

Vittorio Pongolini

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 630
  • Testo personale
    Healthy rivers, lakes and seas are priceless!
Ciao Roberto. Io abito a Milano e non ci sarò a Roma. Troppo lontano. Però posso dirti che chiamare "kayak rigido" è insolito. Avevi un kayak... morbido?
Non si capisce cosa vuoi dire. Devi chiamarlo kayak in VTR (Vetroresina) oppure  in VTR-diolene, oppure kevlar o kevlar-carbonio.
Ma se avevi un kayak (molle) in polietilene (PE) sapevi già mettere il paraspruzzi, a meno che non possedevi un sit-on-top (seduti-sulla-parte alta, ovvero scafo) e quindi non avevi il paraspruzzi.
Ecco ti ho dato un po' di dritte sulle tipologie di kayak e su come vanno identificati e chiamati sulla base delle caratteristiche dei materiali di costruzione.
A distanza è tutto quanto posso fare. Ciao.
Vittorio Pongolini - Canoa Club Milano

"You don't beat it. You never beat the river, chubby".  Burt Reynolds (Lewis Medlock), Deliverance, 1972.

Gennaio 16, 2012, 07:22:47 pm
Risposta #2

stefano gaffi

  • Jr. Member

  • Offline
  • **

  • 8
FORSE PRIMA AVEVA UN KAYAK GONFIABILE......

Gennaio 17, 2012, 08:14:20 pm
Risposta #3

roberto69

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 35
 :D :D :D si effettivamente prima avevo un gonfiabile che non usava il paraspruzzi.

Ma la mia era più una battuta per invitare qualcuno più esperto di me, come ho visto quale è Vittorio, a fare un uscita in uno dei specchi d'acqua più belli della provincia di Roma. Pagaiare in acqua piatta come quella di un lago, per poter passare una mezza giornata all'aria aperta, fare qualche foto e qualche ripresa video e perché magari mangiare una buona bistecca insieme.
Vorrei una pensione, una Land Rover ed una canoa, e poi vado via, in fondo non chiedo tanto......

Gennaio 18, 2012, 12:50:09 pm
Risposta #4

MaurizioGuidaFICT

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 254
  • Testo personale
    Guida Fluviale e Istruttore FICT - Guil
Roberto ciao!
effettivamente Vittorio è un po' fuori mano..a Roma trovi asociazioni come il Roma Kayak Mundi o il Gruppo Canoe Roma che svolgono attività turistica e dove puoi trovare persone esperte con cui pagaiare nei fine settimana.
Anche senza aderire ad una associazione ma avere notizia delle iniziative programmate o organizzate in prossimità del fine settimana puoi iscriverti a queste mail list così da avere info e contatti più vicini alla tua zona:
romakayakmundi(chiocciola)yahoogroups.com <romakayakmundi(chiocciola)yahoogroups.com>;
Lista Roma <Amici_Canoisti_Romani(chiocciola)yahoogroups.com>.
A Trevignano c'è anche la Scuola di kayak da mare di Sottocosta, dove prendere qualche lezione per avviarti con la giusta impostazione a questa attività.
Maurizio