Autore Topic: richiesta info torrenti vicino San Benedetto del Tronto e Ascoli  (Letto 1591 volte)

Ottobre 11, 2013, 10:37:19 am
Letto 1591 volte

Francesco Balducci

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 486
Ciao, dovendo andare per un congresso a fine ottobre in zona San Benedetto del Tronto, chiedo a qualche canoista locale se può darmi informazioni circa i seguenti torrenti: Tesino, Aso e soprattutto Tenna e Ambro, vicino alla gola dell'Infernaccio. Sono mai stati discesi? Ci sono notizie sulla navigabilità in kayak? Qualcuno li ha mai esplorati? In quella regione ho già disceso recentemente il Castellano e il Tronto, molto belli ma vorrei visionare quelli dianzi menzionati. Sarò probabilmente da solo. Grazie

Ottobre 11, 2013, 05:59:00 pm
Risposta #1

Maurizio P

  • Newbie

  • Offline
  • *

  • 1
  • Testo personale
    ...
Tenna: da Acqua Monte Gallo (3 km a monte di Amandola) ad Amandola, I/II, qualche ramo; poi captazione. Si riprende dal ponte 1 km a valle di Amandola, fino al Lago di San Ruffino, circa 5 km, torrentizio, molto bello, II, pass. III (IV in piena). Attenzione, zona con restrizioni per riserva di pesca. Da S. Ruffino a Servigliano II/I, inizialmente bello, a valle qualche ramo. Da Servigliano al mare I, pass. II, alcuni stramazzi non superabili in kayak, facilmente individuabili.
Discese effettuabili a scioglimento nevi, fino generalmente a giugno, o in autunno-inizio inverno solo dopo forti piogge. Anche hydrospeed nella parte alta.
Ambro: torrente con poca acqua anche in condizioni di piena. In alternativa ottimi itinerari di canyoning di ogni difficoltà sui Monti Sibillini (stupenda la forra dell'Ambro).
Aso: a valle di Comunanza poca acqua in letto ghiaioso ampio, difficilmente percorribile (I/pass. II). A monte percorribile per brevi tratti attorno al Lago Gerosa (subito a valle e a monte).
Il Tesino non lo conosco, ma credo sia poco più che un fosso.
Fattibili in zona il Chienti, il Potenza e il Musone (solo primavera o dopo forti piogge, II/I, qualche sbarramento senza problemi di trasbordo, qualche saltino III), percorribili tutti fino al mare. Più a nord, nell'anconetano, Esino e Sentino.
Un consiglio: porta il kayak solo se ti precedono un 3 giorni di pioggia, adesso i fiumi sono a livello decisamente basso. Idrometri sul sito Regione Marche per controllare le variazioni.
Un cordiale saluto, Maurizio Poeta, Fermo.

Ottobre 12, 2013, 03:56:07 pm
Risposta #2

Francesco Balducci

  • Full Member

  • Offline
  • ****

  • 486
Grazie Maurizio, sei stato gentilissimo ed esaustivo. Speravo in qualche percorso più frizzante e adrenalinico, pur essendo da solo. Mi sembra che solo il Tenna e il Musone possano essere interessanti per una pagaiata con livello alto d'acqua. Sentino ed Esino li conosco già molto bene, avendoli discesi più volte. Porterò il Kayak solo in caso di precipitazioni copiose e se non ti dispiace proverò a contattarti. Ciao. Francesco