CKI il forum della canoa italiana

Nello spirito dei Pionieri della Canoa - Valsesia Canoa Film Festival

(Letto 1826 volte)

Gengis

  • Full Member
  • ****
  • *
  • Post: 575
Ciao a Tutti ,
ho aderito con entusiasmo  a questa 2à edizione del V.C.F.F., perché ho riscontrato nella iniziativa   lo spirito dei Pionieri della Canoa Italiana .
Angelo Vergani  ha un passato Canoistico  esplorativo di tutto rispetto , unitamente a Lilli Di Francesco ,la stessa voglia di navigare che fu della generazione di Granacci e Visconti , quando nel dopoguerra con materiali rattoppati incominciarono a
discendere i fiumi  alla ricerca di avventure e di contatti con la natura.
Questo spirito lo si intuisce  nel come è stata organizzata la rassegna dei filmati ,e del tempo dedicato alle varie sezioni .
1à sezione " Kayak d'avventura " 30 minuti per descrivere discese su w.w. di medie percorrenze , difficoltà e logistica.
2à sezione " viaggiare in canoa canadese in acqua calma " lunghe percorrenze  difficoltà e logistica.
Anche per questa sezione, la durata  massima dei film è 30 minuti .
3à sezione " Kayak Estremo " Rischio Elevato e Gesto Atletico  15 minuti massimo per film
4à sezione  " Acqua Fun "  Puro divertimento  in w.w.  5 minuti
Sicuramente le prime due sezioni sono di promozione  per invogliare ad usare canoa e kayak ai fini  di vacanze  realmente alternative, per scoprire luoghi e culture diverse .
Le altre sono per appagare  lo spirito di ricerca , il confronto con l'estremo , insomma placare con l'acqua il fuoco che ci brucia dentro.
Grazie al montaggio  di una clip da parte di Lilli Di Francesco  presenterò il progetto per la base canoistica a Eygliers sulle Alte Alpi che vorremmo costruire con l'aiuto  di tutti Canoisti .
Gengis

lilli

  • Md Member
  • ***
  • Post: 21
Grazie Gengis per le tue parole di apprezzamento;
ho avuto la fortuna d'iniziare la mia vita canoistica nel periodo della fibra di vetro, profumata di resina (quanti barattoli ho usato e quanto diluente x pulire le dita... ), apprezzando poi la comodità del polietilene.

Venerdi mattina, 3 giugno, c'è in programma l'incontro con gli studenti, un'occasione speciale per far conoscere la canoa ai giovani, e per me un piacevole ripasso. Con l'aiuto dei protagonisti del documentario in concorso "In canoa verso Roma" di Walter Paesano, cercherò di creare quello spirito di avventura che mi ha sempre accompagnato nell'andare per fiumi.
Ciao Gengis, ci vediamo a Campertogno

lilli

Angelo Vergani

  • Full Member
  • ****
  • Post: 188
  • RITORNO A MONTE, in autostop
Gengis ciao,

non esagerare con i confronti con i grandi del canoismo italiano, quelli che veramente hanno fatto la storia della canoa in Italia. Certo lo spirito della scoperta, della ricerca, dell'esplorazione di luoghi nascosti e sconosciuti ci ha sempre guidato nella scelta dei fiumi da discendere. Ricordo il 1989 quando andammo in Romania per scoprire i fiumi della Transilvania. Finchè ci sarà salute, la passioone avrà nuovi luoghi per sfogarsi. Il prossimo estate infatti andremo ancora in Mongolia, luogo di scoperta e di pace per lo spirito.
Quanto al VALSESIA CANOA FILM FESTIVAL, ti ringrazio per aver evidenziato i criteri che ci hanno guidato nella messa a punto della manifestazione. Un festival che vuole diffondere la cultura canoistica anche fuori dal nostro mondo di iperspecialisti: non solo gesto estremo e funanbolico, ma anche ricerca e scoperta con filmati di qualità senza vuoti protagonismi. Vedremo bellissimi documenti di viaggi evidenziando le difficoltà, gli incontri con i locali, i problemi affrontati e superati, le soddisfazioni per i tragurdi raggiunti.
Abbiamo dedicato tante energie al VCFF e lo abbiamo fatto perchè è giusto trasmettere la nostra passione agli altri per poter instillare , soprattutto ai giovani, la passione per questa disciplina così formativa e straordinaria.
E tu, caro Gengis, rappresenti l'esempio di passione pura per la canoa. Il tuo impegno e la tua costanza sono esemplari. Tu si sei il vero continuatore della storia della canoa italiana. Ed è per questo che avrai un posto d'onore al VCFF. Grazie, av
Angelo Vergani