Autore Topic: Benedini – Piemonte – Facchin – Scaduto  (Letto 1632 volte)

Agosto 19, 2009, 03:33:44 pm
Letto 1632 volte

iduino santoni

  • Md Member

  • Offline
  • ***

  • 33
4 dei migliori nostri atleti, ma che gare hanno disputato ai mondiali?
Senza nulla togliere al giovane k4 Monte Prafloriani Ricchetti Falli ( che avrebbero cmq fatto il k4200 e il k2500), magari sui 1000mt si potevano portare i vecchi (che tanto vecchi non sono rispetto a Idem e Rossi) per poter porre le basi per un k4 1000 Londra 2012. Sono sicuro che avrebbero fatto un buon risultato.
D'altronde per i 4 puntare su un k4 1000 alle prossime olimpiadi sarebbe la soluzione più logica e forse più redditizia.
Si mormora che ci sia un problema di aggragazione, ma io li conosco e penso che siano ragazzi a modo e con la testa sulle spalle, almeno messi a confronto con quelli degli anni 90' che tra sputi in aereo, squalifiche, antipatie ecc. Perri faceva veramente fatica a metterli d'accordo.
Invece oggi ...cosa succede? perchè due medagliati olimpici ultratrentenni chiedono di rilassasi un po' li si mette sull'uscio?
Questi sono gli errori fatti dalla prima gestione Perri, dove in nome dell'abbondanza si facevano smettere fior di atleti di livello.
Ricordo che d'avanti al nostro Antonio Rossi pluricampione Olimpico, quando aveva 21 anni, c'erano nomi come Vito Capurso, Ermanno Soffritti, Guido Revelli, ecc. che hanno smesso a 21 anni perchè ritenuti “vecchi”, quando a livello internazionale primeggiavano Ferguson e Mecdonald (quasi quarantenni).
Se anche loro avessero continuato, sarebbero diventati campioni olimpici?
La scienza dice che un buon lavoro lo si giudica non solo dal risultato, ma dal confronto tra il risultato ed il potenziale di base.
Chi può dire che se la FICK fosse stata gestita diversamente forse oggi non avremmo solo  4 uomini medagliati alle olimpiadi (Rossi, Scarpa, Bonomi, Dreossi), ma magari una generazione intera di canoisti come può vantare l'Ungheria o la Germania?
Se la generazione anni 90 in Italia fosse stata destinata ad essere un vero squadrone e la gestione abbia sterminato una squadra nella quale per strane contingenze solo quei 4 sono riusciti a salvarsi?
Io sono spaventato nel vedere che in una Italia del kayak dove si possono contare solo una ventina di buoni Atleti , ci si permette di maltrattare o snobbare atleti del genere.
E non raccontiamoci palle dicendo che sono voluti rimanere a casa volontariamente, le soluzioni c'erano, ma non si sono volute trovare.